Tipo di parto: perché litigare?

Moda, tendenze e bellezza
Mammatitta

Messaggio da Mammatitta »

Gwen ha scritto:Io sono una di quelle che si infervora e litiga per questo argomento, ma ti dico perchè: mi incavolo come una bestia quando trovo le donne che affermano (non solo per se stesse ma come regola universale) che il cesareo o l'epidurale ti rendono MENO mamma, che il parto DEVE contemplare il dolore, che col dolore "tieni" più a tuo figlio.
E ci sono donne così, molte ostetriche (come quella che ha fatto il corso preparto a me) in primis.
Quoto, mi arrabbio pure io per questo!

Io per quanto mi riguarda ho una paura bestiale del cesareo non lo so è inconscia mi blocca proprio l'idea! Poi certo che se sorgesse la necessità lo farei.



Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

val3nt1na ha scritto:io mi sono informata e qui l'elettivo si farebbe una settimana prima o poco più rispetto al termine.


non mi ero mica accorta che era un post vecchio........
Lo so che lo fanno sempre più vicino.
ma per esempio io ero 5 giorni indietro rispetto alla datazione (se sono meno di 7 non ridatano)
Se me lo avessero fatto una settimana prima sarebbero state quasi 2.

Poi appunto è una cosa mia, la vivrei più tranquillamente così.

(il post è vecchio ma ormai è su :cisssss: )

Avatar utente
val3nt1na
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: mer ago 05, 2009 7:05 pm

Messaggio da val3nt1na »

lenina ha scritto:Lo so che lo fanno sempre più vicino.
ma per esempio io ero 5 giorni indietro rispetto alla datazione (se sono meno di 7 non ridatano)
Se me lo avessero fatto una settimana prima sarebbero state quasi 2.
può darsi che sia il mio caso,quando andai per l'amnio me la rimandarono di una settimana....anche se dissero che non era da ridatare...

Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

Gwen ha scritto:L'attenta valutazione andrebbe sempre fatta, certo. Però come si fa?E' impossibile no?I rischi legati al parto naturale sono tantissimi e ben meno prevedibili rispetto al cesareo eh.
Mia figlia col parto naturale ha rischiato ben di peggio delle difficoltà respiratorie eventuali col cesareo anticipato.
Io però questo te lo dico ora col senno di poi quindi come si fa a prevederlo?
questo però non è vero Gwen, dissento fortemente. I rischi di un cesareo non sono comunque prevedibili, vedi problemi respiratori, shock per il bambino che non è preparato ad uscire (a meno che non si faccia a travaglio avviato e per chiare complicazioni e non perchè la partoriente non sta rispettando i tempi dell'ospedale), rischi di emoraggia per la madr, di trombosi, di infezioni.

Il parto naturale è sempre da preferirsi, per madre e figlio.

Ma che sia NATURALE. Il parto medicalizzato e per me lo diventa già solo con ossitocina non è un parto naturale ma un parto vaginale, il che è motlo diverso. E allroa certo, i rischi ci sono ma sono rischi creati dal personale ospedaliero.

Ecco perchè io spero proprio che la prossima volta potrò partorire a casa visto che stavolta non ho potuto ma almeno è stato un parto vaginale.

Per ME il tipo di parto è importante, poi posso capire che c'è chi sveglie di fare un cesareo successivamente al primo o comunque dopo un vaginale traumatico.

Però dire che ci sono più rischi in un naturale non è un'informazione corretta.

Avatar utente
val3nt1na
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: mer ago 05, 2009 7:05 pm

Messaggio da val3nt1na »

Solange ha scritto: Ma che sia NATURALE. Il parto medicalizzato e per me lo diventa già solo con ossitocina non è un parto naturale ma un parto vaginale, il che è motlo diverso.
.
sono d'accordo,hai detto una cosa giusta! secondo me

Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

scusate l'ortografia ma ho Sveva in braccio :lol:

alemia
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7117
Iscritto il: ven dic 15, 2006 5:08 pm

Messaggio da alemia »

lenina ha scritto:in teoria.
Eppure è capitato anche qua sul forum che ci fossero problemi respiratori non da poco ben oltre la 37.

io ne ho esperienze dirette con un paio di amiche di problemi respiratori dovuti al cesareo, i bimbi sono stati ricoverati una decina di giorni...

diciamo che nell'immaginario quello di tirare fuori un bimbo bello bello senza strapazzo da parto viene visto come "il meglio" per il bambino
quando invece è "scientificamente dimostrato" (ahahaha paola scusami ahahah) che il parto naturale , il passaggio del bambini nel canale del parto con le sollecitazioni che ne derivano, sono quanto di più utile per il bambino, sia a livello fisico che ormonale

quindi io ristabilirei quella che è la verità, nel senso che un parto naturale è senza dubbio preferibile
chiaramente questo si può asserire con le dovute precisazioni, cioè è chiaro che se ci sono problemi oggettivi allora, valutati i rischi\benefici, è meglio provvedere al cesareo

ed è anche chiaro che questo andrebbe fatto sempre, da personale competente e coscenzioso
invece spesso si predilige il cesareo come "migliore" perchè lascia il tempo di programmare le ferie del ginecologo,(soprattutto nelle cliniche private, guardacaso)
e da la sensazione alla mamma di tirar fuori il piccolo "sano e salvo".

ho un amica che è ricorsa alla fecondazione assistita, che sosteneva che per lei la cosa fondamentale era il bene del bimbo, e quindi per non correre il minimo rischio si affidava al cesareo
ci ho discusso eccome, per farle notare che non è che solo perchè ha avuto difficoltà ad avere un bimbo, può pensare che il bene, o la cura o la paura sua siano diverse da quelle delle altre mamma
anche io
che ho avuto i bimbi a razzo credo di poter dire con assoluta certezza che il loro bene viene prima di tutto, che ha avuto le mie paure riguardo al fatto che potessi non averne, che insomma mi pare sbagliato come discorso, seppure lo posso giustificare

alla fine io non litigherei mai per una cosa delgenere
ognuno alla fine decide come meglio crede(anche se io non sarei per lasciare decidere la mamma ma il ginecologo)
sono favorevole all'epidurale proprio per venire incontro a chi può avere paura del dolore, ma lasciare scegliere in questo campo è difficilissimo

è come volersi mettere al posto del medico e dire se è il caso di fare un operazione in anestesia totale piuttosto che locale piuttosto che in laparoscopia
questo in linea di principio
che ognuno faccia il proprio lavoro


e soprattutto darei molto sostegno prima, proprio perchè molte delle paure derivano dal non sapre cosa stiamo andando ad affrontare
e soprattutto ricorderei che noi donne siamo fatte per partorire naturalmente, e il parto cesareio è una grande innovazione a favore di chi non avrebbe potuto avere figli in altro modo, ma appunto secondo me è da riservarsi ai casi di effettiva necessità

tutto il resto, mamme più o meno brave..ahah mi pare solo una cavolata nata da menti oziose
mamme si è sempre e cmq, bravissime in ambedue i casi, e magiche proprio perchè in quel momento secondo me si realizza un miracolo :))

Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

val3nt1na ha scritto:sono d'accordo,hai detto una cosa giusta! secondo me
io lo dico con cognizione di causa purtroppo. il mio sarebbe stato un perfetto parto naturale e sarebbe anche stato più veloce se non mi avessero disturbata impedendo la dilatazione, se avessi potuto travagliare a modo mio senza monitoraggio. Poi da lì ossitocina e nonostante quella non mi dilatavo (il potere della mente....) ed epidurale che ho chiesto per provare ad evitare il cesareo a cui mi sentivo destinata a quel punto. E poi in 40 minuti dilatazione completa e nascita... chissà come mai!

Se io fossi rimasta a casa e avessi ascoltato più il mio corpo dei medici (di fatto la mia pressione saliva solo se mi stancavo.... ora col senno di poi mi dico che era un messaggio del mio corpo per farmi stare ferma e a riposo dopo dei mesi tumultuosi e molto stancanti e infatti il giorno del parto la pressione era perfetta) sarei rimasta in casa di maternità.
E sono pure andata in un ospedale pronaturale :sticazzi:

Ma la prossima volta spero sarà diverso anche perchè ora ho più consapevolezza.

Rispondi