Pellicce e inserti in pelo

Moda, tendenze e bellezza
Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

Mati-fra&so ha scritto:Ma Simo, per me fai benissimo. CHe dovrebbe fare tua suocera? Mantenere la mucca finchè muore di vecchiaia e poi seppellirla in giardino e portarle i fiori?

E' sempre stato così e spero che sarà sempre così.

Per il cavallo, anch'io faccio un po' fatica. La carne mi piace, ma adoro i cavalli, mi piace cavalcare, mi piace il loro odore, mi piace strigliarli e spazzolarli...

Però la carne fa bene, e anche se non molto spesso mangio anche quella.
infatti lei ci vive di quelle mucche per cui non c'e' molta soluzione

per il cavallo se ci vai e' difficile poi consumarne la carne, ti capisco benissimo, io tempo fa allevai in casa dei coniglietti perche' la mamma era morta, per 5 anni non sono riuscita a toccarne la carne

una cosa su cui non transigo e' il capretto, li veramente mi faccio tanti problemi



Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Nessun probleama,il capretto e l'agnello non mi piacciono!!

A dire la verità non vado matta nemmeno per il coniglio...

Jersey

Messaggio da Jersey »

Io non uso capi col pelo perchè non mi piacciono esteticamente....
però vivo coi vestiti di lana; il piumino con le piume d'oca rimane sempre il migliore; mangio carne almeno 2 volte a settimana, latte e formaggi tutti i giorni, uova in discrete quantità; ammazzo ragni, cimici, scarafaggi e insetti vari senza farmi troppi problemi... ecco io mi chiedo, questi insetti viscidi, non hanno forse la stessa dignità di una mucca?
Mettiamo che mi piacessero le pellicce, cosa fa dire di si ad un piumino e di no ad una pelliccia?
Dire di no a tutto abbiamo visto che è impossibile, ma allora in base a cosa si sceglie?
Mati-fra&so ha scritto:....
Poi siamo d'accordoc he preferirei fosse di coniglio (che poi ci si mangia anche la carne) piuttosto che cane o gatto, ma èlo stesso discorso della carne. Io vorrei che tutti gli allevamenti fossero rispettosi degli animali, e non dover essere io a cercare di comprare la carne che viene dagli allevamenti dove gli animali sono trattati bene.
Mah, siamo sicuri che in Cina, dove scuoiano i cani per farne pellicce, poi non se li mangiano anche? :occhiodibue:

Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Boh, probabilmente in CIna mangiano anche quelli.

Imparassero solo ad ucciderli senza farli soffrire troppo. E qesto per tutti gli animali, ovunque.

Però per questo servirebbero leggi più severe e soprattutto controlli più accurati. Sappiamo bene che è impossibile.

Jana

Messaggio da Jana »

io non sopporto le pellicce in genere....ma quelle di gatto e cane ancora di meno...ma sopratutto il fatto di come vengano rpese ste pellicce...ancora ho in testa il filmato di come vengono uccisi i cuccioli di foca...e la vista delle loro carcasse sanguinanti, lasciate lì nella banchisa a marcire...

Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

Jersey ha scritto:Io non uso capi col pelo perchè non mi piacciono esteticamente....
però vivo coi vestiti di lana; il piumino con le piume d'oca rimane sempre il migliore; mangio carne almeno 2 volte a settimana, latte e formaggi tutti i giorni, uova in discrete quantità; ammazzo ragni, cimici, scarafaggi e insetti vari senza farmi troppi problemi... ecco io mi chiedo, questi insetti viscidi, non hanno forse la stessa dignità di una mucca?
Mettiamo che mi piacessero le pellicce, cosa fa dire di si ad un piumino e di no ad una pelliccia?
Dire di no a tutto abbiamo visto che è impossibile, ma allora in base a cosa si sceglie?



Mah :occhiodibue: , siamo sicuri che in Cina, dove scuoiano i cani per farne pellicce, poi non se li mangiano anche?
1. ragni e cimici finché li ammazzi fanno la loro vita, a parte che non è necessario ammazzarli ma basta metterli fuori, spesso!
comunque non hanno vissuto nelle sofferenze a causa dell'uomo, la durata della loro vita è molto breve e anche a livello di somiglianza con noi, e quindi di empatia (si tende a immedesimarsi più in essere più vicini a noi) sono molto lontani. Anche la consapevolezza del dolore in un mammifero e in un insetto è ben diversa.
Anche dal punto di vista pratico schiacciare un insetto non è certo come uccidere un maiale, guardati qualche filmato di come vengono uccisi e capirai cosa intendo dire. Non ne linko perché sono scene davvero strazianti.
(io uccido solo le zanzare! quelle si, se non riesco a tenerle fuori dalla camera, ma prima di avere i bimbi, e in particolare Irene a cui le punture fanno molto fastidio, mi lasciavo anche pungere!)

Del resto i cacciatori per mettere tutti sullo stesso piano affermano che le piante e i funghi soffrono come gli animali, esattamente allo stesso modo ah ah ah, per carità ci sono studi affascinanti che dimostrerebbero che alcune piante hanno interazioni con l'ambiente più complesse di come appare ma da lì a paragonarle a un animale ce ne corre eh.

2. dire si al piumino e no alla pelliccia è una tua scelta, fatta in base ai gusti e basta, quindi non può dirti nessuno come dovresti comportarti se ti piacessero le pellicce. probabilmente le compreresti, perché non hai una coscienza animalista

3. In base a cosa si sceglie? alla propria sensibilità mediata col proprio carattere, la capacità di adattamento, la pigrizia, la capacità di sentirsi bene facendo almeno qualcosa, la necessità di sentirsi coerenti...
ma se non è un argomento che ti interessa, perché ti interroghi?
se ti interessa, puoi partire dalle basi: uova di galline allevate a terra o meglio all'aperto, carne di polli ruspanti eccetera.
Si può, se è irrealistico pensare a un'alimentazione vegana per tutti gli uomini, almeno limitarne il consumo e chiedere come consumatori, con le scelte che facciamo, più qualità e attenzione alle condizioni degli animali, che quantità (che porta agli allevamenti intensivi).
Si può, come cittadini, chiedere leggi a tutela degli animali (ad esempio per i trasporti in condizioni decenti degli animali vivi), chiedere che vengano rispettate, segnalare eventuali presunti maltrattamenti eccetera.
Si può evitare quello che è superfluo (i piumini lo sono, a me non sembra che tengano più caldo, non significativamente almeno, le pellicce lo sono, la carne ogni giorno lo è).

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

Cos73 ha scritto: Anche dal punto di vista pratico schiacciare un insetto non è certo come uccidere un maiale, guardati qualche filmato di come vengono uccisi e capirai cosa intendo dire. Non ne linko perché sono scene davvero strazianti.
.
il problema sta qua, egoisticamente meno se ne sa meglio si sta, io so dell'esistenza di questi filmini ma temo ad aprirli, sono una vile? una codarda? una vigliacca? Si probabilmente si, ma mi condizionerebbe inevitabilmente, condizionerebbe il mio modo di vivere e far vivere i miei figli. Riuscirei poi ad acquistare il prosciutto? E la mortadella? le salsicce da fare alla piastra? Vero se ne puo' fare anche a meno, cosi come di molte altre cose, ma alla fine bisognerebbe fare una scelta decisa di vita (veganismo) che non condivido e approvo, per cui si continua con la benda sugli occhi, quella stessa che comunque si tiene anche per molte alte atrocita', che io reputo ben piu' gravi e riguardano donne e bambini dei paesi del terzo mondo, che vengono lasciati morire di fame mentre noi stiamo qui a disquisire sulla fette di bistecca, o vengono martoriati e mutilati da orrende guerre.

Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

Beh insomma Simo quei bimbi non li mangi tu... in fondo noi non abbiamo colpa per quello che accade e, peggio, non ci possiamo fare nulla, e più che essere coscienti del problema (anche per agire quel poco che si può), è inutile farsi del male.
Questo sui bimbi che muoiono nel mondo è usato spesso come argomento per non fare nulla in altri campi qui e ora e non lo trovo giusto.

Rispondi