Uno sfogo...

Claudiuccia

Messaggio da Claudiuccia »

leylia ha scritto:Io ci sto :)
Abiti a Cerveteri? Non è molto lontano.
Ti scrivo in privato.
Si ^^
Ma adesso sto a casa di Roberto, a Ladispoli...cioè, tra San Nicola e Ladispoli, venendo da Roma è pure più vicino :)



sony_melody

Messaggio da sony_melody »

Ciao sono Sonia di Milano. Il mio Nicholas ha sei mesi e ha gli stessi problemi del tuo piccolo. Piange spesso un pò per le gengive doloranti, o perchè si sveglia grazie al vicino STROn...che fa i dispetti e ulula per far abbaiare il suo cane. Per il sonno uso Pediason in sciroppo(omeopatico), non dorme tutta notte, ma sicuramente dorme meglio e di più. Per la dematite, ho avuto questo problema con la grande (Vanila), dovevo lavarla solo con amido di riso e usavo una crema apposta che mi diede la dermatologa. Gli alimenti c'entrano eccome!!! Ora che ha nove anni e soffre ancora di dermatite, lo sfogo maggiore ce l'ha se mangia pomodori crudi, molluschi, ciccolata ecc. I latticini le danno problemi alla pancia, quindi è passata al latte di soia e derivati. Per lavarsi usa il Phisiogel e dopo la crema sempre Phisiogel. E' più che normale non riuscire a fare i mestieri o cucinare e non avere tempo per se stessi. Anch'io stavo scoppiando e mi sentivo abbandonata da tutti. Col tempo la situazione migliora. Anche mio marito preferisce il pc, però gli rompo così tanto le ...che alla fine lo spegne. Ho imparato a lasciare che si prenda uno spazio per riprendersi dallo stress per il lavoro, così è più tranquillo e lo sono anch'io.
Cerca di uscire anche quando è brutto e vedere gente con cui scambiare due parole...aiuta tantissimo. Un abbaccio forte. :bacio:

Avatar utente
sol
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1209
Iscritto il: sab set 19, 2009 4:19 pm

Messaggio da sol »

dani69 ha scritto:cara...posso dirti da mamma di un novenne che passera'...che sono momenti che piu' o meno abbiamo attraversato tutte...che dopo lo sfogo e un bel pianto devi farti forza...so che la dermatite è un guaio..so che vorresti sentirti ancora donna.. ma che non trovi il modo.. il tempo.. la voglia..
che non ti senti " abbastanza" madre, ma credi, nonostante abbia smesso da un po' con pannolini e biberon, l'inadeguatezza mi assale comunque e sempre..e la forza d'una madre sta proprio in quel dubbio..quella incertezza, che ci spinge a metterci in discussione...la maternita', per me, è un lungo viaggio (non per niente mi definisco mamma in itenere) di conoscenza, di condivisione di crescita e di arricchimento reciproco...il tutto sostenuto e supportato dalla consapevolezza, in costante crescita, che per noi donne quell'essere diventa..Il Tutto..
condividi le tue insicurezze..che sono quelle di tutte noi..perche' un figlio cambia la vita.. retorico.. ma vero..
stai con noi, sei in buona compagnia..
Sic..Vorrei esserti vicina, Leilya. Ti sono vicina comunque. Passa!!!
:bacio:

Avatar utente
la yle
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3291
Iscritto il: gio ago 23, 2007 3:03 pm

Messaggio da la yle »

Ciao, che passa te lo hanno già detto in tante ed è verissimo.
personalmente in questo momento rivolgerei tutte le mie attenzioni per risolvere il problema della dermatite. Vi consiglierei di fare entrambi un test di medicina naturale sulle intolleranze (che non sono solo alimentari). Io i problemi di mia figlia li ho risolti con il test di becom. va benissimo anche l'overload o il vega test.
Cerca un pediatra che tratta la medicina omeopatica. Io senza quella non so come avrei risolto con mia figlia (vedi storia di Vanila).
Una volta sistemato il bambino, tutto magicamente si risolve.
Ah, un'intolleranza provoca, oltre alla dermatite anche altri problemi tipo rigurgito, dolori addominali perenni (non come le coliche che si limitano alle ore serali), raffreddore sieroso, tosse, catarro, scariche diarroiche.
ciao e facci sapere

Avatar utente
madda77
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 947
Iscritto il: gio apr 16, 2009 10:56 pm

Messaggio da madda77 »

leylia ha scritto:Forse sono esagerata io, ma è davvero molto irrequieto. Piagnucola e si dimena come un ossesso persino quando gli cambio il pannolino!
L'unico momento in cui sta buonissimo è il bagnetto, ma con la dermatite non posso farlo spessissimo e mi hanno sconsigliato la piscina, che invece penso sarebbe stata un grossissimo aiuto!
Leyla, il tuo pare proprio il gemello separato alla nascita del mio! :ola:
Scusami se ci scherzo sù ma so perfettamente cosa vuoi dire, perché anch'io tiro un sospiro di sollievo appena crolla dal sonno (UNA - se sono proprio fortunata DUE - volte al dì e per non più di 20 min.) :sticazzi:
Fino a non molto tempo fà anch'io ero arrivata a pensare che la sua perenne inquietudine fosse dovuta a chissà cosa che io non avevo ancora compreso, ma posso assicurarti che è solo la loro vulcanica voglia di crescere e scoprire il mondo!
Come qualcuna ti ha già scritto, con il tempo le cose migliorano......devi solo tenere duro!
Il mio diavoletto :fing: ora ha nove mesi, gattona per tutta la casa e con il girello mi segue per tutta la casa, con grandissimo sollievo per le mie braccia :clap:
Inoltre non mi vuole più vicino ogni istante, cosicché posso lasciarlo sul tappetone a giocare o a guardare i cartoni ed io riesco persino a leggermi un bel libro, rilassarmi sul divano, dedicarmi al trucco e parrucco o alla casa :cisssss:
Fino a poco tempo fà non avrei scommesso 1 centesimo che sarei arrivata a queste conquiste.
Cerca in ogni caso di ritagliarti piccolo spazi di svago, anche per un semplice caffè o una bella passeggiata col piccolo (per me erano davvero salutari).
Ti mando un grosso abbraccio :bacio:

rita2

Messaggio da rita2 »

Faccio parte anch'io del club mamme esaurite, penso che ci passiamo tutte, è molto dura. Alessandro non dorme quasi mai di giorno specie quando sta male (oggi giornata infernale con tutti e due i bimbi a casa reduci da febbre), mio marito mi aiuta, mia madre vive in un altro paese ma ogni tanto viene e mi da una mano in casa, ho una signora per le pulizie, ma non riesco lo stesso a muovermi, ne a concludere nulla. i primi quattro mesi mi sono trasferita da mia mamma perchè non ce l'avrei fatta per l'allattamento con l'altra bimba. La mia casa è circa 100 mq ma mi sento soffocare lo stesso, a volte non si riesce a camminare perchè la grande fa un macello sul pavimento invaso di roba,io uso la fascia e spesso mi risolve i problemi perchè il bimbo si tranquillizza. Nonostante ciò spesso sono vittima dello sconforto, rabbia, tristezza, non vado ne avanti ne indietro, e il pensiero che a gennaio dovrei riprendere il lavoro mi uccide. Snon felice dei miei due bambini ma quando sono così piccoli ci sono degli aspetti terrificanti della routine quotidiana. Quindi è perfettamente normale che tu, da sola, senza aiuto, ti senta così. Ma devi pensare che passerà, è solo una fase. So che il tuo bambino (bellissimo) cresce benissimo, il mio neanche quello, sapessi quanti pianti ho fatto perchè avevo paura che fosse malato e ogni tanto ce l'ho ancora. Fatti coraggio Leyla che tuo figlio cresce sano e ti amerà sempre di più, questa fase passerà. Nell'attesa cerca aiuto, dalle ragazze chev abitano vicino a te, da gruppi di sostegno che non mancheranno nella tua città, a differenza della mia dove c'è il vuoto assoluto e io che ho deciso di allattare i miei figli ho incontrato difficoltà enormi e solitudine. Dunque coraggio. Difficilmente si parla degli aspetti terribili della maternità, ma questi sono naturali e connaturati all'essere madre. Lo stereotipo della madre perfetta serena, padrona di se stessa, è falso, inesistente. Siamo tutte in difficoltà e dunque non sei sola.

Avatar utente
emy
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5320
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:47 pm
Contatta:

Messaggio da emy »

ecco brave incontratevi, state vicine, farà bene a leyla.

emanuela1977

Messaggio da emanuela1977 »

Cara Leylia, ti sono vicina perchè so cosa stai provando. Anch'io come te ho avuto un bruttissimo periodo che però, fortunatamente, è passato. Mi sono fatta aiutare da medici e da farmaci però il brutto è davvero passato. Non avevo voglia di farmi toccare da mio marito e facevo di tutto per sfuggirgli. Gli ho detto come mi sentivo e ha capito e, adesso, mi è ritornata la voglia di avere quell'intimità che avevamo appena sposati. Naturalmente lui è tutto contento e lo sono anch'io. Fatti tantissimo coraggio: questo periodo buio passa. Te lo posso confermare.
Tanti baci
emanuela :bacio:

Rispondi