Tipo di parto: perché litigare?

Moda, tendenze e bellezza
Avatar utente
caterina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17805
Iscritto il: ven feb 22, 2008 10:55 am
Contatta:

Messaggio da caterina »

Mi è difficile altresì capire chi invece ha pensieri per non aver partorito in maniera naturale.
Mia sorella è una di queste persone, è un dolore che si porterà appresso per sempre, non se lo scorda, ogni tot lo riprende sto cavolo di discorso dei 3 cesarei.
Io è una cosa che non capisco, non ci arrivo, anche sforzandomi.
Da qualche parte deve uscire sto figliolo. E' sano, sei felice, sta bene, state bene, ti sei trovata bene e ti hanno trattato con umanità...emmò basta allora!
In questo caso proprio non riesco ad essere empatica, anzi, mi viene anche un pò il nervoso.



Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Chloe83 ha scritto:Quoto.
A parte il fatto che il cesareo è tutto meno che indolore eh. Anche se onestamente nel mio caso non mi ha impedito di godermi la nani da subito, per fortuna.
Io comunque l'ho fatto serenamente e serenamente lo rifarò se avrò altri figli.
Valutando rischi e benefici per me era preferibile il rischio prevedibile di distress respiratorio (per cui la struttura era attrezzata a intervenire) che quelli imponderabili legati al parto naturale (nodi veri, distacco di placenta, sofferenza fetale in genere). E il cesareo l'ho voluto programmato perchè purtroppo negli anni ho conosciuto una serie di persone che hanno perso il bambino durante il parto perchè un'ostetrica si era accanita a evitare il cesareo ad ogni costo, perdendo tempo per avvisare il ginecologo e arrivando al TC molto tardi. Al mio fratello minore è accaduta una cosa simile, non è morto ma è andato in ipossia e ha riportato danni permanenti. Ovvio che questo non rende il cesareo migliore del naturale in assoluto ma per me era impossibile partorire passando ogni minuto a pensare che mia figlia poteva morire. Comunque se mai fossi stata obbligata a partorire naturalmente avrei voluto un monitoraggio costante del battito della bimba, quindi comunque un parto medicalizzato.
Però ecco, leggendoti sembra per una persona che deve partorire che il naturale abbia un sacco di rischi e un'altissima mortalità.

Non è così in realtà, ma mortalità purtroppo è più alta per il cesareo.

Tanto e vero appunto che dove ce ne sono molti meno la mortalità non è superiore che in Italia.
Pare anche che alla fine di tutto nel parto veramente naturale sia molto più rara la sofferenza fetale.

leggevo che esistono comunque strumenti non invasivi senza fili e molto piccoli per controllare il battito del feto ma ancora non sono diffusi

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

caterina ha scritto:Mi è difficile altresì capire chi invece ha pensieri per non aver partorito in maniera naturale.
Mia sorella è una di queste persone, è un dolore che si porterà appresso per sempre, non se lo scorda, ogni tot lo riprende sto cavolo di discorso dei 3 cesarei.
Io è una cosa che non capisco, non ci arrivo, anche sforzandomi.
Da qualche parte deve uscire sto figliolo. E' sano, sei felice, sta bene, state bene, ti sei trovata bene e ti hanno trattato con umanità...emmò basta allora!
In questo caso proprio non riesco ad essere empatica, anzi, mi viene anche un pò il nervoso.
Io ci soffrirei Caterina, e te lo dico a priori.
Perchè dovrebbe dare il nervoso questo? :mumble:

Chloe83

Messaggio da Chloe83 »

lenina ha scritto:Però ecco, leggendoti sembra per una persona che deve partorire che il naturale abbia un sacco di rischi e un'altissima mortalità.

Non è così in realtà, ma mortalità purtroppo è più alta per il cesareo.

Tanto e vero appunto che dove ce ne sono molti meno la mortalità non è superiore che in Italia.
Pare anche che alla fine di tutto nel parto veramente naturale sia molto più rara la sofferenza fetale.

leggevo che esistono comunque strumenti non invasivi senza fili e molto piccoli per controllare il battito del feto ma ancora non sono diffusi
Infatti ho detto che nella mia esperienza è accaduto questo, e non ho potuto non tenerne conto quando si è trattato di scegliere il mio parto, non c'è nessuna pretesa di verità scientifica nel mio punto di vista.

Avatar utente
caterina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17805
Iscritto il: ven feb 22, 2008 10:55 am
Contatta:

Messaggio da caterina »

Leny mi viene il nervoso perchè almeno per quanto riguarda mia sorella ha proprio i sensi di colpa, come se fosse colpa sua santo cielo.
Si sente male come se non avesse fatto il suo dovere...ma questo è poi anche insito nel suo carattere in generale, se all'università prendeva 28 e non 30 piangeva per gue giorni interi, vojo dì...
Se una che ha avuto 3 cesarei e parla ancora del primo dopo 10 anni e ne parla come se fosse morto qualcuno, a me viene il nervoso, perchè baciati i gomiti che sei stata bene, che tuo figlio è sano, che ce l'hai con te...non stare a pensare al come, perchè è successo, l'hanno fatto per il tuo bene, stava soffrendo tuo figlio ecc ecc...non è che ti hanno aperta stile macellaio...

Avatar utente
val3nt1na
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: mer ago 05, 2009 7:05 pm

Messaggio da val3nt1na »

caterina ha scritto:Mi è difficile altresì capire chi invece ha pensieri per non aver partorito in maniera naturale.
Mia sorella è una di queste persone, è un dolore che si porterà appresso per sempre, non se lo scorda, ogni tot lo riprende sto cavolo di discorso dei 3 cesarei.
Io è una cosa che non capisco, non ci arrivo, anche sforzandomi.
Da qualche parte deve uscire sto figliolo. E' sano, sei felice, sta bene, state bene, ti sei trovata bene e ti hanno trattato con umanità...emmò basta allora!
In questo caso proprio non riesco ad essere empatica, anzi, mi viene anche un pò il nervoso.
forse non capisci il suo vissuto perchè...non ci sei passata?

Avatar utente
caterina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17805
Iscritto il: ven feb 22, 2008 10:55 am
Contatta:

Messaggio da caterina »

Pur non essendoci passata non riesco proprio a capire nè lei nè altre che dicono che si sentono delle merdine, che la vivono tutt'ora malissimo ecc ecc.
E' sicuramente un limite mio, ma per me basta che nasca e che sia sano e che la mamma non abbia corso pericoli, tutto il resto viene in secondo piano, che vi devo dì...

Avatar utente
val3nt1na
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: mer ago 05, 2009 7:05 pm

Messaggio da val3nt1na »

non è un tuo "limite",anzi direi che sei fortunata a viverla così.ci metterei la firma

Rispondi