sono a pezzi

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Roxy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 552
Iscritto il: mer ott 07, 2009 3:49 pm

Messaggio da Roxy »

mamma di Samuele ha scritto:Cara ROXY, stesso nome per i nostri pargoli e stessa vita a 1000 all'ora. E anch'io molto spesso, anzi troppo spesso, mi sento come te: SFINITA!! Anche perchè il mio di Samuele ha solo 2 anni e i tre giorni a settimana in cui lavoro anche al pomeriggio stacco alle 19 con ancora 20 minuti di macchina da fare per tornare a casa. Mi ritrovo a dover rimettere la sveglia mezz'ora prima al mattino se voglio andare in ufficio almeno con i capelli puliti, a stirare ad orari impensabili, a correre vorticosamente tutto il giorno. E in questo sento molto il peso della mancata condivisione del carico del lavoro con mio marito. Lui lavora in proprio ed esce di casa al mattino alle 7.30 per tornare alle 7.30 di sera, spesso non torna a pranzo il che è anche meglio perchè la sua pausa pranzo dura se va bene 45 minuti perciò a malapena lo vediamo passare per casa. E mi fa saltare i nervi quando arriva alla sera proclamandosi stanco morto e con poca pazienza per trattare con Samuele. Cavolo certo che è stanco, lo siamo tutti, ma lui è stanco SOLO del suo lavoro. Io sono stanca per il lavoro, per la cura della casa e soprattutto per la gestione del mio piccolino che grava tutta su queste esili spallucce. Eppure quel poco tempo alla sera che rimane per stare insieme cerco di farlo fruttare al meglio. E così poco il tempo che passiamo con lui! Una settimana vissuta nell'attesa del week-end per stare insieme e anche a me sembra che tutto mi scivoli tra le mani, che Samuele cresca senza che io abbia il tempo per godermelo. E c'è chi continua a chiedermi quando arriva il secondo?!?
RIBADISCO: potremo considerarci un Paese civile quando le mamme lavoratrici avranno la possibilità di scegliere l'orario part-time per il solo fatto di aver avuto un bimbo senza che questa sia una gentile quanto improbabile concessione del datore di lavoro nonchè quando la maternità obbligatoria retribuita durerà un pò più che 5 miseri mesi.

Davvero, davvero. Ma in Italia non si muove nessuno per favorire le famiglie cavoli!!
Vedrai quando Samuele andrà a scuola. Lì è ancora peggio perchè quando hai tempo da dedicare a lui ... ci saranno da controllare i compiti, provargli la lezione, organizzargli lo studio per il giorno dopo ecc, ecc.
Ti auguro almeno che sia bravo e se la cavi da solo, dai, così la sera avrete altri argomenti interessanti di cui parlare


LAILA71

Messaggio da LAILA71 »

Roxy ha scritto:Ebbene sì, sono a pezzi.
Stamattina sono proprio giù; ho bisogno del vostro conforto.
Le mie giornate sono lunghe, troppo lunghe e io sono sempre più stanca.
Al mattino accompagno mio figlio a scuola alle 8.
Esco dall'ufficio verso le sei (e mi va già bene!) torno a casa per preparare la cena (se non mi devo fermare in farmacia, fruttivendolo o altro).
Preparo la cena e intanto controllo a Samuele le lezioni oppure finiamo insieme i compiti d'inglese o quello che non ha ancora finito.
Mangiamo ... pulisco la cucina ed è già venuta ora per il cucciolo di andare a letto. Passo in cameretta una mezzoretta con lui per vedere che faccia bene lo zaino e si organizzi anche già per le lezioni da fare al pomeriggio dopo quando è dai nonni.
Penso a stendere la lavatrice, ritiro i panni asciutti e preparo la lavatrice già carica per il giorno dopo.
Vado a lavarmi ... e arrivo sul divano che saranno ... che ne so le 11 ... e lì, non è che duro tanto ...
Io e mio marito ci vediamo a tavola e chiacchieriamo un po' anche dopo cena mentre riordiniamo la cucina.
Al mattino un salutino veloce prima che lui esca per andare in ufficio.

E' vita normale per tutti, mi ripeto ... ma non so ... a volte mi sembra che la mia vita mi stia sfuggendo di mano.
Non ho mai tempo per niente.
A volte dopo una giornata di lavoro piacerebbe anche a me sedermi sul divano a vedere un bel film dall'inizio alla fine ma non ci riesco mai. Vedo sempre qualche scena tra i saluti a Samuele e la lavatrice.
Al mattino sono sempre di corsa e anche se mi piace un sacco essere sempre coordinata, con le mani a posto e coi miei accessorietti al posto giusto ... improvviso sempre qualcosa all'ultimo secondo prima di uscire.
Ma la ciliegina sulla torta è il tempo che dedico a Samuele, che per me non è mai abbastanza.
Come invidio quelle mamme che sono a casa a preparare la merenda ai propri figli e ad aiutarli nello studio. Che non sono mai di corsa e quindi non sono mai nervose e i loro figli sono sempre a posto, con tutti i materiali scolastici portati il giorno giusto e non arrabattati o portati sempre in ritardo.
Che mangiano alla sera alle 19.30 massimo e hanno tutte le loro cose a posto.
Io non mi sento mai adeguata, mi sento sempre appesa ad un filo e mi sembra che mio figlio si meriterebbe molto molto di più. Si meriterebbe la mia pazienza, il mio sostegno, la mia tranquillità ...

Come piangevo ieri sera ... già che mio marito era fuori fino a tardi per lavoro mi sono proprio lasciata andare ...
Ciao Rossana,sono una nuova nel forum e ti voglio raccontare una cosa se ti puo' aiutare,so' gia' che mi darete della pazza ma e' cosi' non ci posso fare nulla.
Ho 38 anni e la mia vita non e' stata facile, ho iniziato a lavorare a 15 anni per non pesare sulla mia famiglia,dopo un matrimoni finito,una delusione d'amore incontro il mio principe azzurro (esiste) staimo insieme da 8 anni e tutto funziona lui mi adora,4 anni fa' il sogno della mia vita apro un'attivita' tutta mia va bene fino a quando nasce Emanuele che oggi ha 22 mesi la gestione e' impossibile l'attivita' non va bene col personale e decido di chiuderlo e mi ritrovo a fare la mamma a tempo pieno,premetto che non ho possibilita' di nonni,zii.ecc.La mia vita di adesso:ho una tata 5 ore al giorno che mi aiuta anche in casa,faccio la merenda,la pappa,gioco con Eanuele dovrei essere la donna piu' felice al mondo....ma non e' cosi'!A volte mi vergogno perche' penso che ci sono persone meno fortunate di me ma non so' che dire,sono depressa mi manca il mio lavoro,il confrontarmi con gli altri,ilvestirmi per uscire,truccarmi ,tutti mi dicono esci quando hai la tata,certo vado al supermercato!!!!!,forse un domani saro' felice di aver fattoi questa scelta ma per ora le persone felici sono mio marito e mio figlio e lo so' che non e' poco ma io?
Chiedo scusa a tutte quelle persone che si chiederanno che c.... vuoi in piu' dalla vita!!!
mamyale
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 245
Iscritto il: mar ago 11, 2009 9:26 am

Messaggio da mamyale »

Ciao Roxi. Anche io, come Lupina, sto a casa ed è per questo che la quoto. Ci vorrebbe davvero una via di mezzo perché mi sa che non è semplice nè in un caso nè nell'altro per motivi diversi.
Ti posso dire che spesso anche io mi sento schiacciata dalla routine e mi pare che la vita mi sfugga dalle mani...A volte m'incazzo e me la prendo con mio marito (povero!) dicendogli che ho 41 anni e non 75, che i pensionati fanno più vita mondana di me...
E certe volte, vorrei una giornata fatta di 30 ore per riuscire a fare tutto e magari ritagliarmi un po' di spazio per me...
Sono momenti...
Credo capitino a tutte, di tanto in tanto.
Ti mando un abbraccio e tanti PAT PAT sulla spalla!:nani:
losbanos

Messaggio da losbanos »

LAILA71 ha scritto: Chiedo scusa a tutte quelle persone che si chiederanno che c.... vuoi in piu' dalla vita!!!
Quello che va bene a una persona non è detto che vada bene a un'altra!
Ci sono donne che senza lavoro stanno male, ce ne sono altre per le quali è solo un peso.
Io sono convinta che l'ideale è quello che si desidera, ma purtroppo non è facile da ottenere e sono poche le persone soddisfatte appieno.
L'unica è essere ottimiste, cercare di vedere il bicchiere mezzo pieno e pensare che quando i figli crescono il peso di una o l'altra situazione si sente meno.
Avatar utente
Scilla
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6229
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:55 pm

Messaggio da Scilla »

come ti capisco roxy
molto spesso mi sento come te
in effetti con un lavoro full time non vivi più, è la verità, non fai niente con tranquillità e quello che fai è quello che DEVI per forza fare mai quello che vorresti e come lo vorresti fare
potendo scegliere non penso che smetterei di lavorare, ma ambirei tanto ad un part time che però non posso proprio permettermi
posso solo dirti che hai ragione, ma anche che siamo brave a dare ai nostri figli tutte le nostre forze e il tempo che rimane dopo il lavoro che purtroppo ci è necessario e che per fortuna abbiamo
noi mamme lavoratrici full time dobbiamo puntare molto sulla qualità del tempo passato insieme e non sulla quantità, anche se come per tutte le cose ci vorrebbe sempre un buon equilibrio, una via di mezzo.

un forte abbraccio :bacio:
Roxy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 552
Iscritto il: mer ott 07, 2009 3:49 pm

Messaggio da Roxy »

LAILA71 ha scritto:Ciao Rossana,sono una nuova nel forum e ti voglio raccontare una cosa se ti puo' aiutare,so' gia' che mi darete della pazza ma e' cosi' non ci posso fare nulla.
Ho 38 anni e la mia vita non e' stata facile, ho iniziato a lavorare a 15 anni per non pesare sulla mia famiglia,dopo un matrimoni finito,una delusione d'amore incontro il mio principe azzurro (esiste) staimo insieme da 8 anni e tutto funziona lui mi adora,4 anni fa' il sogno della mia vita apro un'attivita' tutta mia va bene fino a quando nasce Emanuele che oggi ha 22 mesi la gestione e' impossibile l'attivita' non va bene col personale e decido di chiuderlo e mi ritrovo a fare la mamma a tempo pieno,premetto che non ho possibilita' di nonni,zii.ecc.La mia vita di adesso:ho una tata 5 ore al giorno che mi aiuta anche in casa,faccio la merenda,la pappa,gioco con Eanuele dovrei essere la donna piu' felice al mondo....ma non e' cosi'!A volte mi vergogno perche' penso che ci sono persone meno fortunate di me ma non so' che dire,sono depressa mi manca il mio lavoro,il confrontarmi con gli altri,ilvestirmi per uscire,truccarmi ,tutti mi dicono esci quando hai la tata,certo vado al supermercato!!!!!,forse un domani saro' felice di aver fattoi questa scelta ma per ora le persone felici sono mio marito e mio figlio e lo so' che non e' poco ma io?
Chiedo scusa a tutte quelle persone che si chiederanno che c.... vuoi in piu' dalla vita!!!
Non sei la prima a cui sento dire questo, sai?
Vuol dire che qualcosa di vero c'è. Che se c'è una cosa, poi manca l'altra.
Ma proprio stamattina, mi sono sentita ancora così. Siamo usciti di casa di corsa, quasi in ritardo, e una volta al lavoro mi sono accorta che abbiamo lasciato a casa la cartella di arte. Aveva dentro tutti i suoi compiti fatti ieri con tanto sforzo e preparati per oggi ... e magari prenderà anche una nota.
Lo so cosa mi direte: doveva ricordarsi lui di prenderla (e magari stasera mi arrabbierò con lui perchè non pensa mai alle suo cose) ma io che sono la mamma cosa ci sto a fare se non lo aiuto nemmeno a ricordarselo???
Sono tre giorni che non gli guardo cartelletta e libretto e a momenti lo mandavano in Presidenza ieri perchè non si è ricordato per la terza volta di farmi firmare un foglio con tutti i nostri numeri di telefono e l'elenco delle persone autorizzate ad andare a prenderlo a scuola ... quindi per l'ennesima volta ho fallito.
Alla sera lo interrogo, per vedere se ha studiato bene, gli chiedo, gli domando, commentiamo insieme ma ... c'è sempre qualcosa che sfugge. Non c'è verso di andare a scuola a posto con tutto. E io .... mi sento un verme.
Roxy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 552
Iscritto il: mer ott 07, 2009 3:49 pm

Messaggio da Roxy »

Scilla ha scritto:come ti capisco roxy
molto spesso mi sento come te
in effetti con un lavoro full time non vivi più, è la verità, non fai niente con tranquillità e quello che fai è quello che DEVI per forza fare mai quello che vorresti e come lo vorresti fare
potendo scegliere non penso che smetterei di lavorare, ma ambirei tanto ad un part time che però non posso proprio permettermi
posso solo dirti che hai ragione, ma anche che siamo brave a dare ai nostri figli tutte le nostre forze e il tempo che rimane dopo il lavoro che purtroppo ci è necessario e che per fortuna abbiamo
noi mamme lavoratrici full time dobbiamo puntare molto sulla qualità del tempo passato insieme e non sulla quantità, anche se come per tutte le cose ci vorrebbe sempre un buon equilibrio, una via di mezzo.

un forte abbraccio :bacio:
Oh sì, come hai ragione Scilla!! L'equilibrio ... l'equilibrio tanto ambito.
Forse si raggiunge come dice Losbanos ... cercando di essere ottimista e guardando al buono.
Si vede che in questo periodo la stanchezza mi fa perdere anche l'ottimismo.
Devo fare una cura ricostituente; magari più forte nel fisico mi do una scrollata anche al cervello!!!
Avatar utente
Scilla
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6229
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:55 pm

Messaggio da Scilla »

Roxy ha scritto:Oh sì, come hai ragione Scilla!! L'equilibrio ... l'equilibrio tanto ambito.
Forse si raggiunge come dice Losbanos ... cercando di essere ottimista e guardando al buono.
Si vede che in questo periodo la stanchezza mi fa perdere anche l'ottimismo.
Devo fare una cura ricostituente; magari più forte nel fisico mi do una scrollata anche al cervello!!!
può essere sai? io la sto facendo, in genere arrivo in questo periodo che ho bisogno delle vitamine e in effetti fanno bene anche all'umore
comunque oggettivamente parlando il tempo è quello che è...e capisco in pieno la sensazione che descrivi della vita che ci scivola via, dobbiamo solo guardare le cose in positivo e cercare di sfruttare al meglio il tempo che abbiamo altrimenti oltre ad essere poco diventa pure di pessima qualità
però quando ti rimproveri per aver lasciato a casa la cartella d'arte di samuele o di non aver firmato un foglio che lui ha dimenticato di farti firmare, non sono troppo d'accordo...magari sbaglio, ma penso che se gli stai troppo addosso lui non si responsabilizzerà mai
vedrai che dopo qualche rimprovero della maestra si ricorderà tutto!
Rispondi