Tipo di parto: perché litigare?

Moda, tendenze e bellezza
Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Messaggio da Rie »

Da noi una cosa media, con lieve tendenza al tc più per i medici che cercano la propria sicurezza che per la richiesta materna.
C'è da dire che la "causa medica accertata" la si può interpretare :filufilu: , specie in caso di cesareo pregresso, anche nelle strutture pubbliche.

Mi porto dietro un certo dispiacere per la posizione a riguardo di Rie2, sia a livello personale (la cosa migliore è il parto naturale, pure per il bimbo), sia a livello di considerazione delle esigenze collettive, ma se non avessi potuto scegliere, avrei vissuto davvero con insostenibile angoscia la seconda gravidanza.



Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Io ero terrorizzata dall'idea di fare un cesareo, e quando all'ultima eco mi hanno detto che Matilde era podalica mi è venuto un colpo... Ho fatto di tutto per farla girare e ci sono riuscita.

Ma da qui ad aggredire un'altra mamma perchè la pensa in modo diverso da me, ce ne vuole!!!!

Teresa
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 2533
Iscritto il: ven dic 15, 2006 8:25 pm

Messaggio da Teresa »

io devo dire che ero una di quelle persone che se avesse dovuto fare un cesareo ci sarebbe rimasta male, questo come primipara.
cioe' proprio avevo voglia di vivermi il parto alla maniera naturale, la vivevo come un'esperienza che volevo fare.
con mena devo dire che la cosa mi interessava molto meno, cioe' una volta fatta la mia esperienza se fosse finito a cesareo non ci sarei rimasta male, anzi forse mi sarei vissuta anche quella come una nuova esperienza che ora mi manca.
non nego che guardo con un po' di sospetto chi si augura un cesareo, come primipara, senza che ci siano vincoli reali se non quello della paura.
non l'aggredirei mai una mamma per cosi' poco, ci mancherebbe, pero' non nego che un tantino ci proverei a ragionare, a smitizzare questo dolore cosmico e a convincerla che e' un dolore intenso, ma breve che passa e che non e' vero che si dimentica, perche' ce lo ricordiamo tutte, ma nonostante questi ricordi di figli ne facciamo ancora

Romanina
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 51
Iscritto il: lun nov 09, 2009 6:48 pm

Messaggio da Romanina »

mi ritrovo parecchio nella posizione di teresa, e io il cesareo quasi d'obbligo, lo rischio avendo il piccolo a 32 settimane podalico. ci rimarrei male se rimanesse così fino alla fine, specie per il primo parto, ma alla fine credo che non la butterei comunque in tragedia, giusto una punta di delusione, ecco. il dover fare il cesareo a mio parere non toglie NIENTE all'essere mamma, al limite l'unica posizione che proprio non capisco (ma non certo da aggredire °_° ) è chi il cesareo lo sceglie per non soffrire, a quel punto meglio l'epidurale, il cesareo come operazione chirurgica lascia segni e fa soffrire nel decorso post operatorio...

lalla77

Messaggio da lalla77 »

io penso che bisogna sempre guardare la salute di mamma e bambino.
Io per esempio per Arianna volevo a tutti i costi il naturale e ho dovuto fare il cesareo perchè è andata in sofferenza fetale e non ho avuto alternative. E' stato un vero e proprio intervento e non mi sono potuta godere da subito Arianna perchè non riuscivo a muovermi per il dolore e la febbre.
Per Alessia volevo a tutti i costi il cesareo e invece ho fatto il naturale (su consiglio dell'ostetrica che ringrazierò sempre). Sono subito andata in stanza con le mie gambe ho mangiato dopo neanche mezz'ora e mi sono subito spupazzata Alessia.
Io rifarei il naturale ma ognuno secondo me non dovrebbe accanirsi su una sola soluzione perchè ci sono talmente tante varianti che ti portano all'una o all'altra soluzione.

Gwen

Messaggio da Gwen »

Io sono una di quelle che si infervora e litiga per questo argomento, ma ti dico perchè: mi incavolo come una bestia quando trovo le donne che affermano (non solo per se stesse ma come regola universale) che il cesareo o l'epidurale ti rendono MENO mamma, che il parto DEVE contemplare il dolore, che col dolore "tieni" più a tuo figlio.
E ci sono donne così, molte ostetriche (come quella che ha fatto il corso preparto a me) in primis.

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Io ho il terrore di induzioni e cesarei.
Tanto che per avere più possibilità di evitarli ho iniziato ora una dieta che mi aiuti a controllare la glicemia avendo l'idea di cercare a breve un figlio.

Invece desidero fortemente fare il parto naturale vero la prossima volta senza interferenze al punto da decidere già adesso di andare probabilmente in un ospedale più lontano.

Se mi si chiede un parere chiaramente spingo sul naturale.
Ma di qui a litigare ce ne passa.

Gwen

Messaggio da Gwen »

lenina ha scritto:Io ho il terrore di induzioni e cesarei.
Tanto che per avere più possibilità di evitarli ho iniziato ora una dieta che mi aiuti a controllare la glicemia avendo l'idea di cercare a breve un figlio.

Invece desidero fortemente fare il parto naturale vero la prossima volta senza interferenze al punto da decidere già adesso di andare probabilmente in un ospedale più lontano.

Se mi si chiede un parere chiaramente spingo sul naturale.
Ma di qui a litigare ce ne passa.
Io semmai dovessi avere un secondo figlio invece vorrei il cesareo programmato, ma mica per il dolore, ma per evitare i rischi ai quali è stata assurdamente sottoposta mia figlia. E molti non erano prevedibili.

Rispondi