Il metodo EASY

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Giulia

Messaggio da Giulia »

......... dopo mesi di ninne nanne, di avant'e ndre' di passeggino, di sballottamenti vari ieri sera federico si è addormentato nel lettino, con me accanto.. senza piangere, nè vomitare.. ha fatto il matto per una meez'oretta a giocare e passare da un lato all'altro.. abbiamo riso, scherzato, e poi traaaannn
evvai, alla faccia di estivill :fing:



moon373

Messaggio da moon373 »

Jersey ha scritto: Ecco io invece credo che sia giusto il contrario, perchè credo fermamente che il benessere dei bambini passi imprescendibilmente dal benessere della mamma... e ho visto chiaramente come era nervosa Alessia quando io non stavo bene...e come invece è serena adesso che io sono felice.
Parlando di allattamento.... io sono una persona molto vergognosa, non riuscirei proprio a mettermi in mezzo ad un bar ad allattare. E' un limite mio personale. L'allattamento a richiesta per me significava "chiuditi in casa e non uscire finchè non smetti di allattare". Sarebbe stato davvero migliore per Alessia?
Ci ho provato due giorni, ho visto che non era proprio una cosa adatta a me. Alessia è cresciuta mangiando regolarmente ogni tot ore...è sana e serena lo stesso.
Io non discuto che in linea di massima sia meglio l'allattamento a richiesta, discuto che sia legge universale.
Credo che una madre deve trovare il proprio equilibrio, perchè se una madre è stressata di certo non può trasmettere tranquillità al proprio figlio.
Sul fatto della mamma serena= figlio sereno l'ho sempre affermato ma sono convinta che sia un modo come un altro di pensare sempre e comunque principalmente al bene del piccolo.
Se tu stai bene ascoltando musica a tutto volume o cantando a squarciagola mentre tuo figlio dorme nella stanza accanto lo faresti solo perchè è un modo come un altro per essere tu più serena e dare quindi serenità a tuo figlio? :occhiodibue:
E' ovvio che ho fatto un esempio estremo ma serve per rendere più chiara la mia idea!
Sul fatto del'allattamento a richiesta è ovviamente una scelta dettata dalle esigenze di mamma e bambino e nessuno si è mai (almeno io non l'ho notato) addossato l'onere di dire che quello ad orari sia sbagliato!


Parlando di allattamento.... io sono una persona molto vergognosa, non riuscirei proprio a mettermi in mezzo ad un bar ad allattare. E' un limite mio personale. L'allattamento a richiesta per me significava "chiuditi in casa e non uscire finchè non smetti di allattare". Sarebbe stato davvero migliore per Alessia?
Ci ho provato due giorni, ho visto che non era proprio una cosa adatta a me. Alessia è cresciuta mangiando regolarmente ogni tot ore...è sana e serena lo stesso.
Io non discuto che in linea di massima sia meglio l'allattamento a richiesta, discuto che sia legge universale.
Su questo ti straquoto: hai fatto benissimo!!!!!!!!! :nani:

Poi altra cosa, ci sono tante persone che ti dicono ste cose brutte che dici tu (se fai così poi tuo figlio cresce disadattato ecc)... ma c'è anche chi dice il contrario.... che se tuo figlio dorme tranquillamente nella culla è perchè non è legato a te, perchè sei una cattiva madre...e quindi crescerà male perchè non si sente amato.
Insomma gli eccessi ci sono da entrambi le parti, purtroppo.
Tu dici di non averne mai letti sul forum, ma se leggi alcuni commenti vengono fatte affermazioni pesanti anche in senso opposto a quello che dici tu
Mo figlio ha dormito "quasi sempre" in carrozzina: E' legatissimo a me!!!!!!

Tamy
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 97
Iscritto il: mar ott 20, 2009 11:02 am

Messaggio da Tamy »

.................E secondo te una neonata fa i capricci? NO...
Aver bisogno del contatto con la mamma è un vezzo trascurabile? certo che no! e se posso cerco di accontentarle ma non sempre posso e allora mi è capitato di farle piangere ...
Tu quando hai fame cosa fai? dipende....
Guardi l'orologio e se non è l'ora di pranzo o di cena ti tieni il languore? bè sì....se sono le 10.00 di mattina e ho già fatto colazione mi tengo la fame...ad ascoltare il mio stomaco sarei una botte
Perchè un bambino deve seguire per forza delle regole? perchè tutti noi seguiamo delle regole e le mie figlie devono capire che esistono limiti, che non possono essere cresciute in completa anarchia e lo faccio anche per il loro bene perchè crescendo non avranno sempre la mamma attaccata al sedere che li accontenta in tutto

Dove sta scritto che farlo disperare è un buon sistema per aiutarlo a capire? ma non sta scritto da nessuna parte! o meglio, a differenza di molte di voi, io non l'ho letto da nessuna parte io dei libri me ne frego. Io agisco in base a ciò che ritengo giusto! e per me è giusto è così...per me è giusto che capisca sin da piccola che non si può sempre accontentarla in tutto e che esisto sì come mamma e ma anche come persona! Per me è giusto dare delle regole.Punto.
Capire cosa poi?
Che mamma è mamma a orari diversi?io sono mamma sempre...sono mamma quando la coccolo, sono mamma quando la sgrido, sono mamma quando la lascia per terra a piangere perchè fa i capricci ignorandola...
punto.

[/QUOTE]

Avatar utente
caterina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17805
Iscritto il: ven feb 22, 2008 10:55 am
Contatta:

Messaggio da caterina »

maestrina78 ha scritto:Se volglio un solitario da 40carati vedi come mi lascia piangere davanti alla vetrina :ahahaha: dovrebbe comprarmelo per zittirmi o spiegarmi che non se lo può permettere e portarmi via dal negozio?
Qui si sta sconfinando in altro territorio però.
Quello di un bambino grandicello che sa esprimersi e che a volte chiede cose non possibili.
Ma il discorso cambia quando si parla di neonati, lattanti, persone che non sanno esprimersi a parole, ma solo tramite pianto.
E il pianto è SEMPRE segnale di qualcosa che non va.
Può essere qualsiasi cosa.
E qualsiasi cosa essa sia, io reputo doveroso e necessario che il genitori argini il problema, in qualsiasi modo.

Tamy
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 97
Iscritto il: mar ott 20, 2009 11:02 am

Messaggio da Tamy »

maestrina78 ha scritto:Se volglio un solitario da 40carati vedi come mi lascia piangere davanti alla vetrina :ahahaha: dovrebbe comprarmelo per zittirmi o spiegarmi che non se lo può permettere e portarmi via dal negozio?
:ahahaha:

maestrina78

Messaggio da maestrina78 »

lenina ha scritto:Sì siamo su due piani diversi.

Io credo nel bambino buono, che noi mettiamo al mondo per amore e che amore ci chiede.

Io quando ho sete bevo e se ho fame mangio, non capirei perchè far piangere mio figlio se ha fame o sete in un orario in cui PER MIA DECISIONE è sbagliato avere fame.

Se mio figlio avesse sbraitato sul seggiolone l'avrei messo giù mi sarei seduta vicino a lui, ma alla fine l'avrei preso in braccio.

So che ti sembrerà incredibile, ma mio figlio che non ho mai lasciato piangere, che ha sempre mangiato e bevuto come voleva è un bambino di 23 mesi assolutamente "indipendente" (per quanto un bambino di 23 mesi possa essere indipendente)
è sereno e sa addirittura accettare un no senza grosse scene a volte (altre volte la scena la fa è inevitabile fa parte dell'età)
Mangia bene e mangia da solo e va all'asilo.

A cosa sarebbe servito lasciarlo piangere allora? :mumble:

Se io sono triste mio marito mi consola, se sono triste perchè vorrei andare in vacanza e non abbiamo i soldi per farlo pure.

Non mi lascia li triste perchè "stai solo frignando".

Se mio figlio è triste io lo consolo.
Pensi sia solo merito tuo o anche che tuo figlio abbia un bel carattere?

Non vorrei sminuire il tuo lavoro anzi tanto di cappello ma per me è un pò così buono di indole

losbanos

Messaggio da losbanos »

maestrina78 ha scritto:Pensi sia solo merito tuo o anche che tuo figlio abbia un bel carattere?

Non vorrei sminuire il tuo lavoro anzi tanto di cappello ma per me è un pò così buono di indole
I miei da piccoli erano facili da gestire, non so se sia buon carattere... certo che questo è già una bella fetta del "lavoro".

moon373

Messaggio da moon373 »

Jersey ha scritto: Ecco io invece credo che sia giusto il contrario, perchè credo fermamente che il benessere dei bambini passi imprescendibilmente dal benessere della mamma... e ho visto chiaramente come era nervosa Alessia quando io non stavo bene...e come invece è serena adesso che io sono felice.
Parlando di allattamento.... io sono una persona molto vergognosa, non riuscirei proprio a mettermi in mezzo ad un bar ad allattare. E' un limite mio personale. L'allattamento a richiesta per me significava "chiuditi in casa e non uscire finchè non smetti di allattare". Sarebbe stato davvero migliore per Alessia?
Ci ho provato due giorni, ho visto che non era proprio una cosa adatta a me. Alessia è cresciuta mangiando regolarmente ogni tot ore...è sana e serena lo stesso.
Io non discuto che in linea di massima sia meglio l'allattamento a richiesta, discuto che sia legge universale.
Credo che una madre deve trovare il proprio equilibrio, perchè se una madre è stressata di certo non può trasmettere tranquillità al proprio figlio.


Parlando di allattamento.... io sono una persona molto vergognosa, non riuscirei proprio a mettermi in mezzo ad un bar ad allattare. E' un limite mio personale. L'allattamento a richiesta per me significava "chiuditi in casa e non uscire finchè non smetti di allattare". Sarebbe stato davvero migliore per Alessia?
Ci ho provato due giorni, ho visto che non era proprio una cosa adatta a me. Alessia è cresciuta mangiando regolarmente ogni tot ore...è sana e serena lo stesso.
Io non discuto che in linea di massima sia meglio l'allattamento a richiesta, discuto che sia legge universale.
Primo: ho sempre e più volte affermato che il benesere del bambino passi attraverso quello della mamma ma anche la ricerca del proprio star bene sia un modo di pensare principalmente al proprio figlio.
Poi dipende da COSA ti far star bene!
Faccio un esempio estremo: a me è sempre piaciuto ascoltare musica a volume sostenuto e cantarci appresso!
Questo mi ha sempre tenuta di buon umore!
Mi piace metter su un cd mentre faccio i mestieri che mi sembrano così meno pesanti!
Questo mi fa stare bene!
Ma quando Ale dormiva nella sua carrozzina non mi sono nemmeno sognata di accender lo stereo e cantare a squarciagola solo perchè così sarei stata meglio! :eeeeeeeeeee.
Bisogna vedere COSA ti fa stare bene e agire secondo coscienza: non è comunque un modo di pensare principalmente a tuo figlio?
Secondo: l'allattamento a richiesta è senz'altro il modo migliore di rispondere alle esigenze di un bimbo ma non mi pare che sia mai stato detto che sia IL METODO per eccellenza!
Ogni mamma sceglie il sistema migliore per sè e per il suo bambino!
Nel tuo caso hai fatto benissimo: hai capito che non era un metodo adatto a te e l'hai scartato.........non ci trovo nulla di male! :marika:

Rispondi