Notti particolari

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
emy
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5320
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:47 pm
Contatta:

Messaggio da emy »

ecco cosa ho trovato mi sa che è proprio questo.


L'attacco di pavor nocturnus avviene durante il sonno, in maniera improvvisa ed inaspettata. Nella prima metà della notte, il bambino si solleva dal letto. Piange ed urla in maniera esagerata e non sembra reagire a nessun richiamo dei genitori. Di solito ha gli occhi sbarrati ma non vede chi ha di fronte. Altre volte, può restare con gli occhi chiusi. Se si tenta di "consolarlo", invece di calmarsi reagisce con maggior terrore.

Spesso, il bambino presenta sudorazione eccessiva, tachicardia e rigidità muscolare durante tutta la durata dell'attacco che può durare da pochi minuti ad oltre mezz'ora. Dopo la crisi, il bambino si rilassa e riprende a dormire.

Non è un incubo ed è molto diverso dal sonnambulismo: è una vera e propria crisi di terrore che si verifica nelle fasi 3 e 4 del sonno lento. Il bambino, anche se sembra sveglio, in realtà non lo è e per questo non reagisce agli stimoli ambientali. A volte esso può essere la conseguenza diretta di un incubo particolarmente spaventoso, ma nella maggior parte dei casi, il bambino non ricorda nessun incubo. Ricorda solo il terrore paralizzante. Spesso, la mattina dopo non c'è più memoria dell'accaduto.


[modifica] Cause
Le cause possono essere svariate: stimolazioni sonore o luminose durante il sonno, stress, distensione vescicale, fisiologiche (febbre, deficit di sali minerali - a causa del caldo ed eccessiva sudorazione), o genetiche.

Nella maggioranza dei casi, però, le cause restano sconosciute.


[modifica] Rimedi
Se il disturbo si presenta occasionalmente, non è necessario alcun tipo di intervento medico. I genitori devono evitare di toccare o prendere in braccio il bambino (infatti non farebbero altro che aumentarne il terrore). Spesso, parlare dolcemente al piccolo lo aiuta a calmarsi ed a tornare, lentamente, a dormire. Risvegliare bruscamente il bambino è sconsigliato: potrebbero insorgere complicazioni psicologiche momentanee che lo porterebbero ad una vera e propria "crisi di panico cosciente", se non addirittura al blocco respiratorio o all' arresto cardiaco.



nene70
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7426
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:54 pm

Messaggio da nene70 »

ma pulce...
speriamo passi in fretta...
magari il cambiamento l'ha un po' scombussolato, sai ,via il latte,lettino da grandi...
nn manifestano ma poi esce!! :bacio:

erinmay
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5251
Iscritto il: mer set 25, 2013 5:13 pm

Messaggio da erinmay »

mannaggia speriamo che passi in fretta
un bacino piccolo miachael :bacio:

Avatar utente
emy
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5320
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:47 pm
Contatta:

Messaggio da emy »

sono due notti che non piange, però non ha dormito al pomeriggio e sono due sere che andiamo alla fiera, tra una giostra e l'altra si stanca.

Rispondi