Il metodo EASY

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Tamy ha scritto:e come pensi di riuscire a NON FARLA MAI PIANGERE?
L'accontenterai tutte le volte che te lo chiederà?
e se piangesse per un capriccio? cosa faresti? l'accontenteresti comunque perchè tua figlia non deve piangere?
Parliamo di neonati.
o comunque di bimbi che non sanno parlare.

Se un bimbo vuole qualcosa che non gli si può dare gli si spiega il motivo, si spiega che non tutto si può avere e lo si consola (perchè comunque la negazione è fonte di frustazione inevitabilmente)

Però non lo si ignora.

Un neonato non chiede grosse cose invece e di solito non c'è motivo per negargliele di proposito.



Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Pandina ha scritto: Ognuno faccia quel che vuole ma finiamola per piacere di criticare sempre chi è su una linea di pensiero differente.
È una cosa che mi irrita terribilmente e che esce continuamente in questo forum.
Allora o mettiamo un bell'annuncio in cui si dice espressamente che in questo forum si demonizzano alcune linee di pensiero e alcuni "metodi" educativi come quello del dottor Estivill o di Ferber, oppure ritorniamo a rispettare ogni sistema e ogni mamma che ha optato per un sistema differente dal nostro.

.
Ma cosa dovrei fare?
Evitare di dire come la penso quando si parla di Estivill perchè se no critico?

Eppure mi pare che non manchino le critiche al "permissivismo" ognuno da le sue idee.
Io critico una certa impostazione tu ne critichi un'altra cosa c'è di strano?

Tamy
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 97
Iscritto il: mar ott 20, 2009 11:02 am

Messaggio da Tamy »

lenina ha scritto:Parliamo di neonati.
o comunque di bimbi che non sanno parlare.

Se un bimbo vuole qualcosa che non gli si può dare gli si spiega il motivo, si spiega che non tutto si può avere e lo si consola (perchè comunque la negazione è fonte di frustazione inevitabilmente)

Però non lo si ignora.

Un neonato non chiede grosse cose invece e di solito non c'è motivo per negargliele di proposito.

Viviamo su due pianeti completamente diversi, comunque è anche bello leggere posizioni differenti dalle proprie...
io sinceramente sia Viola che Anita le ho lasciate piangere anche da neonate...Anita la lasciavo piangere ad esempio perchè pretendeva il latte ad un orario che non andava bene e allora la lasciavo frignare e amen...
L'altra sera abbiamo cenato con Anita che sbraitava nel seggiolone...motivo? Voleva venirmi in braccio...
ma sinceramente di mangiare con lei in braccio non mi andava e se ne è rimasta sul seggiolone a urlare a squarciagola...poi dopo un quarto d'ora abbondante ha capito l'andazzo e si è rassegnata a mangiare da sola lì...
secondo me non sempre così sbagliato che i bambini si rassegnino....devono pur capire che certe cose non si fanno no?
e quando sono grandi che vogliono il gormito o la winx e te non gliela puoi prendere e glielo spieghi con le buone e loro manco ti filano e si buttano per terra a mo' di crisi isterica, hai voglia te a sta lì a consolarli e a dialogarci....lo lasci nel suo brodo finchè non si stufa...
o meglio, io faccio così...

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Tamy ha scritto:Viviamo su due pianeti completamente diversi, comunque è anche bello leggere posizioni differenti dalle proprie...
io sinceramente sia Viola che Anita le ho lasciate piangere anche da neonate...Anita la lasciavo piangere ad esempio perchè pretendeva il latte ad un orario che non andava bene e allora la lasciavo frignare e amen...
L'altra sera abbiamo cenato con Anita che sbraitava nel seggiolone...motivo? Voleva venirmi in braccio...
ma sinceramente di mangiare con lei in braccio non mi andava e se ne è rimasta sul seggiolone a urlare a squarciagola...poi dopo un quarto d'ora abbondante ha capito l'andazzo e si è rassegnata a mangiare da sola lì...
secondo me non sempre così sbagliato che i bambini si rassegnino....devono pur capire che certe cose non si fanno no?
e quando sono grandi che vogliono il gormito o la winx e te non gliela puoi prendere e glielo spieghi con le buone e loro manco ti filano e si buttano per terra a mo' di crisi isterica, hai voglia te a sta lì a consolarli e a dialogarci....lo lasci nel suo brodo finchè non si stufa...
o meglio, io faccio così...
Sì siamo su due piani diversi.

Io credo nel bambino buono, che noi mettiamo al mondo per amore e che amore ci chiede.

Io quando ho sete bevo e se ho fame mangio, non capirei perchè far piangere mio figlio se ha fame o sete in un orario in cui PER MIA DECISIONE è sbagliato avere fame.

Se mio figlio avesse sbraitato sul seggiolone l'avrei messo giù mi sarei seduta vicino a lui, ma alla fine l'avrei preso in braccio.

So che ti sembrerà incredibile, ma mio figlio che non ho mai lasciato piangere, che ha sempre mangiato e bevuto come voleva è un bambino di 23 mesi assolutamente "indipendente" (per quanto un bambino di 23 mesi possa essere indipendente)
è sereno e sa addirittura accettare un no senza grosse scene a volte (altre volte la scena la fa è inevitabile fa parte dell'età)
Mangia bene e mangia da solo e va all'asilo.

A cosa sarebbe servito lasciarlo piangere allora? :mumble:

Se io sono triste mio marito mi consola, se sono triste perchè vorrei andare in vacanza e non abbiamo i soldi per farlo pure.

Non mi lascia li triste perchè "stai solo frignando".

Se mio figlio è triste io lo consolo.

losbanos

Messaggio da losbanos »

lenina ha scritto:Ma cosa dovrei fare?
Evitare di dire come la penso quando si parla di Estivill perchè se no critico?

Eppure mi pare che non manchino le critiche al "permissivismo" ognuno da le sue idee.
Io critico una certa impostazione tu ne critichi un'altra cosa c'è di strano?
Il problema è che quando viene criticato un metodo, di riflesso viene criticato il genitore che ha adottato questa linea per risolvere un qualsiasi problema.
Questo succede da una parte come dall'altra, ma è evidente che una certa rigidità è particolarmente mal tollerata e, addirittura, ho letto delle frasi perfino maligne (v. Solange).
Io credo che qui ogni genitore faccia il possibile per essere il miglior genitore per suo figlio e che l'istinto dovrebbe prevalere su tutto quanto letto, sentito o visto.

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

losbanos ha scritto:Il problema è che quando viene criticato un metodo, di riflesso viene criticato il genitore che ha adottato questa linea per risolvere un qualsiasi problema.
Questo succede da una parte come dall'altra, ma è evidente che una certa rigidità è particolarmente mal tollerata e, addirittura, ho letto delle frasi perfino maligne (v. Solange).
Io credo che qui ogni genitore faccia il possibile per essere il miglior genitore per suo figlio e che l'istinto dovrebbe prevalere su tutto quanto letto, sentito o visto.
in passato è stato detto che i bimbi che dormono nel lettone possono avere problemi psicologici e cose di questo tipo.

Io non ho mai detto "se usi estivill tuo figlio sarà un disadattato".

A me è stato detto tante volte che il metodo educativo che ho scelto renderà mio figlio un bimbo dipendente e disadattato (anche sul forum)

A me non piacerebbe avere un genitore che se piango pensa che sia solo un capriccio e di conseguenza non lo faccio con mio figlio.

è normale che se a te piace questa impostazione la applichi su tuo figlio no?

Io credo che si possano anche rivedere le idee, magari un genitore applica estivill convinto che se non si comporta così suo figlio crescerà con gravi problemi di sonno (come in pratica dice il libro) e sono convinta che molto ci credano, sapere che i bimbi dormono anche senza costringerli mi sembra utile.

Qui ci sono tante mamme che non sono riuscite ad allattare il primo figlio che si stanno rimettendo in gioco con il secondo cercando di capire gli errori fatti (di solito errori del personale sanitario che ha consigliato allattamento a orari e aggiunte) sono critiche quelle che si fanno a queste mamme? Io non credo si guarda cosa è successo per vedere se le cose possono andare meglio no?

Allo stesso modo sapere che i bimbi anche se "viziati" crescono bene può essere utile a chi magari soffre a vederli piangere ma li lascia li pensando che altrimenti gli fa del male

JESSY75
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2333
Iscritto il: ven lug 31, 2009 2:24 pm

Messaggio da JESSY75 »

Tamy ha scritto:Viviamo su due pianeti completamente diversi, comunque è anche bello leggere posizioni differenti dalle proprie...
io sinceramente sia Viola che Anita le ho lasciate piangere anche da neonate...Anita la lasciavo piangere ad esempio perchè pretendeva il latte ad un orario che non andava bene e allora la lasciavo frignare e amen...
L'altra sera abbiamo cenato con Anita che sbraitava nel seggiolone...motivo? Voleva venirmi in braccio...
ma sinceramente di mangiare con lei in braccio non mi andava e se ne è rimasta sul seggiolone a urlare a squarciagola...poi dopo un quarto d'ora abbondante ha capito l'andazzo e si è rassegnata a mangiare da sola lì...
secondo me non sempre così sbagliato che i bambini si rassegnino....devono pur capire che certe cose non si fanno no?
e quando sono grandi che vogliono il gormito o la winx e te non gliela puoi prendere e glielo spieghi con le buone e loro manco ti filano e si buttano per terra a mo' di crisi isterica, hai voglia te a sta lì a consolarli e a dialogarci....lo lasci nel suo brodo finchè non si stufa...
o meglio, io faccio così...
io non critico quello che fai, sei libera di fare quello che credi,questo è quello che mi hanno consigliato di fare tutti i parenti e vicini che mi conoscono, addirittura mi anno detto che se non facevo come fai tu mi sarei ritrovato un figlio teppista da grande,io non sono di questo avviso, secondo me la via per far capire ad un bambino che certe cose non si fanno non è la rassegnazione,sono d'accordo che devono capire che certe cose non si fanno, ma penso che bisogna spiegare il perchè non si fanno, cercare di ragionarci assieme, la crisi isterica come dici tu, ci può essere, ma io credo che un bimbo sia meno portato ad averle se gli si parla, magari sbaglio, ti sapro dire quando Chris diventerà grande, anche perche il mio ragazzo a un bel caratterino, per ora penso che il buon senso e il dialogo siano la cosa migliore!!

losbanos

Messaggio da losbanos »

lenina ha scritto:
è normale che se a te piace questa impostazione la applichi su tuo figlio no?
Ma tu spieghi le cose in modo pacato e non penso che chi ti legge si senta offeso.
Credo che anche questo conti molto.
Allattamento e sonno sono argomenti molto sensibili, sovente chi non ha potuto (o voluto) seguire la linea che prevede di seguire esclusivamente il ritmo del bambino si sente in "difetto".
E se ci leggo io una punta di biasimo, che malgrado non abbia letto nulla ho tirato su i ragazzi secondo i loro ritmo... ;-)

Rispondi