Tipo di parto: perché litigare?

Moda, tendenze e bellezza
Gwen

Messaggio da Gwen »

lenina ha scritto:Il discorso del dolore presentato così è presentato male.
La cosa vera è che quello del parto è l'unico dolore "finalizzato" non è questione di essere più o meno mamma ma di desiderare di vivere in modo completamente attivo il momento della nascita e di "sentire" le sensazioni del nascituro.
E' presentato male da chi VUOLE presentarlo male.
Ci sono donne che pensano quello che ho scritto esattamente come lo ho scritto.
Quello che dici tu è diverso, ma le stesse donne con cui litigo io condannano pure l'epidurale come se ti rendesse meno presente, e invece se l'epidurale è fatta bene non annulli tutte le sensazioni, ma solo il dolore, anzi a mio parere in certi casi sei più collaborativo e presente senza dolore.



Gwen

Messaggio da Gwen »

lenina ha scritto:Hai ragione :cisssss:

Ma chi giustamente come me naviga con "nuovi messaggi" non ci fa caso a meno di controllare le date.
Nemmeno io ci avevo fatto caso!

Gwen

Messaggio da Gwen »

lenina ha scritto:Io ad esempio anche se dovessi veramente fare un cesareo sicuramente pretenderei di non farlo in anticipo.
Si fa quando il travaglio parte o almeno alla 40 compiuta per essere sicura che il bambino sia veramente pronto a nascere.
Anche se così non è programmabile e c'è il problema dell'"urgenza"
L'idea di un cesareo elettivo in anticipo mi fa proprio paura paura.
Sì lo capisco benissimo, ma in teoria dalla 37° settimana il pupo è a termine.

Romanina
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 51
Iscritto il: lun nov 09, 2009 6:48 pm

Messaggio da Romanina »

lenina ha scritto:Io ad esempio anche se dovessi veramente fare un cesareo sicuramente pretenderei di non farlo in anticipo.
Si fa quando il travaglio parte o almeno alla 40 compiuta per essere sicura che il bambino sia veramente pronto a nascere.
Anche se così non è programmabile e c'è il problema dell'"urgenza"
L'idea di un cesareo elettivo in anticipo mi fa proprio paura paura.

ecco, esatto.
A me all'eco del terzo trimestre hanno visto il bimbo podalico e hanno iniziato a dirmi di prendere il numeretto che manco in salumeria perchè "mica vorrà poi avere l'urgenza?" (tradotto: sai che palle per noi staff medico una pratica imprevedibile...). Al che io ho ribattuto che essendo primipara e ancora comunque alla 32esima mi rifiutavo di iniziare a prenotarlo °__° che se ce ne sarà bisogno all'ultimo, ci mancherebbe, ma che voglio essere monitorata fino al termine (peraltro di famiglia le donne sono tutte molto "lunghe" coi tempi, mia madre, le mie zie ecc hanno tutte avuto parti naturali ma parecchio in là come data, mai rottura acque spontanea ecc.).
Io credo di aver mantenuto l'atteggiamento più equilibrato possibile, certi dottori mi fanno veramente innervosire con le smanie di togliersi dalle palle qualsiasi situazione non programmmata (e voglio dire, avrei capito me lo avesse detto che so, alla 36esima, ero alla 31+6.....).

erinmay
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5251
Iscritto il: mer set 25, 2013 5:13 pm

Messaggio da erinmay »

credo che sia dovuto al fatto che
come purtroppo accade spesso
l'opinione personale sulla tipo di parto
sottenda anche un giudizio sulla persona che sostiene l'opinione alternativa
non tutti riescono a prescindere il giudizio della situazione dal giudizio sulla persona

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Gwen ha scritto:Sì lo capisco benissimo, ma in teoria dalla 37° settimana il pupo è a termine.

in teoria.
Eppure è capitato anche qua sul forum che ci fossero problemi respiratori non da poco ben oltre la 37.

Gwen

Messaggio da Gwen »

lenina ha scritto:in teoria.
Eppure è capitato anche qua sul forum che ci fossero problemi respiratori non da poco ben oltre la 37.
:occhiodibue: cacchio!

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Gwen ha scritto: :occhiodibue: cacchio!
Non è una cosa sicura eh.
è appunto il discorso di fare una valutazione seria rischio-beneficio.

Rispondi