Il metodo EASY

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Smilla

Messaggio da Smilla »

magica_emy ha scritto:C
Tutti mi dicono che sbaglio. Tutti mi dicono che è malsano farla dormire nel lettone, che è malsano farla addormentare in braccio (perché lei lo fa solo in braccio), che è malsano cullarla e cantarle 'il coccodrillo come fa', che è malsano darle sempre sta tetta, che è malsano tenerla sempre nella fascia mentre riordino casa, che è malsano dormire con lei sulla pancia, il pomeriggio sul divano.

Tutti vorrebbero farmi sentire in colpa.
Tutti mi dicono 'te lo diciamo per il tuo bene, quando riprenderei a lavorare, come farai?'.
A tutti rispondo, perchè nonostante mi dicano che sbaglio faccio di testa mia (ci mancherebbe) ' se è possibile riprendo a lavorare, altrimenti fanculo il lavoro!'.
Ellosò che un lavoro oggi giorno non lo trovi facilmente... ma per me è più importante che mia figlia sia felice.
magari, non lo sarà lo stesso, qualcosa la sbaglierò di certo.
ma almeno c'ho provato.
idem per me

e scusate la domanda: ma perchè e per chi è sbagliato cantare le canzoncine? Dovreste vedere lìe risate e i sorrisi di Edo :ahahaha: quando mi cimento in qualche canzoncina (con annesso balletto)


magica_emy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 881
Iscritto il: mer ago 19, 2009 11:24 am

Messaggio da magica_emy »

smile77 ha scritto:i ma perchè e per chi è sbagliato cantare le canzoncine?
perché, a detta loro, si abituano male! :eeeeeeeeeee.
maestrina78

Messaggio da maestrina78 »

Ciao mammine...io li ho letti tutti e due...per mentalità sono piuttosto aperta in tutto e mi piace sentire le varie "campane"...e prendere spunto qua e là...in questa discussione per me nessuno dice che siano bibbie,non credo che vadano prese alla lettera ma magari un pò qui un pò là insieme ad altri testi opposti per bambini si riescono a carpire particolari,suggerimenti,idee....

anche secondo me non esiste proprio un metodo adatto a tutti,come potrebbe esserlo che siam tutti unici e diversi?
Ma inutile negare che somiglianze nei comportamenti durante la crescita diciamo generici ci sono...e allora la Hogg a me non è dispiaciuta...quasi tutti i bimbi sono abitudinari,magari lei sbaglia a dargli il nostro ritmo ma abituarli secondo il loro è meglio sicuramente...non sono più tranquilli facendo sempre le stesse metodiche cose?Non gli infonde sicurezza?

Certamente il classificare i bimbi lo stesso è generico ma non essendo rigide,anche se vostro figlio è unico non riuscite a inquadrarlo + o - ?Daiiii......

Spiega qual'è la differenza tra il figlio immaginario,quello reale e come accettarlo e amarlo...

io non ho seguito il metodo(preso qualche spunto) ma analizzando un pò come io e Greta ci siamo organizzate conoscendoci strada facendo alla fine è venuto fuori da solo...con i nostri tempi...

c'è sempre la nanna la pappa il gioco il cambio no?

Insomma il libro a me non è dispiaciuto e poi ragazze so che fa strano ma non tutte le mamme sono uguali e magari a qualcuna a lungo andare può pesare qualcosa,sia il fatto di ninnarli,o allattarli a richiesta....ect...perchè arrabbiarci?
Come i nostri figli hanno esigenze diverse perchè essere unici lo sono anche le loro mamme....no?

scusate ho scritto un poema!!!! :bacio:
maestrina78

Messaggio da maestrina78 »

magica_emy ha scritto:perché, a detta loro, si abituano male! :eeeeeeeeeee.
perchè a detta loro si abituano ad addormentarsi solo se sentono la voce,la ninna nanna della mamma o di chi sia ad addormentarli...e se durante la notte si risvegliano da soli,non sono capaci di consolarsi e riaddormentarsi perchè il loro rituale del sonno è legato a quella cosa....

Ho letto pure "fate la nanna" adesso mi fate il :fing: ?
pinnetta72

Messaggio da pinnetta72 »

faccio mie le parole di lenina, come al solito :ok: :cisssss:
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

maestrina78 ha scritto:
Insomma il libro a me non è dispiaciuto e poi ragazze so che fa strano ma non tutte le mamme sono uguali e magari a qualcuna a lungo andare può pesare qualcosa,sia il fatto di ninnarli,o allattarli a richiesta....ect...perchè arrabbiarci?
Come i nostri figli hanno esigenze diverse perchè essere unici lo sono anche le loro mamme....no?

scusate ho scritto un poema!!!! :bacio:
Non mi arrabbio.
Vorrei solo che fosse chiaro che se NON si allatta a richiesta
Se NON si ninna il bimbo

Non lo si fa per il suo bene perchè se no avrà problemi (come molti dicono)

Ma perchè il genitore non ama farlo.

Sono due cose diverse.
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

maestrina78 ha scritto:perchè a detta loro si abituano ad addormentarsi solo se sentono la voce,la ninna nanna della mamma o di chi sia ad addormentarli...e se durante la notte si risvegliano da soli,non sono capaci di consolarsi e riaddormentarsi perchè il loro rituale del sonno è legato a quella cosa....

Ho letto pure "fate la nanna" adesso mi fate il :fing: ?
L'ho letto anche io fate la nanna.

Ma non è vero quello che dice Estivill e non è vero che si addormentano sempre allo stesso modo.

Lorenzo 22 mesi ieri sera è andato a letto (sul lettone) a dormire da solo.

Altre sere si addormenta in braccio

Alcuni pomeriggio va a dormire nel suo letto (un lettino singolo con la sbarra) altri preferisce fare la "nanna 'ollo" (nanna in collo)

Se non ci sono dorme dai nonni sul divano (mettono la sbarra naturalmente)

E la sera se non ci sono si addormenta tranquillamente con la nonna.

Non ha problemi di sonno di nessun tipo anche se non gli è mai stata data nessuna regola e non ha una routine.
Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

maestrina78 ha scritto:Ciao mammine...io li ho letti tutti e due...per mentalità sono piuttosto aperta in tutto e mi piace sentire le varie "campane"...e prendere spunto qua e là...in questa discussione per me nessuno dice che siano bibbie,non credo che vadano prese alla lettera ma magari un pò qui un pò là insieme ad altri testi opposti per bambini si riescono a carpire particolari,suggerimenti,idee....

anche secondo me non esiste proprio un metodo adatto a tutti,come potrebbe esserlo che siam tutti unici e diversi?
Ma inutile negare che somiglianze nei comportamenti durante la crescita diciamo generici ci sono...e allora la Hogg a me non è dispiaciuta...quasi tutti i bimbi sono abitudinari,magari lei sbaglia a dargli il nostro ritmo ma abituarli secondo il loro è meglio sicuramente...non sono più tranquilli facendo sempre le stesse metodiche cose?Non gli infonde sicurezza?

Certamente il classificare i bimbi lo stesso è generico ma non essendo rigide,anche se vostro figlio è unico non riuscite a inquadrarlo + o - ?Daiiii......

Spiega qual'è la differenza tra il figlio immaginario,quello reale e come accettarlo e amarlo...

io non ho seguito il metodo(preso qualche spunto) ma analizzando un pò come io e Greta ci siamo organizzate conoscendoci strada facendo alla fine è venuto fuori da solo...con i nostri tempi...

c'è sempre la nanna la pappa il gioco il cambio no?

Insomma il libro a me non è dispiaciuto e poi ragazze so che fa strano ma non tutte le mamme sono uguali e magari a qualcuna a lungo andare può pesare qualcosa,sia il fatto di ninnarli,o allattarli a richiesta....ect...perchè arrabbiarci?
Come i nostri figli hanno esigenze diverse perchè essere unici lo sono anche le loro mamme....no?

scusate ho scritto un poema!!!! :bacio:
Macché ti scusi, uno dice quello che ha da dire! ;)
secondo me le esigenze si creano anche, perchè se tu ti aspetti che le cose vadano in un certo modo poi sei insicura e ti senti incapace se così non è.
L'immagine che abbiamo del neonato è artefatta: se la mamma è brava e gli da "una routine", lui dorme e mangia a orari, la sera gli fai il bagnetto con grandi sorrisi e spalmate d'olio che potresti friggerlo, e dorme tutta la notte.
ma dove??
Molti nel tardo pomeriggio sono incazzati come iene e il bagnetto, se proprio vuoi farglielo, è un mezzo incubo.
Molti bimbi allattati al seno non hanno orari e men che mai dormono tutta la notte, e meno male, visto che la stimolazione notturna del seno è importantissima almeno per le prime settimane.
Molti strillano come aquile quando li appoggi nella culla, o dopo 5 minuti che ce li hai messi.
E non sei incapace tu: sono neonati loro.
Neonati completamente dipendenti a cui l'istinto grida "fatti sentire, fai stare qualcuno vicino a te". Quindi neonati normalissimi, semmai sono anomali quelli che accettano di buon grado di stare da soli.
Rispondi