I figli ci cambiano la vita?

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Mammetta
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 440
Iscritto il: lun set 07, 2009 4:10 pm

I figli ci cambiano la vita?

Messaggio da Mammetta »

…mi spiego, anzi ci provo, ho paura di non riuscirci e risultare contorta.

Allora è mia e sottolineo MIA personale opinione che i genitori si dividano sostanzialmente in due categorie:

1) Quelli che adeguano la loro vita a quella del bimbo:
quindi pongono le esigenze, i ritmi, gli orari, i bisogni del pupo prima delle proprie esigenze….”Quelli che dicono che i bimbi cambiano eccome la vita”

2) Quelli che fanno adeguare il bimbo al loro stile di vita:

quindi cercano di non perdere le abitudini che avevano prima dell’arrivo del bimbo e che cercano di far adeguare il pupo ai loro orari, bisogni ed esigenze. Quelli che dicono che “i bambini non devono cambiare la vita”!!!!

Io e Cristiano con molto orgoglio facciamo parte della prima categoria, abbiamo stravolto la nostra vita per Beatrice, ponendo LEI la sua serenità, le sue esigenze, al di sopra di tutto, fin da quando è nata, siamo ben felici di rinunciare a cose che facevamo prima del suo arrivo ma non nego di scontrarmi spesso con chi mi dice:

- Eh ma deve abituarsi al rumore
- Eh ma non vieni mai in pizzeria con lei
- Eh ma anche se dorme nel passeggino nel ristorante mica succede nulla

…e via via frasi del genere.

Allora io dico una cosa, un bimbo che per 40 settimane se ne sta bello al calduccio, nell’ombra rosata del ventre materno, protetto da tutto, perché quando viene al mondo deve essere esposto a rumori, luci, temperature inadeguate solo perché “si deve abituare”? Ma a chi è che piace dormire con il frastuono attorno? A nessuno penso no? Allora perché i bambini devono abituarsi al rumore?
Perché un bimbo deve essere portato in pizzeria di sabato sera in mezzo al caos più assurdo, quando alle 21.00 dovrebbe stare nel suo lettino e dormire tranquillo?

Quando espongo queste mie teorie ad altre mamme mi sento dire da parecchie di loro:
“Eh ma mica posso farmi cambiare la vita da un figlio!!!!!”

COSAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA? Ma un figlio la vita te la cambia eccome secondo me, se poi non vuoi fartela cambiare allora non metterlo al mondo!

Ora ovviamente non sto dicendo che arriva un figlio e ci si chiude in casa, per l’amor del cielo no, però come si può non pensare prima a loro dal momento che ci sono?

Ragazze una mia amica dopo 1 settimana dalla nascita ha portato il figlio a Capannelle (ippodromo) al concerto di D.Silvestri…..per poco non mi piglia un colpo quando me l’ha detto….



Avatar utente
Nat
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6237
Iscritto il: sab dic 16, 2006 12:38 pm

Messaggio da Nat »

mah! la verità sta ne mezzo credo
ognuno poi affronta la cosa come meglio crede

per me è logico che appena nati ci si adegui a loro ma poi piano piano anche loro si adeguano a quelli che sono i ritmi e le usanze della famiglia
si trova un compromesso
se ad esempio piace andare in pizzeria si cerca di andare un ora prima dell'affollamento
o in una pizzeria tranquilla o evitando il sabato
ma non credo faccia bene eliminare la pizzeria (se piace ovvio)
che male c'è se dormono nel passeggino scusa?
(magari poi dormissero i miei sono sempre svegli quando andiamo fuori)

.... poi magari li si porta al mega centro commerciale che è cento volte peggio

Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

Mammetta ha scritto:Quando espongo queste mie teorie ad altre mamme mi sento dire da parecchie di loro:
“Eh ma mica posso farmi cambiare la vita da un figlio!!!!!”
Da noi si dice "voler ovo, galina e cul caldo".

Se non sei disposto a cambiare vita per tuo figlio, non sei pronto a fare il genitore, per quanto mi riguarda.

Anche noi facciamo parte della "prima categoria".
Chiaro che se possibile si cerca di poter "mediare" in alcune cose (che ne so, usciamo lo stesso a mangiare la pizza, però andiamo presto così siamo a casa per quando vuol dormire), ma il benessere di mia figlia viene prima delle tante cose poco utili che magari tanti pretendono di non voler cambiare.

Avatar utente
chiccha
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7231
Iscritto il: lun apr 13, 2009 11:24 pm

Messaggio da chiccha »

Nat ha scritto:mah! la verità sta ne mezzo credo
ognuno poi affronta la cosa come meglio crede

per me è logico che appena nati ci si adegui a loro ma poi piano piano anche loro si adeguano a quelli che sono i ritmi e le usanze della famiglia
si trova un compromesso
se ad esempio piace andare in pizzeria si cerca di andare un ora prima dell'affollamento
o in una pizzeria tranquilla o evitando il sabato
ma non credo faccia bene eliminare la pizzeria (se piace ovvio)
che male c'è se dormono nel passeggino scusa?
(magari poi dormissero i miei sono sempre svegli quando andiamo fuori)

.... poi magari li si porta al mega centro commerciale che è cento volte peggio
Mano sola quindi...quoto :clap:

Mammetta
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 440
Iscritto il: lun set 07, 2009 4:10 pm

Messaggio da Mammetta »

Si infatti con la mia frase "non ci si chiude in casa" intendevo anche questo "trovare compromessi", ho scritto della pizzeria di getto perchè proprio ieri sera delle mie amiche ci hanno invitati fuori per domani sera, loro sono single ed hanno un gruppo di amici single, che ovviamente non vanno in pizzeria alle 19 di sera, ma alle 21 ed oltre e quindi anche ieri sera mi sono sentita dire che sto diventando un eremita. PEr quanto riguarda i centri commerciali non se ne parla proprio, quelli all'aperto ancora ancora, ma quelli al chiuso, ora poi con l'influenza che gira proprio no....meglio evitare credo no?

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

io ho trovato un buon compromesso credo.

Ho cercato da subito di capire i suoi limiti.

Lorenzo è un bimbo dal sonno pesante, quindi posso andare in pizzeria e portarlo.

D'altro lato so che verso mezzanotte il sonno diventa più leggero quindi per quell'ora dobbiamo essere a casa (e se capita di essere fuori la sera lo preparo già in modo tale da non doverlo spogliare a casa, quando vedo che ha sonno lo cambio)

Se Lorenzo avesse avuto un sonno diverso avrei rinunciato.

Ho cercato di sfruttare le occasioni che il suo modo di essere mi dava per venire incontro alle sue esigenze allo stesso tempo non rinunciare del tutto alle nostre

Da dire che non siamo mai stati da vita serale ne io ne france.

La nostra vita serale include una volta ogni tanto pizzeria alle sette di sera, possibilmente non di fine settimana perchè c'è troppa gente in giro.

Bisogna valutare il figlio che capita e basarsi su di lui per decidere cosa si può fare e cosa no secondo me.

Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Io credo che come in tutte le cose bisogn cercare di non essere troppo estremisti.

In pizzeria quando aveva un mese ci sono andata. Il rumore non dava fastidio e riusciva a dormire benissimo in carrozzina. Ho smesso attorno ai 10-12 mesi, perchè si annoiava a dover star seduta e non era molto rilassante andare in giro per i locali con una nanerottola per mano.

Io vedo che le cose variano in base all'età dei bimbi, io non dico di chiudersi in casa, ma nemmeno uscire se si vede che i bmbi non gradiscono.

Ok, come al solito i bimbi si sanno regolare benissimo anche in questo!

Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

noi ci adeguiamo a lei ma facciamo anche tante cose CON lei per cui si è abituata. quando aveva due mesi sono andata alla festa della birra e c'era un concerto, lei era nella fascia e ha dormito tutto il tempo tranquilla, domani andiamo a Milano a fare un giro e andiamo coi mezzi, portiamo la fascia sia io che Mirko, lo zaino coi cambi e lei dorme quando ha sonno, sta sveglia quando non ne ha, ci fermeremo per allattarla e mangiare noi in orario non di punta. Ma l'abbiamo abituata subito a venire con noi e non lo trovo sbagliato.

Rispondi