farmaci a scuola

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
Vavi
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3860
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:00 pm

Messaggio da Vavi »

Luvetta ha scritto:E' Capoten (Captoprile), è un regolatore della pressione.
In pratica serve a tenere ipotesa la massima, e ad evitare che i reni si "settino" sulla pressione sballata
Sono convinta anch'io che con adeguate prescrizioni e certificazioni non ci DEVONO essere problemi.
uff.. io per una mia "scaramanzia" ho sempre accuratamente evitato di ufficializzare Gabriel come cardiopatico, non ho mai voluto esenzioni per patologia etc. Mi sa che sta volta mi tocca capitolare.
Cazzarola Cla se ce l'ho fatta io ad avere il certificato non puoi avere problemi tu!!! Su su su!!!

(Ma sai che nn ricordo che tu abbia dato pastiglie a Gabriel a casa mia.... ma in effetti non ricordo nemmeno se l'ho data a Sara.... :filufilu: )



Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

Aivliss ha scritto:
Aivliss ha scritto:si può tornare a scuola (naturalmente se le condizioni del bimbo lo permettono).
Io avevo precisato "se le condizioni del bimbo lo permettono". Di certo non lo manderei mai se lo vedessi fiaccio, mogio, debole...
Comunque non so che dirvi, ho riferito ciò che mi ha detto sempre la mia pediatra. Ad esempio quando Francy ha avuto la scarlattina, mi ha detto di tenerlo a casa per un paio di giorni (max 72 ore) dopo la cessazione della febbre e l'inizio della terapia antibiotica. Poi di rimandarlo al nido (se lo vedevo bene, logicamente).
La stessa cosa me l'ha detta un medico del PS pediatrico del Sant'Orsola di Bologna.
Logicamente gli antibiotici glieli ho sempre dati solo quando me li ha prescritti il medico, non certo per un raffreddore!
Che ti devo dire?
Io nn son d'accordo, la mia pediatra non è d'accordo, la noipediatra non è d'accordo ;)
I bimbi dopo le malattie vanno tenuti riguardati anche se "li vedi bene" nel loro interesse... la scarlattina poi è parecchio debilitante per l'organismo, figuriamoci a due giorni dall'inizio dell'antibiotico se è il caso di entrare a contatto con bambini e germi.
Purtroppo ho l'impressione che sempre più pediatri tendono a dire più che altro quel che i genitori vogliono sentirsi dire, o pensano che vogliano sentirsi dire, per toglierseli di mezzo velocemente... il pediatra nostro di Grado ad es. diceva sempre di portarli in spiaggia ah ah ah perchè là son tutti fissati.

Azur
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5030
Iscritto il: ven dic 15, 2006 8:03 pm

Messaggio da Azur »

Anche qui (nido, materna e scuola) tassativamente vietato, tranne medicinali salvavita e casi particolari con certificato medico...
Gabriel prende 3 volte al giorno (ore 8-12-21) una pillola.
Questo dovrà farlo, temo, per il resto della sua vita, e sicuramente quando andrà alla materna.
Vuol dire che per somministrargli la pillola delle 12 dovrà andare qualcuno dei familiari all'asilo?
Luv,
Gabriel rientra sicuramente tra quelli consentiti convertificati vari....

BABA

Messaggio da BABA »

E' un discorso un pò complicato...
da una parte è giusto che i medicinali non siano somministrati dalla struttura scolastica ..anche per evitare problemi o casini...dalla'ltra bambini che hanno urgenze o necessità particolari...
Poi comunque i piccoli stanno all'asilo non più di otto ore e credo che sia il tempo più o meno di tutti gli antibiotici per la somministrazione

Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Messaggio da Lella »

Anche da noi è tassativamente vietato cheil personale somministri qualsiasi farmaco ai bambini dietro richiesta del genitore.

zizzia
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5858
Iscritto il: sab dic 16, 2006 1:35 pm

Messaggio da zizzia »

da noi dopo una malattia non si può tornare a scuola senza il certificato medico

Rispondi