Pellicce e inserti in pelo

Moda, tendenze e bellezza
Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

In Italia comunque c'e' una cultura contadina forte, non pensiamo che limitare il consumo di carne latte e derivati potrebbe nuocere ad una categoria che vive gia' in condizioni precarie ? Che facciamo? Alleviamo maiali mucche e altro solo per il piacere di tenerle al pascolo? Senza rendita? Chi mai lo farebbe?



Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

Jersey ha scritto:No questa non l'ho capita :occhiodibue:
NEW YORK – È la nuovissima moda dell’estate: i vegansessuali. Si tratta di un movimento, iniziato in Nuova Zelanda e poi diffusosi a macchia d’olio anche in Usa, che spinge i vegani a rifiutarsi di fare sesso con individui che consumano cibi a base di carne e prodotti animali.
NIENTE SESSO, SEI CARNIVORO - Il nuovo trend parte dal celebre scritto di Ludwig Feuerbach «L’uomo è ciò che mangia». Perché, come affermava il filosofo tedesco, «esiste un'unità inscindibile fra psiche e corpo e per pensare meglio dobbiamo alimentarci meglio». Oltre a non mangiare carne né avvalersi di alcun prodotto animale, i vegansessuali si rifiutano di andare a letto con individui non-vegan, i cui corpi, dicono, «sono composti di animali morti». Annie Potts, direttrice del New Zealand Centre for Human and Animal Studies dell’università di Canterbury, ha coniato la parola dopo che un studio da lei realizzato sulla vita dei consumatori di prodotti «senza crudeltà» ha scoperto come la maggior parte di loro si sentano «profondamente diversi e lontani» dalla popolazione cosiddetta «normale».


A me infastidisce che questa categoria di persone si innalzino ed elevino sul resto del genere umano arrivando addirittura al punto di accoppiarsi sono tra di loro escludendo il resto

Avatar utente
Titty
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7884
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:46 am

Messaggio da Titty »

Simo72 ha scritto:Dimenticavo, per fare un esempio di estremismo a cui mi riferisco

L'altro giorno leggevo un articolo sui vegan, e sono innoridita scoprendo che esiste una sottocategoria i vegansessuali che rifiutano di aver rapporti con persone non della loro categoria:

Alcune loro affermazioni:

Anche se provo attrazione, mi ripugna sapere che il loro organismo è letteralmente fatto di altri corpi. Morti per tenere loro in vita, «perché sono come cimiteri ambulante di animali».
:eeeeeeeeeee.

sono allibita....comunque sono davvero scelte di vita, contenti loro....... :cisssss:

Roxy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 552
Iscritto il: mer ott 07, 2009 3:49 pm

Messaggio da Roxy »

mammaXL ha scritto:ehm... ci stavo pensando l'altro giorno... e ho comprato un cappotto...

dopo aver letto questo:


Trapunte per il letto, giacconi imbottiti: evitate quelli col "ripieno" dipiume!
Le piume vengono strappate alle oche senza alcun riguardo, e soprattutto senza anestesia. Lo spiumaggio inizia quando il pulcino ha otto settimane e viene ripetuto ogni due mesi fino a quando la qualità delle piume comincia a risentirne. A questo punto le oche sono uccise per la loro carne, o sottoposte a un altro tormento: per settimane vengono iperalimentate forzatamente, con un imbuto infilato nel becco, affinché il loro fegato si ammali per eccesso di grasso, e poi vengono
uccise per la produzione del "paté de foie gras", vale a dire "paté di fegato grasso".
Le piume d'oca possono oggi essere facilmente sostituite con imbottitura sintetica.

:quote:
tra l'altro la piuma d'oca sul letto caccia un caldo inaudito.
Gli appartamenti oramai sono ben riscaldati e l'imbottitura sintetica tiene già molto caldo ed è anallergica!!

Roxy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 552
Iscritto il: mer ott 07, 2009 3:49 pm

Messaggio da Roxy »

lenina ha scritto:Essere completamente coerenti secondo me in questo campo è quasi impossibile.
Ma sì, anch'io sono d'accordo con te.
Se uno poi è sensibile a queste cose cerca di fare quello che può, soprattutto nel rispetto dell'animale.
Io, per esempio, non porto pellicce. Non compro nemmeno i maglioni se hanno dei colli di pellicce, perchè ritengo che per queste ragioni gli animali vengano uccisi crudelmente. E poi perchè ritengo che ci si possa coprire diversamente.
Per quanto riguarda l'alimentazione però la cosa è diversa.
Io la carne la mangio ... quindi non posso dire di essere animalista

Roxy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 552
Iscritto il: mer ott 07, 2009 3:49 pm

Messaggio da Roxy »

Mati-fra&so ha scritto:Ma Simo, per me fai benissimo. CHe dovrebbe fare tua suocera? Mantenere la mucca finchè muore di vecchiaia e poi seppellirla in giardino e portarle i fiori?

E' sempre stato così e spero che sarà sempre così.

Per il cavallo, anch'io faccio un po' fatica. La carne mi piace, ma adoro i cavalli, mi piace cavalcare, mi piace il loro odore, mi piace strigliarli e spazzolarli...

Però la carne fa bene, e anche se non molto spesso mangio anche quella.
Penso che la cosa più importante a questo punto sia il rispetto che hai nei confronti dell'animale quando è vivo.
Cioè se una mucca vive bene la sua vita, come animale nutrito e rispettato alla fine se va lui stesso a fare del bene nutrendo l'uomo. Certo tenendo conto di fargli fare una fine degna e non scuoiato vivo come si fa con gli animali da pelliccia.
Io penso che la pelliccia sia bella addosso a loro ... ai poveri animaletti

Roxy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 552
Iscritto il: mer ott 07, 2009 3:49 pm

Messaggio da Roxy »

Cos73 ha scritto:1. ragni e cimici finché li ammazzi fanno la loro vita, a parte che non è necessario ammazzarli ma basta metterli fuori, spesso!
comunque non hanno vissuto nelle sofferenze a causa dell'uomo, la durata della loro vita è molto breve e anche a livello di somiglianza con noi, e quindi di empatia (si tende a immedesimarsi più in essere più vicini a noi) sono molto lontani. Anche la consapevolezza del dolore in un mammifero e in un insetto è ben diversa.
Anche dal punto di vista pratico schiacciare un insetto non è certo come uccidere un maiale, guardati qualche filmato di come vengono uccisi e capirai cosa intendo dire. Non ne linko perché sono scene davvero strazianti.
(io uccido solo le zanzare! quelle si, se non riesco a tenerle fuori dalla camera, ma prima di avere i bimbi, e in particolare Irene a cui le punture fanno molto fastidio, mi lasciavo anche pungere!)

Del resto i cacciatori per mettere tutti sullo stesso piano affermano che le piante e i funghi soffrono come gli animali, esattamente allo stesso modo ah ah ah, per carità ci sono studi affascinanti che dimostrerebbero che alcune piante hanno interazioni con l'ambiente più complesse di come appare ma da lì a paragonarle a un animale ce ne corre eh.

2. dire si al piumino e no alla pelliccia è una tua scelta, fatta in base ai gusti e basta, quindi non può dirti nessuno come dovresti comportarti se ti piacessero le pellicce. probabilmente le compreresti, perché non hai una coscienza animalista

3. In base a cosa si sceglie? alla propria sensibilità mediata col proprio carattere, la capacità di adattamento, la pigrizia, la capacità di sentirsi bene facendo almeno qualcosa, la necessità di sentirsi coerenti...
ma se non è un argomento che ti interessa, perché ti interroghi?
se ti interessa, puoi partire dalle basi: uova di galline allevate a terra o meglio all'aperto, carne di polli ruspanti eccetera.
Si può, se è irrealistico pensare a un'alimentazione vegana per tutti gli uomini, almeno limitarne il consumo e chiedere come consumatori, con le scelte che facciamo, più qualità e attenzione alle condizioni degli animali, che quantità (che porta agli allevamenti intensivi).
Si può, come cittadini, chiedere leggi a tutela degli animali (ad esempio per i trasporti in condizioni decenti degli animali vivi), chiedere che vengano rispettate, segnalare eventuali presunti maltrattamenti eccetera.
Si può evitare quello che è superfluo (i piumini lo sono, a me non sembra che tengano più caldo, non significativamente almeno, le pellicce lo sono, la carne ogni giorno lo è).

Ecco, perfetto, hai riassunto tutto quello che penso.
:QUOTISCO:

Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Roxy ha scritto:Ma sì, anch'io sono d'accordo con te.
Se uno poi è sensibile a queste cose cerca di fare quello che può, soprattutto nel rispetto dell'animale.
Io, per esempio, non porto pellicce. Non compro nemmeno i maglioni se hanno dei colli di pellicce, perchè ritengo che per queste ragioni gli animali vengano uccisi crudelmente. E poi perchè ritengo che ci si possa coprire diversamente.
Per quanto riguarda l'alimentazione però la cosa è diversa.
Io la carne la mangio ... quindi non posso dire di essere animalista
E' però abbiamo visto che nemmeno le pecore sono tosate "bene", senza far loro del male, ormai, quindi?

Più pile per tutti? :occhiodibue:

Rispondi