Lontane

Moda, tendenze e bellezza
Avatar utente
Bibi
Admin
Admin
Messaggi: 2858
Iscritto il: sab feb 11, 2006 12:01 pm

Messaggio da Bibi »

Mi sono recentemente allontanata dal parentume di una cinquantina di km. Non sono molti perciò non ci sono problemi, riusciamo comunque a vederci nei weekend. Ma tu di quanto di allontani?



Jana

Messaggio da Jana »

io vivo ad olbia....i miei suoceri che comunque adoro e i miei genitori vivono a cagliari....insomma ci dividono 300 km.....ogni tanto i miei suoceri vengono a trovarci su....mentre mia madre per rispetto a mio marito che la detesta non viene mai! che stress! vado io a trovarli nel periodo delle vacanze scolastiche ma non vi immaginate quanto mi dispiace per mia figlia che li deve vedere solo nelle feste comandate e con mio marito musone....

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

io vivo nell'appartemento sopra i miei, con la suocera a 5 km da me, e la cosa mi fa piacere, non la sfrutto perche' mi piace essere indipendente e cavarmela da sola pero' so che ci sono per qualsiasi cosa mi serve e questo e' importantissimo, soprattutto con i bambini piccoli

Lafee

Messaggio da Lafee »

Mmm..dunque dunque.. vengo da una giornatina (l ennesima niente male a livello di stress e fatica!).
Dunque, il trasferimento è nei pressi di Bologna dove il maritozzo lavora da diverso tempo, la mia famiglia l ho tutta vicina, i miei suoceri (sono separati) vivono tutti e due molto lontani (ringraziando in Signore!! :cisssss: )
... ora però il mio dubbio e la mia perplessità, specialmente oggi sono arrivate alle stelle... vorrei rimanere qui.
Ora più che mai sono sempre più perplessa dello spostamento, certo, riunire la famiglia mi farebbe molto piacere.. ma l appoggio e l amore che i nonni danno ad un bambino sono innegabili.
Il padre di mio figlio è totalmente anti-famiglia e parenti e questo solo a causa della famiglia di m**** che si è ritrovato.
Non sopporta proprio tutto quello che riguarda il parentado in genere e secondo lui un figlio una volta avuti la madre e il padre vicini è a posto,.
Per lui i valori sono altri e putroppo con l infanzia e l esempio che ha avuto NON GLI DO TORTO però io so che la verità è una ltra.
Un figlio ha bisogno dei cugini, dei nonni, degli zii, e non si possono passare le feste sulle autostrade o alle stazioni sempre in viaggio, secondo me ha bisogno di attenzioni continue e non di essere lasciato solo dalla mattina alla sera perchè altrimenti non si sa come campare e si è costretti tra asili e baby sitter a fare i salti mortali!
E lui invece..che pensa altro come appunto vi dicevo, spinge da diverso tempo per "andare".. diciamo..
Io invece, che sono cresciuta con i miei ed eravamo lontani da tutto e tutti sempre per il lavoro di mio padre so benissimo cosa vuol dire stare soli e non avere nessuno vicino..e vorrei tanto che lo capisse anche lui..ma poi si comincia a parlare che non vede mai il figlio, che non stiamo mai insieme, e si parla di soldi e quelli non bastano mai..e quindi anche se sembra logico ed ovvio trasferirsi io sono l unica ad essere perplessa..e anche molto direi!
Francamente non so cosa fare, lui si mobilita ogni giorno tra scatoloni, avvisi e organizzarsi per lasciare questa casa..io mi lambicco il cervello per vedere come fare (da premettere che non possiamo mantenere ancora per molto due case..anzi non lo possiamo proprio più fare!).
Se vedeste la faccia dei miei ogni volta che vedono Tommi...sembra che partiamo PER L ALASKA!!!!!!!!

Che stresss....

Avatar utente
Ambra
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3715
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:03 pm

Messaggio da Ambra »

presente.Mio marito è Tedesco e ci siamo
conosciuti a Berlino,7 anni fa...sono qui,
a Berlino,sola con marito e 2 bimbi.
I miei a Roma e i suoceri a 480 km di distanza.
I miei mi mancano,i suoceri NO e non li "sfrutterei" se vivessero
vicini a noi per una serie di motivi.
A volte si sta davvero bene da soli,e ci si abitua,a volte mi viene
lo sconforto...la vita è fatta di scelte che spesso comportano delle rinunce
e bisogna fare il bilancio per poter decidere cosa ci rende sereni.
Io ho deciso,con mio marito,che 7 anni di Germania per me ormai
sono troppi.
Ho studiato qui,ho mandato avanti 2 gravidanze da sola e sto crescendo due
figli da sola.
Pur potendomi permettere ogni 2-3 mesi di vedere i miei genitori la cosa
sta diventando dispendiosa e noiosa e non ne posso piú
di trafile aeroportuali.
Non ho particolari legami di amicizia che un domani mi faranno dire
"ah,come mi mancherá X o Y" perché dopo 7 anni ho una sola carissima
amica...e manco Tedesca,visto che é Spagnola.
Mi mancherá tanto l´organizzazione tedesca,lo shopping fighissimo e
la libertá di girare in macchina,in metro,in tram e in bici TRANQUILLA...
Ma Roma è Roma e mamma e papá sono mamma e papá e soprattutto
I NONNI dei miei bimbi,con adorazione reciproca. :bacio:

Ospite

Messaggio da Ospite »

Ho vissuto lontano da casa dal '94 al 2001 a 550 km di distanza dai miei, ci vedevamo una volta al mese ma essere vicini a casa è un'altra cosa!!!! Ora abito a 10 km dai miei...nn sono mammona ma è dura abitare lontano da casa ... per me lo è stato psicologicamente: nn chiedo mai aiuto ai miei... ma sapere che ci sono mi da sicurezza.... quando viene mia mamma a casa gioca con le bimbe nn alza un dito in casa perchè sa che nn glielo permetterei....la vita è tt una questione di organizzazione ... quindi ce la faccio a fare tt e dove nn riesco... recupero il giorno dopo... :eek: mi riempie il cuore di gioia vedere i miei genitori che giocano con le mie bimbe io alla vita chiedo solo questo.... serenità e... nn è poco :red:

Rispondi