Uno sfogo...

AUR9

Messaggio da AUR9 »

Ciao, sono caterina. Ti abbraccio forte. Posso immaginare, la mia bimba ha 6 mesi, ma è sempre stata buonissima e poi non ha mai avuto problemi. Tranne il reflusso gastroesofageo, ma per fortuna niente di allarmante. Come stai? Come state? Non dev'essere facile vivere in una casa così piccola, forse il bambino sente che cìè tensione fra te e il suo papà e si lagna in continuazione. Lo allatti tu vero? Te lo chiedo perchè forse tra una poppata e un'altra avresti bisogno di uscire, anche solo per fare amicizia con l'edicolante o il fornaio. Riguardo a tuo marito....forse lui non si dà una mossa perchè sa che tanto poi ci sei tu. Anche con il mio non è stato facile. All'inizio tutto bene, poi c'è stato un periodo che non la teneva quasi più in braccio, per quasi due mesi. Con la santa pazienza ci ho parlato e gli ho fatto capire che la figlia ha bisogno di lui. Che lui non può fare che per i primi due mesi le dà il latte, la cambia, la veste e tutto il resto e poi di punto in bianco niente, tutto per stare davanto al computer. Ora le cose sono tornate come prima. E anche lei è più serena. Ti racconto queste cose per dirti che è un brutto periodo. Ma passerà. Cerca, se puoi, di far sentire importante tuo marito. Almeno con il figlio. Cerca di trovare mezz'ora per parlare e non per urlare. Cerca di capire cosa prova lui, cpme si sente. Sai perchè? Perchè forse anche lui sta attraversando un brutto periodo, e magari se ne parla con te e tu parli con lui potrete ritrovare un minimo di collaborazione. Che ne pensi?



Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

Leylia, ascolta.

Andrea è ancora piccolo ed è normale provare quel senso di soffocamento che provi tu, tanto più che non hai l'aiuto di nessuno.

Io mi sono trasferita dai miei per due mesi così da potermi occupare solo di Sveva, poi a settembre siamo tornate a casa e i primi giorni mi pareva di impazzire.

Poi piano piano le cose hanno iniziato ad andare meglio e io ho scoperto che il modo migliore per non fare annoiare Sveva è caricarmela in spalle con la fascia e fare quel che devo fare.

E' normale che un bambino del 2009 si annoi perchè il suo scopo è imparare dalla madre a vivere e a fare delle cose, stare sempre lì a cercare di distrarlo lo stufa perchè non è il suo "scopo". Quindi anche se sembra paradossale si annoiano molto meno a guardare noi che facciamo le nostre cose piuttosto che vedere che ci arrovelliamo per intrattenerli, senza successo. E ovviamente lo vogliono fare stando addosso a noi, da una posizone privilegiata.

quando iniziano a saper usare le mani e ancor più quando stanno seduti come ora fa Sveva, stanno anche delle mezz'ore a giocare ma mica tutto il giorno. Quando si rompe me la carico su e via. Spesso guarda uel che faccio sbilanciandosi tutta di lato e poi crolla addormentata.

Io ho la casa decente e riesco a preparare i pasti, oggi ho anche fatto il pane e la pastra madre e anche se non sembra fa bene riuscire a concludere qualcosa, ci si sente "normali" e lei e serena e tranquilla. Verso sera rompe ma è un orario delicato ed è normale.

Questo per dirti che non sei la sola a sentirti così e anche per offrirti la mia soluzione che sarò anche noiosa ma è la fascia. Se non l'avessi sarei già impazzita perchè non fare altro che allattare, cambiare, coccolare, distrarre, consolare, pensare che diavolo vuole alla fine ci sfinisce. Io con la fascia risolvo; la distraggo, la coccolo, la faccio dormire, la intrattengo e la distraggo e se frigna perchè magari ha sonno e non riesce ad addormentarsi -posto che sia sazia, ovvio - non faccio altro che saltellare un po', canto la sua ninna nanna e parte. Non so se può funzionare anche per te ma magari pensaci, avere le mani libere aiuta anche a sentirsi utili e attive e a liberare la mente.

Per il discorso coppia, anche noi abbiamo passato un momentaccio e capisco che dopo essere state toccate tutto il giorno dai nostri figli non abbiamo voglia di altro che di stenderci da qualche parte da sole, al buio e senza che nessuno ci otcchi-

Però cerca di fare un piccolo sforzo, ora sei tutta mamma e non c'è lo spazio per essere anche moglie. Ma se si riesce a superare il fastidio iniziale poi le cose vanno molto meglio.

Dai, incontrati con lunetta e poi magari senti se ci sono gruppi di allattamento o di mamme e bimbi a cui partecipare, a volte parlare anche di persona fa tanto bene!

Dai tesoro, che ce la fai.

Noi siamo qui!

P.S: la dermatite da quando ce l'ha?

Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

DImenticavo: a Roma c'è Silvi, che è un'ottima professionista psicoterapeuta, che ti può indirizzare al meglio su come muoverti per risolvere la tua situazione.
Puoi provare a contattarla?

chiaretta_1974

Messaggio da chiaretta_1974 »

guarda, i 4 mesi sono stati x me, in entrambi i casi (ho 2 figli) il culmine della tragedia. non ero più fresca come prima, ma il bimbo non era già abbastanza autonomo come nei mesi a venire. anche io ho passato ciò che stai passando tu, e si crede che durerà x sempre. invece si tratta di pochi mesi davvero, vedo che verso gli 8/9 mesi, quando i bimbi stanno seduti, giocano tenendo le cose in mano, gattonano...beh si inizia a ragionare.
purtroppo bisogna arrivarci, e sane di mente - cosa non sempre facile - .
Prova a vedere altre mamme, se non puoi attaccati al telefono con qualcuno di piacevole e chiacchiera un po'. non sentirti in colpa, fai già tutto ciò che potresti fare, non credi?

Avatar utente
emy
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5320
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:47 pm
Contatta:

Messaggio da emy »

Innanzitutto ti abbraccio.
Anche per me all'inizio è stata dura, lui che ciucciava ogni due ora sia di giorno che di notte, mio marito che c'era e non c'era, io stanca morta.
Eppure come dice Lupina passa.
ti sembrerà incredibile ma è così.
ora veniamo al senso pratico, i tuoi non ti possono aiutare?
un'amica, una sorella, qualcuno insomma che non sia tua suocera.

Elen
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2736
Iscritto il: mar ott 06, 2009 9:54 pm

Messaggio da Elen »

Solange ha scritto:Leylia, ascolta.

Andrea è ancora piccolo ed è normale provare quel senso di soffocamento che provi tu, tanto più che non hai l'aiuto di nessuno.

Io mi sono trasferita dai miei per due mesi così da potermi occupare solo di Sveva, poi a settembre siamo tornate a casa e i primi giorni mi pareva di impazzire.

Poi piano piano le cose hanno iniziato ad andare meglio e io ho scoperto che il modo migliore per non fare annoiare Sveva è caricarmela in spalle con la fascia e fare quel che devo fare.

E' normale che un bambino del 2009 si annoi perchè il suo scopo è imparare dalla madre a vivere e a fare delle cose, stare sempre lì a cercare di distrarlo lo stufa perchè non è il suo "scopo". Quindi anche se sembra paradossale si annoiano molto meno a guardare noi che facciamo le nostre cose piuttosto che vedere che ci arrovelliamo per intrattenerli, senza successo. E ovviamente lo vogliono fare stando addosso a noi, da una posizone privilegiata.

quando iniziano a saper usare le mani e ancor più quando stanno seduti come ora fa Sveva, stanno anche delle mezz'ore a giocare ma mica tutto il giorno. Quando si rompe me la carico su e via. Spesso guarda uel che faccio sbilanciandosi tutta di lato e poi crolla addormentata.

Io ho la casa decente e riesco a preparare i pasti, oggi ho anche fatto il pane e la pastra madre e anche se non sembra fa bene riuscire a concludere qualcosa, ci si sente "normali" e lei e serena e tranquilla. Verso sera rompe ma è un orario delicato ed è normale.

Questo per dirti che non sei la sola a sentirti così e anche per offrirti la mia soluzione che sarò anche noiosa ma è la fascia. Se non l'avessi sarei già impazzita perchè non fare altro che allattare, cambiare, coccolare, distrarre, consolare, pensare che diavolo vuole alla fine ci sfinisce. Io con la fascia risolvo; la distraggo, la coccolo, la faccio dormire, la intrattengo e la distraggo e se frigna perchè magari ha sonno e non riesce ad addormentarsi -posto che sia sazia, ovvio - non faccio altro che saltellare un po', canto la sua ninna nanna e parte. Non so se può funzionare anche per te ma magari pensaci, avere le mani libere aiuta anche a sentirsi utili e attive e a liberare la mente.

Per il discorso coppia, anche noi abbiamo passato un momentaccio e capisco che dopo essere state toccate tutto il giorno dai nostri figli non abbiamo voglia di altro che di stenderci da qualche parte da sole, al buio e senza che nessuno ci otcchi-

Però cerca di fare un piccolo sforzo, ora sei tutta mamma e non c'è lo spazio per essere anche moglie. Ma se si riesce a superare il fastidio iniziale poi le cose vanno molto meglio.

Dai, incontrati con lunetta e poi magari senti se ci sono gruppi di allattamento o di mamme e bimbi a cui partecipare, a volte parlare anche di persona fa tanto bene!

Dai tesoro, che ce la fai.

Noi siamo qui!

P.S: la dermatite da quando ce l'ha?
La dermatite gli è scoppiata al compimento dei due mesi.
Ho provato a portarmelo addosso, ma si agita e comincia a brontolare anche così! Dura pochi minuti in tutto, adora solo uscire, rigorosamente in marsupio, perchè si lagna anche nel passeggino.
Lui già da tempo sa usare le mani, ma oltre ad assaggiare i giochini non fa e ovviamente non ci vuole molto a ciucciarsi un telefono di plastica!
Forse sono esagerata io, ma è davvero molto irrequieto. Piagnucola e si dimena come un ossesso persino quando gli cambio il pannolino!
L'unico momento in cui sta buonissimo è il bagnetto, ma con la dermatite non posso farlo spessissimo e mi hanno sconsigliato la piscina, che invece penso sarebbe stata un grossissimo aiuto!

Elen
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2736
Iscritto il: mar ott 06, 2009 9:54 pm

Messaggio da Elen »

emy ha scritto:Innanzitutto ti abbraccio.
Anche per me all'inizio è stata dura, lui che ciucciava ogni due ora sia di giorno che di notte, mio marito che c'era e non c'era, io stanca morta.
Eppure come dice Lupina passa.
ti sembrerà incredibile ma è così.
ora veniamo al senso pratico, i tuoi non ti possono aiutare?
un'amica, una sorella, qualcuno insomma che non sia tua suocera.
I miei sono lontani, gli amici... beh, appena nato Andrea qualcuno c'era, ora ovviamente hanno tutti il loro da fare. Mia suocera l'ho nominata perchè è l'unica che non ha nulla da fare, essendo casalinga e col marito in pensione, ma non solo non fa nulla, peggiora pure le cose nei momenti in cui c'è.
Per dirne una, i primi tre mesi di gravidanza, ho sofferto di iperemesi, passando anche 10 giorni in ospedale. Non riuscivo a bere nè a mangiare, non sopportavo l'odore della cucina nè qualsiasi altro odore. Mia madre dalla puglia mi mandava cose cucinate tramite mio fratello, così che mangiasse qualcosa di buono pure mio marito, ma mia suocera non ha mosso un dito. L'unica volta che le ho chiesto se poteva prepararmi degli spinaci, in quel periodo, me ne mandò un po' cotti, il resto da cuocere e io non riuscivo neppure ad alzarmi dal letto senza essere aiutata.

Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

leylia ha scritto:I miei sono lontani, gli amici... beh, appena nato Andrea qualcuno c'era, ora ovviamente hanno tutti il loro da fare. Mia suocera l'ho nominata perchè è l'unica che non ha nulla da fare, essendo casalinga e col marito in pensione, ma non solo non fa nulla, peggiora pure le cose nei momenti in cui c'è.
Per dirne una, i primi tre mesi di gravidanza, ho sofferto di iperemesi, passando anche 10 giorni in ospedale. Non riuscivo a bere nè a mangiare, non sopportavo l'odore della cucina nè qualsiasi altro odore. Mia madre dalla puglia mi mandava cose cucinate tramite mio fratello, così che mangiasse qualcosa di buono pure mio marito, ma mia suocera non ha mosso un dito. L'unica volta che le ho chiesto se poteva prepararmi degli spinaci, in quel periodo, me ne mandò un po' cotti, il resto da cuocere e io non riuscivo neppure ad alzarmi dal letto senza essere aiutata.

Scusa, non voglio infierire.

Però che stronza, eh.

Rispondi