Adozioni in rete - servizio gratuito informazioni (Piemonte, V.Aosta, Liguria)

Viviamo insieme il percorso dell'adozione
Rispondi
Azur
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5030
Iscritto il: ven dic 15, 2006 8:03 pm

Adozioni in rete - servizio gratuito informazioni (Piemonte, V.Aosta, Liguria)

Messaggio da Azur »

Da http://www.regione.piemonte.it/cms/piem ... -rete.html

Si chiama “Adozioni in rete” il nuovo servizio gratuito di informazione e consulenza promosso dalla Regione Piemonte e realizzato dall’Agenzia regionale per le adozioni internazionali. Dal 20 novembre 2009 (ventennale della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia, approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989), contattando il numero verde 800.155.500 sarà possibile ottenere ogni informazione utile sul tema.

Inaugurato il 12 novembre alla presenza della presidente della Regione, Mercedes Bresso, dell’assessore regionale al Welfare e Lavoro, Teresa Angela Migliasso, dell’assessore alle Politiche sociali della Valle d’Aosta, Albert Lanièce, del presidente del Tribunale per i Minorenni del Piemonte e della Valle d'Aosta, Fulvio Villa e del direttore dell’Arai, Anna Maria Colella, il servizio è rivolto a tutti i cittadini di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta potenzialmente interessati all’argomento (coppie aspiranti all’adozione nazionale e/o internazionale, famiglie adottive, educatori scolastici) e fornisce informazioni, approfondimenti e consulenze sulle procedure legate all’istituto dell’adozione nazionale ed internazionale, sul percorso adottivo e sulle iniziative organizzate da Commissione adozioni internazionali, Tribunale per i Minorenni, Equipe adozioni, enti autorizzati e associazioni familiari. Il numero verde mette inoltre a disposizione un servizio di consulenza pedagogica per gli aspetti legati all’inserimento e all’accoglienza scolastica e per il sostegno sulla narrazione adottiva rispetto alle esigenze dei programmi scolastici.

"Adozioni in rete" è rivolto sia ai genitori che agli insegnanti ed educatori, ma possono accedervi anche gli operatori dei servizi territoriali pubblici e no profit che si occupano della salute, del benessere e delle relazioni di aiuto dei bambini adottivi. Abilitato per chiamate da rete fissa, sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 per il servizio informativo e di orientamento, il mercoledì dalle 15 alle 18 per il servizio di consulenza pedagogica. Gli operatori, qualificati e formati, accoglieranno le richieste nel rispetto della privacy, ascolteranno e analizzeranno i bisogni ed orienteranno nella ricerca di una soluzione al problema. Per una consulenza più approfondita sarà possibile accedere ad un servizio e-mail appositamente predisposto, curato dagli stessi operatori, scrivendo a adozioniinrete@arai.piemonte.it

“Credo sia particolarmente importante avere possibilità di fornire informazioni a distanza in un campo in cui l’informazione è talvolta ancora carente - ha affermato Bresso - Molti problemi nascono dalla presenza di agenzie private, la maggior parte delle quali sono strutture serie, alcune purtroppo no, e la nascita di questa Agenzia si è dimostrata una scelta giusta, che speriamo possa rispondere sempre meglio alle richieste di supporto delle famiglie che decidono di adottare dei figli”. “Il servizio - ha dichiarato Migliasso - vuole essere un efficace strumento per affrontare al meglio il periodo successivo all’adozione, durante il quale l’accoglienza e la prevenzione di problemi legati al benessere del minore sono fondamentali per un suo corretto inserimento nel tessuto sociale e scolastico, oltre che famigliare”.


Rispondi