Un cactus ogni tanto, con i miei ossequi!

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Chloe83

Messaggio da Chloe83 »

superstrafra ha scritto:ahahah quella dei risvegli per sete e pipì che per regola non dovrebbero esistere fa ridere anche me, chè non credo si parli di insonnia nemmeno per l'adulto se si sveglia almeno una volta per andare in bagno (a me succede da 1 a 4 volte ad esempio).
lasciarli piangere fino al vomito lo dice lui ma non credo debby l'abbia fatto, almeno non ne ha parlato in questi termini. quello che voglio dire è che , aldilà del modo di porsi piuttosto supponente, non credo sia giusto affibbiare un giudizio di merito ad una mamma SOLO perchè prova a risolvere un problema e ci riesce senza compromettere i bisogni di sua figlia. cioè, ne sappiamo troppo poco per dare una sentenza del genere, aldilà dei discorsi sull'indipendenza del noenato, ecc.
sbaglio?

Se utilizza Estivill o qualunque metodo preveda di ignorare scientemente un bambino non ci riesce senza compromettere i bisogni di sua figlia, li compromette eccome ma pensa che il suo proprio sonno sia più importante dei bisogni di sua figia, e il mio giudizio in proposito è il suddetto. Oh, avrò torto magari, ma la penso così.



Chloe83

Messaggio da Chloe83 »

Solange ha scritto:Però per dovere di cronaca può anche darsi che sia Sveva ad essere relativamente "facile" da gestire nel sonno.

Anche se io sono abbastanza convinta che tornare a casa poche ore dopo il parto che è andato tutto sommato bene e farla dormire con noi dal primo giorno abbiano contribuito molto a renderla serena e credo che sia anche per questo che lei quando ha sonno, se portata in camera da letto fa dei gran sorrisoni, perchè è evidente che è contenta del DOVE e CON CHI dorme e l'abbiamo ottenuto senza fatica alcuna, facendo quello che si fa dalla notte dei tempi.
Oddio, spero ch dipenda da bambino a bambino, perchè la nani dorme con noi da quando siamo tornati a casa, e dorme esattamente come e dove richiede (in braccio, quasi sempre), ma a periodi lotta comunque, e di brutto, per addormentarsi. Dici che non le piacciamo noi? :cry:

Mammatitta

Messaggio da Mammatitta »

debby80 ha scritto:
Mammatitta ha scritto:Ma dico dici sul serio o vuoi semplicemente animare la discussione?

Il mondo è bello perchè vario e ci sono persone con idee diverse dalle proprie.



Non posso stare tutto il giorno sul forum, ho anche altro da fare (famiglia, preso di nuovo lavoro).



Il figlio ha bisogno di imparare a stare al mondo, non deve essere lui ad agevolare noi.
Se saremo in grado di renderlo maturo ed indipendente bene, altrimenti avremo un ulteriorie caso di mammone stanziale.
Quest'ultimo caso è il classico nelle case italiane. Chissà come mai in paesi nordici i pargoli se ne vanno di casa molto prima. Sarà per l'educazione più "fredda"?



Bè la storia dell'educazione "fredda" dei paesi nordici mi sembra un luogo comune come tutti quelli che hai elencato fin'ora. Ne conosco parecchi di olandesi e tedeschi (quelli che frequento ogni anno in estate in campeggio) e vedo bimbi portati in fascia amati e coccolati, se ne vanno di casa prima perchè la loro società lo permette e basta co 'sta cosa che gli Italiani sono mammoni, gli italiani non hanno i soldi per pagarsi una casa e non c'è lavoro!

Comunque leggo che non scrivi più CIAO

Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

Mammatitta ha scritto:
debby80 ha scritto:
Mammatitta ha scritto:Ma dico dici sul serio o vuoi semplicemente animare la discussione?



Bè la storia dell'educazione "fredda" dei paesi nordici mi sembra un luogo comune come tutti quelli che hai elencato fin'ora. Ne conosco parecchi di olandesi e tedeschi (quelli che frequento ogni anno in estate in campeggio) e vedo bimbi portati in fascia amati e coccolati, se ne vanno di casa prima perchè la loro società lo permette e basta co 'sta cosa che gli Italiani sono mammoni, gli italiani non hanno i soldi per pagarsi una casa e non c'è lavoro!

Comunque leggo che non scrivi più CIAO
sì, che poi vederli rifugiarsi nell'alcool e avere amici solo di ciucca non è che sia così edificante, se proprio vogliamo andare a vedere a che cosa porta l'educazione "fredda" dei figli tanto indipendenti, di qualunque nazionalità.

Mammatitta

Messaggio da Mammatitta »

Solange ha scritto:
Mammatitta ha scritto:
debby80 ha scritto:
sì, che poi vederli rifugiarsi nell'alcool e avere amici solo di ciucca non è che sia così edificante, se proprio vogliamo andare a vedere a che cosa porta l'educazione "fredda" dei figli tanto indipendenti, di qualunque nazionalità.
Ecco infatti poi verso i 13/14 anni li vedi andare ciucchi verso le 23,00 con la birra (quando va bene) nelle bottigliette di coca cola e bere bere bere!

Che poi a me quello che fa Debby con la figlia non è che mi cambi la vita quello che mi ha dato fastidio è stato il suo tono incalzante e stizzoso fin dall'inizio.

Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

Chloe83 ha scritto:Oddio, spero ch dipenda da bambino a bambino, perchè la nani dorme con noi da quando siamo tornati a casa, e dorme esattamente come e dove richiede (in braccio, quasi sempre), ma a periodi lotta comunque, e di brutto, per addormentarsi. Dici che non le piacciamo noi? :cry:
no, sono convinta che dipenda dal bambino ma anche dalla nascita che ha avuto e da come sono stati i suoi primi giorni.

Sveva è nata dopo 9 ore di travaglio, si è beccata un po' di ossitocina ed epidurale non richieste ma tutto sommato è stata una bella nascita, uscita dalla pancia è stata data a me, io l'ho passata a suo padre che dopo aver tagliato il cordone l'ha lavata e vestita e poi è tornata da me. dopo poche ore l'ho messa in fascia e siamo tornate a casa.

niente notti in ospedale, visite al nido, visite di parenti, altri bambini urlanti, disagi o stress alcuno, sempre con me come se nemmeno fosse uscita dalla pancia, ha sempre dormito o nel lettone o in braccio quindi senza passare da culla a carrozzina a lettino o chessoio (non so se possa incidere sul sonno ma secondo me un po' sì perchè si abituano a dormire in un posto e ci si affezionano).

Quindi sì, dipende dal bambino ma anche da tanti altri fattori esterni. Più il passaggio dalla pancia all'esterno è stato dolce e armonioso più è semplice, secondo me.

Poi per l'addormentamento, ci sono periodi in cui fanno più fatica ad ad addormentarsi perchè vorrebbero fare fare fare e invece sono stanchissimi.

Ma capita anche a me di fare tira e molla fino a che non cede; io di solito mi limito a rimetterla per terra a giocare due minuti, alla prima contrarietà scoppia a piangere disperata perchè stanca, la tiro su, la tetto e a quel punto di solito cede e si addormenta.

Ma se è ancora in quella fase del: ho sonno ma devo fare altre cose importantissime! tenerla attaccata al seno, ninnarla, tenerla nel letto sono tutte cose inutili e solitamente innervosicono sia me che lei, la lascio fare quallo che vuole fare fino a che non capisce che in effetti non ce la fa più, sto tranquilla io e sta tranquilla lei.

Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

Mammatitta ha scritto: Ecco infatti poi verso i 13/14 anni li vedi andare ciucchi verso le 23,00 con la birra (quando va bene) nelle bottigliette di coca cola e bere bere bere!

Che poi a me quello che fa Debby con la figlia non è che mi cambi la vita quello che mi ha dato fastidio è stato il suo tono incalzante e stizzoso fin dall'inizio.
Esatto, non me ne frega un tubazzo nemmeno a me. Però se inizi a provocare con frasi del tipo "che cosa farai, la terrai nel letto fino al matrimonio" o tiri fuori teorie della minchia su mammonaggine etcetera mi urti un pochetto!

Sul discorso "in altri paesi" io ci sono stata in un altro paese, dove i bambini non vengono allattati così le mamme possono riprendere a bere e fumare un minuto dopo il parto, dove i bambini devono dormire da soli e dove le eccezioni sono veramente poche e non mi pare che i risultati siano eccellenti visti i casi di bullismo, di utilizzo di droghe e alcool fin dalla più tenera età e così via.

Ho conosciuto persone provenienti da tutti i paesi avendo lavorato in tre multinazionali e sai che ti dico?

Quelli che io ho trovato più indipendenti nel vero senso della parola (gente che sa staccarsi dalla famiglia serenamente, responsabili, combattivi ma pur sempre persone che sanno divertirtsi) sono i portoghesi.

Casualmente prima ancora di rimanere incinta parlando con due amiche portoghesi mi dissero che loro erano sconvolte dal vedere tutti quei passeggino perchè da loro non si usano, i bambini si portano in braccio e si coccolano sempre tanto e dormono in camera con i genitori.

Magari è soltanto un caso però non ne sarei così tanto sicura!

Chloe83

Messaggio da Chloe83 »

Solange ha scritto:no, sono convinta che dipenda dal bambino ma anche dalla nascita che ha avuto e da come sono stati i suoi primi giorni.

Sveva è nata dopo 9 ore di travaglio, si è beccata un po' di ossitocina ed epidurale non richieste ma tutto sommato è stata una bella nascita, uscita dalla pancia è stata data a me, io l'ho passata a suo padre che dopo aver tagliato il cordone l'ha lavata e vestita e poi è tornata da me. dopo poche ore l'ho messa in fascia e siamo tornate a casa.

niente notti in ospedale, visite al nido, visite di parenti, altri bambini urlanti, disagi o stress alcuno, sempre con me come se nemmeno fosse uscita dalla pancia, ha sempre dormito o nel lettone o in braccio quindi senza passare da culla a carrozzina a lettino o chessoio (non so se possa incidere sul sonno ma secondo me un po' sì perchè si abituano a dormire in un posto e ci si affezionano).

Quindi sì, dipende dal bambino ma anche da tanti altri fattori esterni. Più il passaggio dalla pancia all'esterno è stato dolce e armonioso più è semplice, secondo me.

Poi per l'addormentamento, ci sono periodi in cui fanno più fatica ad ad addormentarsi perchè vorrebbero fare fare fare e invece sono stanchissimi.

Ma capita anche a me di fare tira e molla fino a che non cede; io di solito mi limito a rimetterla per terra a giocare due minuti, alla prima contrarietà scoppia a piangere disperata perchè stanca, la tiro su, la tetto e a quel punto di solito cede e si addormenta.

Ma se è ancora in quella fase del: ho sonno ma devo fare altre cose importantissime! tenerla attaccata al seno, ninnarla, tenerla nel letto sono tutte cose inutili e solitamente innervosicono sia me che lei, la lascio fare quallo che vuole fare fino a che non capisce che in effetti non ce la fa più, sto tranquilla io e sta tranquilla lei.
Beh, la nani è nata con cesareo, ma non ha passato al nido nemmeno mezzo secondo ed eravamo in una camera minuscola che ci ha permesso di stare lì da sole. Parenti intorno lo stretto indispensabile, i miei e mia suocera (dai, posso dare la colpa a lei se non dorme? :ehehe: ). In ospedale non mi dormiva addosso di notte perchè avevo paura, ed ero anche tanto dolorante, ma di giorno l'ho tenuta sempre addosso, e da quando siamo tornate a casa è stato contatto continuo e cosleeppaggio.
Lei in realtà quando è stanca, proprio stanca che si stropiccia gli occhietti, in baccio vuole starci eccome e se la metto giù sono proteste sonore, ma vuole essere ninnata passeggiando E cantando (o saltellando seduta sul letto e cantando), anche a lungo. Non lo fa sempre, ma ha periodi in cui lotta contro l'addormentamento, dà appunto l'impressione che abbia cose più importanti da fare e che consideri dormire tempo perso. Io poi non ho l'arma-tetta, per cui forse è anche normale che voglia sentire la mia presenza con movimenti e voce...

Rispondi