de paraffina liquida petrolatoque

Moda, tendenze e bellezza
Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

Allora, intanto il discorso petrolio: è un olio minerale, costa poco perchè a volte è uno scarto della lavorazione del petrolio, altre volte è petrolio lavorato appositamente a fini cosmetici, è efficace perchè da una sensazione di levigatezza alla pelle e la fa sembrare più morbida perchè occludendo i pori fa sì che l'acqua venga trattenuta all'interno dei pori e quindi appare più "piena" (infatti i riempi rughe sono petrolato allo stato puro con qualche silicone e altre sostanzine) ma ovviamente nei pori rimangono anche i batteri che normalmente verrebro portati via dal sudore e combattuti dal sebo normalmente presente sulla nostra pelle, ecco perchè è comedogenico.

Lo è anche l'olio di mandorle su chi è predisposto ma anche l'olio di oliva, tanto per dire, può dare problemi ma non perchè occludono i pori, mi pare sia un discorso di pH e di ghiandole che vengono stimolate troppo.

Il discorso petrolato è anche un discorso etico, il petrolio non è una risorsa infinita, lo sappiamo. Ci si fa la guerra per il petrolio, ci sono vittime ogni giorno.

Quindi noi cerchiamo di limitarne l'uso sia per l'auto che usiamo solo 1 o 2 volte a settimana e a volte nemmeno quello e cerchiamo di utilizzare prodotti che non ne contengano perchè ogni goccia è preziosa, le generazioni future potrebbero ritrovarsi senza risosrse per scaldarsi o azionare maccihne (non che il che sarebbe solo male) quindi sprecarlo per spalmarcelo in faccia o peggio sul culotto dei bimbi anche considerando che non è un prodotto proprio "verde" secondo me è meglio di no!

Per lo stesso motivo cerco di non comprare a Sveva giocattoli di plastica (ma tanto c'è mia madre che ci si ostina) e di non usarne tanta nemmeno io, soprattutto usa e getta. Sui contenitori sono più malleabile perchè hanno una lunga durata e quindi possono essere riutilizzati per molti anni e poi riciclati e trasformati.

Poi fate BOBIS :lol:



Giulia1970
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1723
Iscritto il: mer ott 01, 2008 4:29 pm

Messaggio da Giulia1970 »

superstrafra ha scritto: e sui profumi nessuno sa dire qualcosa riguardo alla base alcoolica o meno?
Non credo proprio che ci sia alcool, se non espressamente indicato, nei cosmetici che riportano la dicitura "profumo".
Le case produttrici, ovviamente, non divulgherebbero la composizione dei loro formulati cosmetici. La legge lo impone, ma lascia la facoltà di non specificare la natura delle molecole aromatiche che conferiscono la "unicità" del prodotto: un po'come la Coca Cola, dove c'è scritto "aromi" ma quali aromi siano nessuno lo sa. Quindi con "profumo" si intende una certa quantità di composti odorosi tal quali, non uniti all'alcool che costituisce il mezzo veicolante nei prodotti come le eau de toilette e eau de parfum che indichiamo genericamente con "profumi". Riguardo alla "naturalità" degli aromi, essi possono essere:
- sintetici, con una struttura artificiale (l'uomo crea in laboratorio una struttura con proprietà odorose che non esiste in natura)
- sintetici, natural-identici (le stesse molecole sintetizzate dal metabolismo ad es. delle piante, ricreate sinteticamente ma ripeto identiche a quelle naturali)
- naturali, estratte dalla matrice originaria con diversi procedimenti.
Molte molecole aromatiche hanno proprietà allergeniche, sia che provengano dalle piante che dalla sintesi artificiale (es. limonene).

Rispondi