cioè, aids e attualità

Una sezione per discutere delle problematiche legate all'adolescenza dei nostri eredi.
sonia_bon

Messaggio da sonia_bon »

Ciao a tutte! Sicuramente oggi si parla meno di AIDS rispetto al passato e non credo che questo sia giusto, perchè purtroppo molti ragazzi giovanissimi hanno rapporti sessuali non protetti o se li hanno protetti lo fanno solo per proteggersi dalle gravidanze indesiderate e non pensano minimamente al rischio AIDS. Sono convintissima che almeno tra i giovani ci sia una forte ignoranza riguardo questa malattia, ignoranza che io, avendo vissuto negli anni '80, fortunatamente non ho.


Avatar utente
la yle
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3291
Iscritto il: gio ago 23, 2007 3:03 pm

Messaggio da la yle »

Ho una collega al lavoro con figlie alle superiori, di cui una ha il fidanzato da diverso tempo. L'unica preoccupazione di questa donna è che la figlia non rimanga incinta e se fosse stato per lei (ma non so come è andata a finire), avrebbe dato la pillola alla ragazzina già dal primo incontro con il ragazzo. Del resto, chissenefrega!!!!!!
Avatar utente
Polly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3134
Iscritto il: ven nov 16, 2007 10:52 pm
Contatta:

Messaggio da Polly »

Lelia ha scritto:Io sono nata nell'82 ma cmq anche durante la mia adolescenza (fine anni Novanta) si parlava tanto di Aids. Sia alle medie che al liceo ci hanno fatto vari corsi di educazione sessuale, curati dal consultorio giovanile di zona, e si parlava tanto anche di Aids e di malattie a trasmissione sessuale in generale.
Adesso non so quanto se ne parli.
Sicuramente sarebbe più utile parlare di questo piuttosto che della suina...magari potrebbero utilizzare Topo Gigio per parlare di Aids invece che romperci le palle con i 5 consigli anti influenza dei maiali...
Topo Gigio hahhhahahah mi hai fatto morire dal ridere
comunque si se ne parla pochissimo non più come un tempo. I miei figli sanno cos'è ma onestamente noi non ne abbiamo mai paralto in termini più specifici, scientifici.
Vorrei che facessero qualche corso a scuola di queste cose in generale chiaramente con esperti esterni, che sappiano rispondere alle loro domande senza professori o genitori in mezzo, perché si sa che hanno curiosità che non riescono a tirar fuori se davanti hanno persone che conoscono.

Mi sento in colpa, come genitore, di questa poca informazione

. Cercherò di rimediare
daba
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 37
Iscritto il: mer ott 28, 2009 9:49 pm

Messaggio da daba »

anche fra le mie amiche, tutte mamme di ragazze, l'unica preoccupazione del sesso riguarda un'eventuale gravidanza. Aids proprio mai, non se ne parla proprio. Addirittura una voleva portare la figlia dal ginecologo per avere la pillola ancora prima di aver avuto rapporti. Forse si pensa che la preoccupazione debba essere dei maschi, che devono essere muniti di preservativo.... come se l'aids scegliesse fra maschi e femmine..
Avatar utente
superstrafra
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3675
Iscritto il: lun set 07, 2009 10:47 pm

Messaggio da superstrafra »

ma qualcuno di voi l'ha visto mai il film "kids"?
anni fa lo noleggiai e giuro che non ci dormii per qualche notte
http://cinema-tv.corriere.it/film/kids/01_25_67.shtml
Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

No, mai visto.

Comunque come pensavo.

Passata la paura iniziale, si è cominciato a fare come se nulla fosse.

ma pensano ancora che si prenda con un bacio o bevendo dallo stesso bicchiere o comunque un minimo di conoscenza c'è?

E comunque è vero, si pensa sempre alle gravidanze indesiderate, ma dell'aids o di altre malattie trasmissibili sessualmente se ne fregano tutti.

QUalche tempo fa mi pare di aver letto che è addirittura in aumento la sifilide.
Avatar utente
tati
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 11634
Iscritto il: ven dic 15, 2006 10:35 pm

Messaggio da tati »

I ragazzi non ci pensano. Ahimè se usano precauzione è solo per una gravidanza indesirata, non per prevenire certe malattie.
Ho una cuginetta di 15 anni, il suo mondo di amiche tra qui alcune che già hanno fatto sesso, ed è tristissimo.
Io ricordo che ne ero terrorizzata, sapevo che non bastava un bacio( cosa che ahimè le mie amiche non sapevano, per diverso tempo), ma noi a casa ne abbiamo sempre parlato liberalmente.

Ecco, credo che in parte un po’ dipenda anche dai genitori.
Io sono nata e cresciuta parlando di tutto, uscendo di casa e dicendo ai miei oggi farò sesso per la prima volta.
Vorrei tanto che ely diventi così, vorrei riuscire a creare lo stesso rapporto, forte e sincero. Lele invece non ha mai parlato di nulla ai suoi, ne loro a lui.
Ed è difficile per lui aprirsi con i bambini, soprattutto quando saranno un pelo più grande e ne avranno bisogno.

L’ aids nel mondo di oggi viene calcolata meno di 10 anni fa, ma la malattia cè ancora ed è anche pericolosa. Spero davvero almeno, come madre, di riuscire a far conoscere i rischi di un sesso non protetto a mia figlia, non inteso certamente come il diventare nonna, am come malattie.

La scuola? So che in questo periodo non fanno nulla, appunto grazie ai racconti delle cugine. Noi alle medie, ogni anno, 10 lezioni con un sessuologo psicologo.
ilfo

Messaggio da ilfo »

quando andavo a scuola da noi se ne parlava solo l'1 dicembre e basta.
Sembrava una cosa che non ci riguardasse manco per niente!
(io il cioè lo leggevo riciclato, cioè quando le compagne avevano finito me lo passavano)
Rispondi