Il metodo EASY

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
caterina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17805
Iscritto il: ven feb 22, 2008 10:55 am
Contatta:

Messaggio da caterina »

Sono io che ho parlato di contare fino a 10.
A parte che è la calma è una qualità, secondo me, e non una caratteristica, trovo anche che in quanto "vecchie" del forum o comunque non nuovissime, si debba dare il famoso buon esempio tanto usato nel mondo scout.
Oh scusate, io ero e sono scout, e i principi me li porto nella vita di tutti i giorni.
Il forum si migliora e si evolve partendo "dall'alto".
Se noi sapremo moderare i toni, allora tutti li terranno moderati.
Baci!



moon373

Messaggio da moon373 »

caterina ha scritto:Sono io che ho parlato di contare fino a 10.
A parte che è la calma è una qualità, secondo me, e non una caratteristica, trovo anche che in quanto "vecchie" del forum o comunque non nuovissime, si debba dare il famoso buon esempio tanto usato nel mondo scout.
Oh scusate, io ero e sono scout, e i principi me li porto nella vita di tutti i giorni.
Il forum si migliora e si evolve partendo "dall'alto".
Se noi sapremo moderare i toni, allora tutti li terranno moderati.
Baci!
Quoto!

Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

Il problema caterì è che SPESSO (e s'è visto anche qui) con toni dolci e pacati si dicono le peggiori NEFANDEZZE e se permetti quelle a me, fanno girare le giribiricoccole (ti paice? ahahha).

Giudicare i FIGLI degli altri dicendo che quelli che dormono con i genitori saranno dei viziati smidollati capricciosi, che se si risponde ai loro bisogni cresceranno accontentati in tutto e non sapranno mai com'è dura la vita, diverranno mammoni e poco propensi al distacco, che le donne che applicano i cosleeping e la fascia sono da terzo mondo dove, per inciso, nessuna fa un cazzo e le donne sono tutte al livello dei primati, sono GIUDIZI che, anche se detti pacatamente, a mio avviso, PEGGIO che un vaffanculo sonoro.

Non badiamo solo alla forma quando entriamo nelle discussioni, andiamo a vedere la sostanza e forse ci accorgeremmo che chi risulta più caloroso a difendere le proprio idee è anche il più educato, non parlo di me peccarità che so di essere volutamente stronza, ma ad esempio di lenina che mai e poi mai manca di rispetto all'interlocutore o si permette di giudicare i bambini.

Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

Altra cosa, per quello che mi riguarda ci sono diverse maniere per dare il buon esempio, siamo in tante admin e mod (a parte che io non amo il forum a piramide gerarchica, ho adottato io il termine kirghisia per identificare questo luogo perché piuttosto che avere la forma di un triangolo con un vertice preferisco che ci identifichiamo in un cerchio ove tutti siamo equidistanti dal centro) e ognuna interviene per quello che è senza concertazione.

C'è chi preferisce dare il buon esempio intervenendo sui temi caldi, chi sui toni caldi, chi dando una linea, chi dando dell'aiuto, credo che l'intelligenza COLLETTIVA sia proprio questo, ognuna porta quello che è e le altre fanno lo sforzo di accettarlo, sempre nel rispetto certo degli altri.

Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

In altri forum forse funziona che basta mettere una faccina ghignante e puoi dire di tutto: qui si guarda al contenuto.

E quanto a contenuto, io come ho detto me ne frego perché non ho irrisolti mentali, ma Paola ha fatto bene a mettere in evidenza la gravità di certi contenuti, mentre per quanto riguarda quello che ha detto Solange... metterei un sondaggio su chi, tornando bambino, vorrebbe essere figlio di qualcuno che lo lascia a piangere da solo.
IO se mi metto nei panni di un bimbo piccolo che ha fame fuori orario, che ha bisogno di contatto per qualche motivo, che non sa capire perché non può avere una cosa e oltre che la frustrazione deve gestire anche il rifiuto del genitore... non posso fare a meno di pensarlo e non credo di essere l'unica, e in questo non ci vedo proprio nessuna offesa.
Meno male che siamo in democrazia, c'è chi è libero di applicare i metodi che vuole e chi è libero di pensare e di dire che non vorrebbe che su di lui bambino fossero applicati quei metodi.
Tamy ha scritto:VAnita la lasciavo piangere ad esempio perchè pretendeva il latte ad un orario che non andava bene e allora la lasciavo frignare e amen...
L'altra sera abbiamo cenato con Anita che sbraitava nel seggiolone...motivo? Voleva venirmi in braccio...
ma sinceramente di mangiare con lei in braccio non mi andava e se ne è rimasta sul seggiolone a urlare a squarciagola...poi dopo un quarto d'ora abbondante ha capito l'andazzo e si è rassegnata a mangiare da sola lì...
secondo me non sempre così sbagliato che i bambini si rassegnino....devono pur capire che certe cose non si fanno no?
e quando sono grandi che vogliono il gormito o la winx e te non gliela puoi prendere e glielo spieghi con le buone e loro manco ti filano e si buttano per terra a mo' di crisi isterica, hai voglia te a sta lì a consolarli e a dialogarci....lo lasci nel suo brodo finchè non si stufa...
o meglio, io faccio così...

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

il fatto è che alla fine di tutto la cosa peggiore che è stata detta di chi lascia piangere i bambini è "non vorrei essere tua figlia"

E se non altro è stata detta in modo chiara.

Invece fra le righe di tanti altri post si legge che chi NON li lascia piangere cresce bambini viziati che saranno incapaci di gestire le frustrazioni.

Questo non è offensivo?

io non giudico come il bambino cresciuto con un metodo diventerà da grande, mentre spesso mi sento dire che mio figlio crescerà incapace di sentirsi dire no.

Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

Che poi cos, Irene t'ha mai fatto uan scena del genere di rifiutare un gioco, buttarloa a terra schifatissima e volerne un altro? jacopo mai!
Perché noi adesso, signore mie, ce li abbiamo i bimbi di 6 anni, cresciuti rispondendo ai loro bisogni e ci ritroviamo bambini equilibratissimi e regionevoli, per nulla capricciosi, entusiasti di giocare a saltapozzanghere così come ai gormiti o alle winx, dormienti nei loro letti, che hanno ottimo rapporti coi compagni, con gli insegnanti, con il resto della famiglia, per capirci per nulla PROBLEMATICI... insomma, 5 anni fa ci dicevano che era teoria, ora qualche frutto lo raccogliamo, o no?

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Paola M. ha scritto:Che poi cos, Irene t'ha mai fatto uan scena del genere di rifiutare un gioco, buttarloa a terra schifatissima e volerne un altro? jacopo mai!
Perché noi adesso, signore mie, ce li abbiamo i bimbi di 6 anni, cresciuti rispondendo ai loro bisogni e ci ritroviamo bambini equilibratissimi e regionevoli, per nulla capricciosi, entusiasti di giocare a saltapozzanghere così come ai gormiti o alle winx, dormienti nei loro letti, che hanno ottimo rapporti coi compagni, con gli insegnanti, con il resto della famiglia, per capirci per nulla PROBLEMATICI... insomma, 5 anni fa ci dicevano che era teoria, ora qualche frutto lo raccogliamo, o no?
solo fortuna paola vi è andata bene nonostante tutto.

Se le cose fossero andate diversamente però naturalmente sarebbe stata solo colpa vostra.

Rispondi