Il metodo EASY

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

Pandina ha scritto:
Perché mi devo sentire come se mi si facesse il terzo grado se semplicemente spiego che io ho invece utilizzato un altro sistema che non è invece congeniale per te?
Luisa, forse però tu stessa non hai risolto la cosa con te stessa perché ti senti sempre presa in esame, accusata, fin dai primordi di queste discussioni, se io penso che il metodo estevill è un metodo barbaro di tortura per tutto il bene che ti voglio non è corretto che cambi idea solo per quello, è una mia convinzione radicata, e non potrò mai dirti che è corretto il contrario.

Che non è un'opinione su di te ma sul metodo.

Tu poi dici che ogni madre deve seguire il suo istinto, per me anche questo è falsato nella società moderna perché ci ha portato a confondere l'istinto con i bisogni e non seguire più l'istinto del bambino.

Pensi che per me sia stato facile svegliarmi con Jacopo ogni ora del giorno e della notte ad allattarlo per tre mesi in queste condizioni? dormire con lui per tre anni di cui i primi quindici emsi attaccato alla tetta? e dopo la tetta si svegliava a bere il biberon? Non ti nascondo che a volte mi scoraggiava l'idea di questo bambino che non riusciva a tagliare quel cordone ombelicale , mi sono data anche colpe, mi sono chiesta se non stavo sbagliando, mi sono interrogata.

Avevo però un bambino sereno, con nessun risvolto psicologico a questo stato notturno e assolutamente sereno.

Poi è arrivata maddalena, ero già nell'ottica di replicare e invece s'è dimostrata tutt'altro.


Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

Pandina ha scritto: Non che questo sia un mio problema, ho sempre preferito il divano :ahahaha:
E poi ho anche altre idee, tipo che un bambino che viene sempre accontentato finisce per pensare che il mondo ruota intorno a lui. Prima o poi dovrà pure scontrarsi con la dura realtà ;-D
Ecco, se volessi renderti il favore tu adesso stai OFFENDENDO dei bambini che hanno dormito coi genitori, non stai esprimendo un giudizio sul metodo del cosleeping ma direttamente sui bambini, questo per dirti che ogni frase, se si vuole, può essere mal interpretata, io non mi permetterei mai di dirti che a causa dei tuoi metodi le tue figlie avranno dei problemi di educazione, di socialità di rapporti, di crescita.
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

Cos73 ha scritto:Kayura io non mi sento offesa se qualcuno insinua che i metodi "dolci" fanno crescere i bimbi incapaci di accettare le frustrazioni e di essere autonomi... c'è libertà di parola e pensiero PER TUTTI.
io invece sì e lo trovo proprio da stronze, visto che nessuna di NOI che attua il cosleeping s'è permessa di giudicare i bambini di chi usa estevill, al limite si giudicano le madri, io PERSONALMENTE giudico SOPRATTUTTO il metodo perché se posso capire del perché una madre ci arrivi ad applicarlo (non sempre) non posso capire la comunità scientifica che non lo abiura, eccetto UPPA, ma quelli hanno studiato. :cisssss:
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

caterina ha scritto:Il fisiologico va oltre il ragionamento.
Contando fino a 10 magari si evitano certi toni e certe affermazioni.
io non conto mai, mi spiace, nemmeno a casa mia.
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

Kayura ha scritto:no che problema con l'allattamento prolungato.
io non l'avrei fatto, ma non mi si posto il problema perchè alla fine non ho allattato nessuno dei 2. e nell'esperiuenza "alternativa" alla classica non mi possono lamentare, mi sono trovata bene.
sull'allattamento non posso dire la mia mi dispiace, ho allattato solo 1 misero mese
ma te guarda che me l'ero anche già immaginato! sono un genio mi sa (che magica c'è già solange)

Tralascio la questione ironia sull'africa perché non posso bannare tutti i razzisti che fanno capolino in questo forum, ma sarei tentata.
Avatar utente
Polly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3134
Iscritto il: ven nov 16, 2007 10:52 pm
Contatta:

Messaggio da Polly »

Paola M. ha scritto:io non conto mai, mi spiace, nemmeno a casa mia.
non c'entra niente con quello che stiamo dicendo (ossia tra noi adulti) ma ti consiglio Paola di imparare a contare fino a dieci, ti sarà molto utile quando avrai la tentazione di discutere con i tuoi figli adolescenti e capirai quanto sia utile questo piccolo allenamento, dieci secondi sono moltissimi in certe occasioni e danno l'opportunità di aggiustare il tiro al fine di migliorare una comunicazione che potrebbe essere altresì compromessa con uno sbotto di diverso genere.

Questo consiglio l'ho dato a mio figlio Gianluca quest'estate prima di partire per Malta per il suo viaggio studio con l'INPDAP, lui che non è capace di dire no a nessuno. Sarebbe stato inutile dirgli non fare questo non fare quello (bere troppo, farsi canne o simili ecc. ecc.) perché non avrebbe potuto mai dirmi di si a priori ed io, da brava mamma cosciente, neanche glielo avrei chiesto.

allora mi sono inventata questa promessa qualsiasi cosa gli avessero proposto, da andare a bere in un pub ad andare a farsi un bagno in mare, prima di rispondere di contare fino a 10, questo mi sono fatta promettere e al ritorno dalla vacanza mi ha ringraziato!!!


Scusate l'OT
Daniela
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: mer mar 07, 2007 11:58 am

Messaggio da Daniela »

Allora, ho trovato il post fino ad adesso molto interessante...
Bello lo scambio di idee, un po' meno le offese (vere o presunte) girate.
Non entro nel merito di Estevill, ma vi lascio solo la mia umile esperienza.
I miei bimbi hanno sempre dormito da soli, senza imposizioni e senza traumi.
Cristian da subito, Silvia e Simona un po' più tardi, ma sembre nel giro di pochi mesi.
Cristian non ha mai chiesto di venire nel lettone, e non lo fa nemmeno ora, pur essendo dei quattro il più mammone e coccolone. Semplicemente non gli piace.
Silvia vi si infilava e si infila ogni volta che può, sempre però al mattino, mai di notte.
Simona lo stesso.

Poi è arrivato Nicola....
Uno pensa che è il quarto, come ho fatto con gli altri farò con lui....
E invece ha messo in discussione tutto.
E' un bambino che ha un estremo bisogno di contatto fisico. Anche nella carrozzina, si addormenta semplicemente con una mano appoggiata alla guancia. Se di notte si sveglia (fortunatamente poco) lo mettiamo nel lettone e lui si strofina tutto addosso a me fino ad addormentarsi.
Di giorno, se è sveglio, spesso (quasi sempre) vuole stare in braccio. Non necessariamente a me, adora anche stare con Silvia.

Questo per dire che, se anche avessi deciso di applicare un metodo (cosa improponibile per me perché non sono costante in queste cose!!) avrebbe funzionato con i primi tre e fallito miseramente con questo.
Per la cronaca: ieri ho lasciato mezz'ora a mia madre Nicola, dicendole che sicuramente qualora si fosse svegliato avrebbe dovuto tenerlo in braccio. Sono tornata e lei mi ha detto "E' viziato come pochi!"
Io ho provato a dirle che un bambino che dorme anche tranquillamente nella sua carrozzina non mi sembra viziato se da sveglio vuole stare in braccio e lei mi ha tirato fuori che noi da piccoli dormivamo tutto il giorno e non frignavamo per venire continuamente su (che poi neanche ci credo!!)

Ah, e poi ricordo anche che circa un anno fa ha partorito una ragazza vicina di casa di mia mamma, che ha applicato il metodo estevill.
Ricordo che un giorno la ragazza è andata a chiamare mia madre dicendo di andare lei a badare al bambino, perché non se la sentiva più di sentir piangere così il bimbo.
Poi non so se abbia continuato o no....
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

Polly, io sono d'accordissimo che si debba pensarci prima di dire o fare cazzate, ci mancherebbe altro MA una volta che uno ha deciso di fare o dire qualcosa bisogna che segua un po' anche la sua indole nell'esprimersi sennò si rischia di diventare tutte PACATE! ahahhahah
Rispondi