sono una mamma ma anche una donna

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Rispondi
stellina74

sono una mamma ma anche una donna

Messaggio da stellina74 »

ciao a tutte,
volevo riuscire in poche parole a spiegare la mia situazione non facile e chiedere aiuto a qualcuno che ne sappia piu' di me....
sono separata legalmente da piu' di un anno,ma per problemi di natura economica da parte di entrambi coabitiamo nello stesso appartamento di proprieta' di entrambi,in attesa di venderlo....il problema e' che io nn sopporto piu' questa situazione,anche perche' lui pensa che tutto tra noi possa tornare come prima,ma da parte mia nn e' cosi,ho cercato di farglielo capire,ma lui mi minaccia come ha sempre fatto. Sono dell idea che quando finisce un matrimonio la colpa nn e' mai di uno solo,ma di entrambi...forse nn ci siamo mai capiti,o forse lui,sbagliava a paragonarmi alle altre,non apprezzando nulla di me,e io a non ribellarmi mai a questa cosa, e poi,pensare,sbagliando che con un figlio,forse si sarebbe risolto tutto..e cosi infatti nn e' stato...lui ha continuato ad essere violento sia fisicamente che con le umiliazioni....io poi,sbagliando,ho avuto,quando nn eravamo ancora separati legalmente una relazione con un uomo,finita poi male...lui mi ha scoperto e da qui ancora minacce e violenze...l ho denunciato due volte,ma dopo,al momento di presentarmi in tribunale per affrontare tutto,ho avuto paura e ho ritirato le denunce....cosi' ancora una volta l aveva vinta lui....ora per farla breve io non so piu' come uscire da questa storia,se avessi la possibilita' economica di pagarmi un affitto e meta' mutuo me ne andrei subito,ma nn posso....e poi lui mi lascerebbe? o mi renderebbe la vita difficile?con suo figlio,che ha 5 anni,non si comporta da buon padre,e questo nn lo dico solo perche' nutro dell odio verso di lui,e' suo figlio stesso a dirgli di andarsene via,e io al piccolo non ho mai detto certe cose....Ora io vorrei trasferirmi in un altra citta',per cambiare vita,aria...e per vivere il mio amore....lo posso fare?lui puoi impedirmelo?cosa devo fare per essere felice?chi puo' darmi un consiglio?grazie....



asolina

Messaggio da asolina »

beh dirti che ti possa render la vita diffile o no è impossibile.
una cosa buona è che ti sei sposata,hai mille e più diritti.
ma ora c'è ua cosa che anni fà non c'era,l'affido temporaneo che a me ha portato grane perchè non ero sposata,infatti subentra il tribunale dei minori, mentre per una separazione da matrimonio c'è solo il tribunale ordinario.
il mio consiglio è quello di farsi aiutare da un bravo avvocato che tuteli le donne, puoi sfruttare anche il gratuito patrocinio. in separazione, ma questo anche in matrimonio ti puoi benissimo rifare una vita, non è più reato neanche cornificare.
in più per mia esperienza lascerei fuori il consultorio famigliare, o meglio se proprio proprio vai prima tu di lui.
a parlare è una mamma separata da una convivenza che non vede le 2 figlie da 2 anni e mezzo!!!!!

chiaretta_1974

Messaggio da chiaretta_1974 »

vivere insieme nel periodo che intercorre tra la decisione di separarsi e la sua realizzazione è abbastanza atroce, l'ho provato per circa 6 mesi. non hai la possibilità di andare col bimbo da tua mamma o che lui vada dai suoi? potreste iniziare a vederlo a turno e vi alleggerireste un po'...

asolina

Messaggio da asolina »

http://www.donneinsieme.org/

io sarei andata da loro, ma son passata prima per un'altra associazione. zero tolerance di udine.

ti danno casa se ne hai bisogno, ti riinserisco nel mondo del lavoro, certo sarà dura e non è tutto rose e fiori, ma avrai una casa protetta!

Rispondi