Accontentare subito i desideri?

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
troppi_gatti

Messaggio da troppi_gatti »

Jersey ha scritto: Lenina, una cosa che non c'entra nulla, ma tu che cavolo di libri leggi???? Sicura che non sia il manuale delle torture settecentesche??? :cisssss:
jersey, mi permetto di rispondere io, perchè leggo gli stessi libri di lenina.

purtroppo certi metodi educativi sono stati usati davvero, e tecniche appena appena edulcorate sono tutt'ora davvero ancora in voga.


comunque non mi suona tanto strano "fallo aspettare qualche minuto davanti al piatto di pasta, così impara ad aspettare".

è lo stesso identico consiglio di "fallo aspettare due ore fra una poppata e l'altra".



erinmay
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5251
Iscritto il: mer set 25, 2013 5:13 pm

Messaggio da erinmay »

troppi_gatti ha scritto:jersey, mi permetto di rispondere io, perchè leggo gli stessi libri di lenina.

purtroppo certi metodi educativi sono stati usati davvero, e tecniche appena appena edulcorate sono tutt'ora davvero ancora in voga.


comunque non mi suona tanto strano "fallo aspettare qualche minuto davanti al piatto di pasta, così impara ad aspettare".

è lo stesso identico consiglio di "fallo aspettare due ore fra una poppata e l'altra".

ecco io invece librui così non li prendo nemmeno in considerazione

ma comunque questo non c'entra

ho letto a freddo tutta la discussione e ho avuto l'impressione che sia stato proprio l'intervento iniziale di leni a falsare la prospettiva.
leni non ha risposto alle considerazioni di simo, ha risposto alle considerazioni che ha letto sul tal libro, e in questo modo si è creata la confusione

perchè andare a supporre che la tal maestra consigliasse quel tipo di metodo educativo, non è che per il fatto che sia maestra necessariamente adotti e condivida una pedagogia da aguzzina eh!

E' stato un processo alle intenzioni
perchè dal primo post di simo non si evinceva assolutamente che la maestra consigliasse l'attesa come strumento di sottile tortura educativa.

Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

Vabbé Fede ma è normale che la discussione si allarghi, ipotizzando che senso potesse avere quella frase della maestra.

Avatar utente
laste
Admin
Admin
Messaggi: 8932
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:58 pm
Contatta:

Messaggio da laste »

Paola M. ha scritto:Scusa Simo ma guarda che questo è quello che ti sta dicendo dall'inizio lenina, che i NO vanno motivati non che non si debbano dire.

ma che motivazionde del cazzo è: ti faccio aspettare così ti aumenta il dsiderio?

ti faccio aspettare perché hai appena comprato quest'altro gioco
ti faccio aspettare perché non hai rispettato i patti che ci eravamo dati
ti faccio aspettare perché per adesso è una spesa che non possiamo affrrontare

questo è un NO che educa, non: ti faccio aspettare così ti tengo in pugno.
segnamolo sul calendario perche' la penso come Paola ahahahah
Simo72 ha scritto:Madda ma il nocciolo della questione che ho proposto sta proprio in questo esempio, io non parlavo di giochi o altro ma di desideri per cui anche l'esempio del krapen calza, l'attesa del martedi, il non esaudire subito un desiderio ma lasciarglielo coltivare
ma lo lasci coltivare perche' un krapfen al giorno fa male o per non esaudirlo subito? :mumble:
io per la prima

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

Cos73 ha scritto:Vabbé Fede ma è normale che la discussione si allarghi, ipotizzando che senso potesse avere quella frase della maestra.
allargarla si ma travisarla no, nel senso che ne e' uscita a mio parere una discussione positiva come sempre con parecchi punti di riflessione, pero' effettivamente il mio concetto e' stato frainteso e portato su altre strade rispetto a quello che era il mio pensiero e credo quello della maestra che ci ha fatto questa riflessione

Mi pare che Jersey abbia centrato il punto e condivido parola per parola quello che ha detto

cosi come non condivido assolutamente il discorso fatto da Leni e Cosetta che se si hanno i soldi e le disponibilita' economiche e' giusto soddisfare tutti i desideri, io sono assolutamente contraria a questo tipo di politica perche' e' distruttiva e non costruttiva, sia per gli adulti che per i bambini. Che senso ha anche se ho i soldi comprarmi un pc nuovo ogni anno se il vecchio funziona ancora perfettamente ??? e' istruttivo questo per mio figlio? Io credo di no, perche' se anche ho i soldi ad esempio a mio figlio non cambio la bicicletta ogni anno per il gusto di farlo , credo gli insegnerei a non avere rispetto per le cose e le persone

Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

Simo72 ha scritto: cosi come non condivido assolutamente il discorso fatto da Leni e Cosetta che se si hanno i soldi e le disponibilita' economiche e' giusto soddisfare tutti i desideri, io sono assolutamente contraria a questo tipo di politica perche' e' distruttiva e non costruttiva, sia per gli adulti che per i bambini. Che senso ha anche se ho i soldi comprarmi un pc nuovo ogni anno se il vecchio funziona ancora perfettamente ??? e' istruttivo questo per mio figlio? Io credo di no, perche' se anche ho i soldi ad esempio a mio figlio non cambio la bicicletta ogni anno per il gusto di farlo , credo gli insegnerei a non avere rispetto per le cose e le persone
cos'ho detto io? mi riporti il pezzo per favore?

Avatar utente
laste
Admin
Admin
Messaggi: 8932
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:58 pm
Contatta:

Messaggio da laste »

Barbara. ha scritto:Rebecca non chiede praticamente niente, mi rendo conto che è proprio brava.
Vabbe' ma io mica mi auguro un bimbo che non chiede nulla pero'.
Mi da l'idea che un gioco vale l'altro, e' bello vedere che ruggero adora,chesso, i pattini ed e' stato un regalo piu' azzeccato di, che so, un flauto


Tornando in tema.
In effetti la frase di cosetta "imparera' comunque piu' avanti che non puo' avere tutto e subito" lascia perplessa anche me, perche' come educatrice mi sento appunto in dovere di insegnarglielo prima delle cantonate sui denti.
Ma in linea generale condivido piu' il loro discorso che il valore dell'attesa.
Mettiamola cosi' simo:posto che ciascuno non puo' esaudire i bisogni materiali ed emotivi dei figli (la mamma non puo' giocare, deve cucinare- quel gioco lo compriamo a natale, costa troppo-le patatine solo il venerdi, ogni giorno ti farebbero male) il valore dell'attesa viene secondo me collateralmente da se
mi spiego?

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

Cos73 ha scritto:Queste sono valutazioni soggettive, ma non ci vedo nemmeno nulla di male se uno che se lo può permettere compra il cellulare più costoso o l'automobile.
Poi ovviamente nel complesso io sono per un tipo di educazione meno consumista, quindi non cambierei il cellulare una volta ogni due mesi, ma questa educazione devi darla con l'esempio IO GENITORE ho il cellulare dell'anno scorso, io ho i soldi e li gestisco ma non mi compro scemenze in continuazione quindi se passi il segno metto uno stop e te lo faccio notare
ma qual è lo stop lo deciderà ogni famiglia autonomamente...
non ho detto che tu lo fai o lo faresti ma che non ci vedi nulla di male e mi pare che in altro passaggio dicessi che chi ha la possibilita' economica puo' soddisfare tutti i bisogni e desideri, ora non lo trovo
i

Rispondi