Differenze innate?

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Rispondi
Avatar utente
madda77
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 947
Iscritto il: gio apr 16, 2009 10:56 pm

Differenze innate?

Messaggio da madda77 »

Che l'universo maschile e quello femminile siano molto diversi per molteplici aspetti nessuno ormai lo discute, ma che tale differenza fosse già così spiccata sin da piccolissimi è un aspetto su cui mi sono ritrovata a riflettere ultimamente!
Già in gravidanza, chiunque sapeva che aspettavo un maschietto continuava a ripetermi "preparati, i maschietti sono TREMENDI.......", "ti darà filo da torcere", "i maschi sono pestiferi"........ e frasi di analogo tenore a cui sinceramente non davo sufficiente peso, convinta che OGNI BAMBINO FOSSE A SE'!
Per carità, continuo a diffidare delle generalizzazioni e delle frasi fatte e ripetute da tutti pur se prive di un reale fondamento scientifico (e sui bambini se ne sentono e dicono davvero un'infinità), ma in questi primi nove mesi di vita del mio cucciolo ho avuto modo di osservare innumerevoli situazioni ed analogie che sembrerebbero suffragare tale "dato di base"! :mumble:
Premessa doverosa: mi sono decisa a fare un figlio dopo che è nata la mia prima nipotina di cui sono innamorata persa.
Trascorrevo con lei moltissime ore ed anche intere giornate e, per quanto fosse ugualmente faticoso, ricordo bene che era piacevolissimo perché era una PACIOCCONA :bacio:
Riuscivo a giocarci sul letto perché si lasciava fare qualunque cosa e si limitava a fissarmi divertita mentre io facevo la "pagliaccia"; potevo lasciarla tranquillamente nel sediolone, nel passeggino, nel box o seduta accanto a me sul divano! per addormentarla era sufficiente sdaiarla accanto a me sul letto e lei, dopo aver giocato mettendomi le sue manine in bocca si addormentava pian piano, e quando dormiva lo faceva per "almeno" una buona oretta (nella peggiore delle ipotesi)!
Con mio figlio: NULLA DI TUTTO CIO' E' POSSIBILE!
Sin da quando aveva solo pochi mesi, ha cominciato a essere super curioso di tutto ciò che lo circondava. Le ore di sonno diminuivano sempre di più e quando era sveglio non c'era verso di farlo stare tranquillo in qualunque posto.
Solo ed esclusivamente in braccio ma non certo seduti sul divano....ma rigorosamente in piedi ed in giro per la casa, in modo che potesse vedere e tentare di toccare tutto ciò su cui i suoi occhietti cadevano! :tettonaesaurita:
Non riesce a stare fermo mezzo nano secondo, sempre agitato, sempre in fermento, scalcia, graffia e mette le manine ovunque.......acchiappa e mette in bocca qualunque che riesce ad afferrare, ribellandosi con fermezza ai miei no.......si arrampica ovunque....tenta di aprire cassetti e mensole (che tra un pò sarò costretta a chiudere)....l'altro giorno dal passeggino era riuscito ad allungare una mano su un cassetto del comodino e con uno strattone era riuscito a sfilare tutto il primo cassetto :eeeeeeeeeee. se non fossi stata a mezzo metro da lui e non mi fossi lanciata su di lui afferrando il cassetto al volo, lo avrebbe avuto in testa con chissà quali conseguenze!
neppure il pannollino riesco più a cambiargli da sola, visto che non c'è verso di mantenerlo fermo in una posizione per mezzo secondo!
Non c'è verso di farlo dormire e la sera, per farlo crollare, bisogna cullarlo vigorosamente passeggiando per casa mentre lui continua a scalciare e divincolarsi in tutti i modi!
Persino quando dorme si agita e cammina nel lettone, finendo con l'assumere le posizioni più strampalate pur senza svegliarsi.
In buona sostanza la differenza è notevole, ma ho notato che molti maschietti sono simili al mio e molte femminucce alla mia nipotina!
Confrontandomi con amici, parenti e conoscenti ho avuto modo di notare che molte mamme di bambine le definiscono tranquille e "gestibili", mentre chi ha maschietti, oltre ad essere visibilmente più esausta, parla dei propri piccoli come dei veri e propri terremoti! :fing:
Quale è la vostra esperienza? :red:


Rispondi