un gatto due gatti

Cani, gatti, formiche, iguane e ora anche cactus e piante carnivore!
Avatar utente
Magui
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1424
Iscritto il: dom dic 21, 2008 9:00 pm

Messaggio da Magui »

lunetta ha scritto:c'è chi dice che si fanno compagnia
beh, ti dico DIPENDE
la mia Luna che ora ha 14 anni, non ha MAI accettato quelli venuti dopo di lei, MAI
ne ha sofferto molto e tutt'ora fa fatica a sopportare la loro presenza
dipende dal gatto, insomma
per la gestione...bah, che dire...Luna da quando sono arrivati gli altri non ha quasi mai più fatto i bisogni in lettiera...
ti lascio immaginare
sintomo di un disagio

però ci sono casi e casi
il mio thai, ora purtroppo morto, accoglieva sempre con affetto i nuovi arrivi, tanto che lo avevo ribattezzato papino...
scusa per come ho scritto, sto allattando
ecco :detto tutto la cri.



Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

lunetta ha scritto:c'è chi dice che si fanno compagnia
beh, ti dico DIPENDE
la mia Luna che ora ha 14 anni, non ha MAI accettato quelli venuti dopo di lei, MAI
ne ha sofferto molto e tutt'ora fa fatica a sopportare la loro presenza
dipende dal gatto, insomma
per la gestione...bah, che dire...Luna da quando sono arrivati gli altri non ha quasi mai più fatto i bisogni in lettiera...
ti lascio immaginare
sintomo di un disagio

però ci sono casi e casi
il mio thai, ora purtroppo morto, accoglieva sempre con affetto i nuovi arrivi, tanto che lo avevo ribattezzato papino...
scusa per come ho scritto, sto allattando
grazie anche a te
mi date ottimi spunti di riflessione

io sono molto impulsiva e ieri sera stavo caricando il gattino in macchina (ce l'ha mia suocera ora) per portarlo a casa, poi mio marito per fortuna mi ha fermato, e' meglio valutare prima le situzioni che trovarsi dopo con i problemi, anche perche' una volta in casa da li non si muove piu', non sarebbe giusto anche per i bambini

io ad esempio non sapevo che la convivenza tra gatti potesse essere complicata

Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

Lo dico con tristeza, ma nella tua situazione io un gatto non lo aggiungerei in casa.

Avatar utente
Artemis
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4227
Iscritto il: mer dic 17, 2008 5:04 pm

Messaggio da Artemis »

Simo* ha scritto:Magui invece sei stata chiarissima
da quando mi dici mi sa che sarebbe dura veramente
soprattutto alla luce del fatto che
1. la mia gatta e' sterilizzata ma non vaccinata
2.il gattino ha tre mesi, non e' ancora stato sverminato ed e' maschio
3. la mia micia e' molto selvatica, aggressiva e poco coccolona
4.ho appena finito una lunga estenuate lotta contro la pipi' di gatto, risolta finalmente, ma l'idea che un gattino maschio arrivi in casa e mi segni il territorio facendomi rinizare da capo tutto mi terrorizza
no.
ti consiglio di non prenderlo
con quel carattere la micia starebbe malissimo.

Avatar utente
Lelia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3781
Iscritto il: ven lug 03, 2009 10:00 am

Messaggio da Lelia »

Nel tuo caso l'inserimento è difficile soprattutto perché hai una femmina di 5 anni che non è abituata a condividere il territorio. Parlando di gatti sterilizzati, le femmine sono MOLTO più territoriali dei maschi. Un inserimento, quando si tratta di uno o più adulti, richiede cmq molto tempo e molta pazienza, e soprattutto un forte desiderio per il nuovo gatto, altrimenti la tentazione di lasciare perdere il tutto può diventare fortissima.
Mai, e dico mai, inserire un nuovo gatto se il residente non è vaccinato contro la Felv. L'unica eccezione riguarda i gatti provenienti da allevamenti, o i gatti già sicuramente Felv negativi. In tutti gli altri casi, il vaccino è d'obbligo, come del resto è d'obbligo per tutti i gatti che escono.
Io di gatti ne ho 3, tutti arrivati in tempi diversi, e adesso c'è un buon equilibrio. Ma la femmina, secondo me, starebbe benissimo anche da gatta unica, mentre i due maschi si adorano e passano un sacco di tempo insieme.

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

Sheireh ha scritto:Lo dico con tristeza, ma nella tua situazione io un gatto non lo aggiungerei in casa.
:cry: mi sa che finira' cosi e sono triste pure io perche' era tanto carino e affettuoso, dopo anni e anni di gatta aggressiva che ha graffiato TUTTI, bambini compresi, questo batuffolo bianco aveva conquistato i nostri cuori

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

Lelia ha scritto:Nel tuo caso l'inserimento è difficile soprattutto perché hai una femmina di 5 anni che non è abituata a condividere il territorio. Parlando di gatti sterilizzati, le femmine sono MOLTO più territoriali dei maschi. Un inserimento, quando si tratta di uno o più adulti, richiede cmq molto tempo e molta pazienza, e soprattutto un forte desiderio per il nuovo gatto, altrimenti la tentazione di lasciare perdere il tutto può diventare fortissima.
Mai, e dico mai, inserire un nuovo gatto se il residente non è vaccinato contro la Felv. L'unica eccezione riguarda i gatti provenienti da allevamenti, o i gatti già sicuramente Felv negativi. In tutti gli altri casi, il vaccino è d'obbligo, come del resto è d'obbligo per tutti i gatti che escono.
Io di gatti ne ho 3, tutti arrivati in tempi diversi, e adesso c'è un buon equilibrio. Ma la femmina, secondo me, starebbe benissimo anche da gatta unica, mentre i due maschi si adorano e passano un sacco di tempo insieme.
di che vaccino si tratta?
io alla mia non ne ho mai fatti perche' si e' sempre rifiutata di uscire di casa per cui non ne ho mai visto l'unilita'
questo gattino invece e' stato poco in casa e poi messo in un cortile con i fratellini e altri mici

Avatar utente
Lelia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3781
Iscritto il: ven lug 03, 2009 10:00 am

Messaggio da Lelia »

Allora, per i gatti ci sono due vaccini fondamentali.
Uno è il trivalente, che copre da rinotracheite, panleucopenia e calicivirosi. Questo vaccino, almeno per i primi anni di vita, andrebbe fatto a tutti i gatti, anche quelli che vivono solo in casa, perché si tratta di virus aerei quindi le malattie possono essere contratte anche senza contatto diretto con altri gatti.

Poi c'è il vaccino contro la Felv, che copre dalla Felv, ovvero dalla leucemia felina. Questa è una malattia infettiva altamente contagiosa che si trasmette tramite contatto di sangue o anche solo di saliva, quindi tutti i gatti che possono entrare in contatto con altri gatti andrebbero sempre vaccinati. Si trasmette anche da madre positiva ai figli, quindi prima di fare il vaccino il gatto andrebbe sempre testato per assicurarsi che sia negativo. E' una malattia incurabile e mortale, quindi la prevenzione è l'unica arma possibile.

Ai gatti che devono fare sia trivalente che anti-Felv spesso si fa un unico vaccino, detto pentavalente, che copre da rinotracheite+panleucopenia+calicivirosi+Felv+clamidia.

Rispondi