a volte non ci capiamo...

Avatar utente
superstrafra
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3675
Iscritto il: lun set 07, 2009 10:47 pm

Messaggio da superstrafra »

chiedo scusa se insisto... è giustissimo che emy insista a fare come sta facendo con la piccolina,anch'io sono convinta che sia il modo corretto per proseguire con un allattamento di successo,e sono altresì convinta che l'allattamento sia "cosa di donna", ma siamo sicure che queste insistenze del marito non sottintendano altro? è l'unico punto su cui vi scontrate? non può davvero essere che si senta in qualche modo escluso e che ,un po' con un senso di rivalsa, si attacchi alla questione allattamento per farti capire che soffre per altro?
per quanto riguarda il pediatra anch'io convengo sul fatto che non è detto ti appoggi,come non è detto che tuo marito trovi convincenti le spiegazioni di una consulente del latte...
certo è che dovete spiegarvi e comprendervi per il bene di tutti:-)


Dilly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6079
Iscritto il: sab feb 21, 2009 4:21 pm

Messaggio da Dilly »

Non so come aiutarti perchè mio marito, seppure con tutti i suoi difetti ampliamente discussi nei miei topic, sull'allattamento al seno non ha mai messo becco, non si è mai permesso di dare consigli o giudicare.
L'unico consiglio che mi ha dato è stato quando Marta veva 10 giorni e si attaccava male da un seno e mi aveva fatto infiammare il capezzolo così tanto che appena la attaccavo mi mettevo a piangere dal male, e all'ennesimo mio painto mi ha suggerito di andare all'ambulatorio per l'allattamento al seno che c'è vicino a casa nostra (io ero talmente presa dallo sconforto che non ci avevo pensato).
Mukki78
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4024
Iscritto il: gio set 03, 2009 9:34 am

Messaggio da Mukki78 »

Ma tuo marito non ci va a lavorare??? Così si cava per un po' e te fai quello che ti pare!
Il pediatra è facile che la pensi come tuo marito, a meno che tu non abbia un pediatra particolarmente intelligente, e saresti molto invidiata!
Il mio mi aveva detto che lo attaccavo troppo :fanculizzati:
La cucciola è piccola, ha un mese, è normale che stia sempre attaccata alla tetta, è il suo mestiere
Il papino magari è solo un po' in ansia perchè sente la cucciola piangere e si sente un po' impotente, lui mica ce le ha le tette :fing:
Avatar utente
caterina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17805
Iscritto il: ven feb 22, 2008 10:55 am
Contatta:

Messaggio da caterina »

Io non ho preteso che mio marito leggesse Gonzales o il forum. Sono cose che leggo io per il piacere di farlo, non perchè credo che siano Bibbia.
Però laddove ho riscontrato informazioni importanti, ma soprattutto interessanti per il MIO menage familiare, allora gliel'ho detto, e ci siamo confrontati.
Se gli avessi detto "leggi" mi avrebbe riso in faccia.
Come sempre l'importante è parlare, confrontarsi..
Avatar utente
Scrj
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4347
Iscritto il: lun set 22, 2008 10:16 am

Messaggio da Scrj »

caterina ha scritto:Io non ho preteso che mio marito leggesse Gonzales o il forum. Sono cose che leggo io per il piacere di farlo, non perchè credo che siano Bibbia.
Però laddove ho riscontrato informazioni importanti, ma soprattutto interessanti per il MIO menage familiare, allora gliel'ho detto, e ci siamo confrontati.
Se gli avessi detto "leggi" mi avrebbe riso in faccia.
Come sempre l'importante è parlare, confrontarsi..
Quoto questo.
Però io ho detto "leggi" a mio marito nei giorni dell'aborto.
Ed è stato importante anche per lui.
Anche lui aveva perso un figlio, alla fine.
Anche se il sangue l'ho perso fisicamente io.
E un pochino mi fa tristezza pensare all'allattamento come una sola "cosa femminile", boh, detta così mi sembra più un lavoro che altro.
Però parlo dal basso della mia inesperienza, nè?
Avatar utente
superstrafra
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3675
Iscritto il: lun set 07, 2009 10:47 pm

Messaggio da superstrafra »

Scrj ha scritto:Quoto questo.
Però io ho detto "leggi" a mio marito nei giorni dell'aborto.
Ed è stato importante anche per lui.
Anche lui aveva perso un figlio, alla fine.
Anche se il sangue l'ho perso fisicamente io.
E un pochino mi fa tristezza pensare all'allattamento come una sola "cosa femminile", boh, detta così mi sembra più un lavoro che altro.
Però parlo dal basso della mia inesperienza, nè?
quoto
troppe volte, e non parlo di questo caso specifico, si pensa alla nascita di un bimbo come fosse esclusivamente una questione femminile
nella mia esperienza ho visto mariti dormire in camere separate e mogli con pupo e mamma (cioè nonna o suocere che dir si voglia)
la paternità non ha lo stesso peso e lo stesso valore della maternità?anche se è la mamma ad avere le tette?
io penso che a volte i papà facciano resistenze non perchè credano che la partner sbagli, ma perchè soffrono per altro
magica_emy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 881
Iscritto il: mer ago 19, 2009 11:24 am

Messaggio da magica_emy »

mio marito non è geloso del mio rapporto con la gnoma. Anzi. E' contento nel sapermi così 'mamma' 8chi l'avrebbe detto??).
Era solo preoccupato perché pensava che mangiare di continuo potesse disturbare la digetsione già in corso.
A voglia a fargli capire che si attacca NON sempre per mangiare... lui questo 'non lo capiva'. Ieri sera anche il pediatra glielo ha spiegato.
Così come ha spiegato che non deve pensare che le colichette siano dovute alla modalità di attaccamento al seno.
Pare che si sia convitno adesso, infatti stanotte mi ha detto 'l'hai attaccata? così non piange!!'. paracxxx gli volevo dire! ma l'importante è che lo ha capito.
Adesso sono più contenta e mi sento più libera di fare come mi sento. Prima mi sentivo 'limitare' nella mia funzione di 'madre tetta'.
Avatar utente
chiccha
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7231
Iscritto il: lun apr 13, 2009 11:24 pm

Messaggio da chiccha »

caterina ha scritto:Io non ho preteso che mio marito leggesse Gonzales o il forum. Sono cose che leggo io per il piacere di farlo, non perchè credo che siano Bibbia.
Però laddove ho riscontrato informazioni importanti, ma soprattutto interessanti per il MIO menage familiare, allora gliel'ho detto, e ci siamo confrontati.
Se gli avessi detto "leggi" mi avrebbe riso in faccia.
Come sempre l'importante è parlare, confrontarsi..
Nanche io ho preteso, solo che mi trovava sempre in internet quando avevo il pancione e alla sua puntuale domanda:
"cosa stai leggendo?"
arrivava la mia puntuale risposta:
"un forum di mamme interessantissimo".
Alla decima volta è andato a leggerselo anche lui questo "forum interessantissimo".
E alla fine è rimasto contagiato da NM :cisssss:
Rispondi