Capire l'altro o accettarlo per quello che e'?

Moda, tendenze e bellezza
Ospite

Capire l'altro o accettarlo per quello che e'?

Messaggio da Ospite »

Buongiorno ragazze! oggi vi chiedo di condividere le vostre esperienze per poter capire come aiutare una amica, ma soprattutto per imparare qualcosa di nuovo io stessa. La mia amica e' in crisi col fidanzato, avevano cominciato a fare piani di matrimonio, poi lui ad un certo punto ha cominciato a dire che non si sentiva sicuro, fino ad arrivare alla situazione odierna: in pratica non stanno insieme, lei vorrebbe "lavorare" assieme a lui per capire insieme cosa c'e' che lo spaventa, quali sono i problemi da superare etc, lui le dice e le scrive 'ti voglio bene, mi manchi', ma non passa all'azione ... e lei si strugge nel tentativo di capire, di capire lui e delle ragioni che lui non e' disposto a tirare fuori. Lei dice: è necessario sforzarsi di capirsi, questo e' un atteggiamento da coppia. Io le dico: e' neccessario che tu capisca te stessa, quello che vuoi da questo rapporto ed accetti lui per quello che e'; se non riesci a darti o ad avere ragione del suo comportamento, pace! L'importante e' che tu sappia quello che vuoi ed agisca di conseguenza!
Voi cosa ne pensate? Fino a che punto si puo' provare a capire l'altro e quando invece e' meglio smettere con questo processo e dire appunto 'ok, sei fatto cosi', ma a me non sta bene, quindi basta' oopure anche 'ok, sei fatto cosi', ma io ti amo per quello che sei' ?



Avatar utente
Fede
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 8468
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:16 pm

Messaggio da Fede »

dipende da quanto stanno assieme, da come sono stati assieme e da come parlavano del futuro assieme
insomma da molte cose

io credo che nessuna delle tue due affermazioni sia giusta presa singolarmente, credo ci voglia un po' di una ed un po' dell'altra

per stare assieme ci vogliono pure sacrifici, altruismo, comprensione e potrei continuare all'infinito

ma di fondo ci vuole l'Amore
senza quello non si va da nessuna parte
un buon inizio può essere questo, il resto devono costruirlo

in bocca al lupo alla tua amica

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Re: Capire l'altro o accettarlo per quello che e'?

Messaggio da Daria »

[quote="giulias"]Buongiorno ragazze! oggi vi chiedo di condividere le vostre esperienze per poter capire come aiutare una amica, ma soprattutto per imparare qualcosa di nuovo io stessa. La mia amica e' in crisi col fidanzato, avevano cominciato a fare piani di matrimonio, poi lui ad un certo punto ha cominciato a dire che non si sentiva sicuro, fino ad arrivare alla situazione odierna: in pratica non stanno insieme, lei vorrebbe "lavorare" assieme a lui per capire insieme cosa c'e' che lo spaventa, quali sono i problemi da superare etc, lui le dice e le scrive 'ti voglio bene, mi manchi', ma non passa all'azione ... e lei si strugge nel tentativo di capire, di capire lui e delle ragioni che lui non e' disposto a tirare fuori. Lei dice: è necessario sforzarsi di capirsi, questo e' un atteggiamento da coppia. Io le dico: e' neccessario che tu capisca te stessa, quello che vuoi da questo rapporto ed accetti lui per quello che e']

Mi sento tanto Mina nella posta di Vanity faire oggi :cisssss: , indubbiamente lui ha classico complesso di Peter Pan, mi pare chiaro che non ha voglia e intenzioni di girar su le maniche come si dice dalle nostre parti, lei dovrebbe mollarlo per un po', non stargli troppo addosso perche' altrimenti rischia veramente il distacco, lasciarlo croggiolare un po' nel suo brodo e aspettare che sia lui a fare la prossima mossa, se non la fa avra' da sola la risposta che cercava...secondo me le persone dopo il matrimonio e' piu' facile che certi lati del carattere li peggiorino che migliorino per cui bisogna mettere questo in preventivo...Amare una persona vuol dire accettarla, tentare di cambiarla e' far violenza su quella persona e su se stessi, io per un breve periodo ho cercato di cambiare una certa cosa di mio marito che mi faceva male, la sua difficolta' a dialogare ,a confrontarsi, ho capito che non riuscira' mai a smussare questo lato del suo carattere, soprattutto se si sente sotto pressione da me, da quando ho accettato questa cosa il nostro rapporto e' notevolmente migliorato

Ospite

Messaggio da Ospite »

eh, gia', non sai quanto condivido le tue affermazioni ... soprattutto quella "ma di fondo ci vuole l'amore"

Ospite

Re: Capire l'altro o accettarlo per quello che e'?

Messaggio da Ospite »

daria ha scritto: Mi sento tanto Mina nella posta di Vanity faire oggi :cisssss: ,
Bello, no????
daria ha scritto: indubbiamente lui ha classico complesso di Peter Pan, mi pare chiaro che non ha voglia e intenzioni di girar su le maniche come si dice dalle nostre parti, lei dovrebbe mollarlo per un po', non stargli troppo addosso perche' altrimenti rischia veramente il distacco, lasciarlo croggiolare un po' nel suo brodo e aspettare che sia lui a fare la prossima mossa, se non la fa avra' da sola la risposta che cercava...


Essendomi trovata in passato in una situazione simile, so bene che questo e' quello che dovrei farle capire ... ma tra il capire (da parte sua) e il fare, cioe' mettere in pratica ... mhhh quante lacrime in mezzo, purtroppo!
Ma io mi chiedo, possibile che tanti ragazzi o meglio uomini siano cosi' deboli? Non potrebbero semplicemente dire basta, evitando tutti quegli atteggiamenti tipici di chi si sente un po' in colpa a lasciare una e allora le da' dei piccoli contentini che alla fin fine non fanno altro che illuderla=logorarla?
:frusta:
daria ha scritto: ...Amare una persona vuol dire accettarla, tentare di cambiarla e' far violenza su quella persona e su se stessi, io per un breve periodo ho cercato di cambiare una certa cosa di mio marito che mi faceva male, la sua difficolta' a dialogare ,a confrontarsi, ho capito che non riuscira' mai a smussare questo lato del suo carattere, soprattutto se si sente sotto pressione da me, da quando ho accettato questa cosa il nostro rapporto e' notevolmente migliorato
Questa cosa mi fa piacere, per te, per voi, ma anche per me ... mi da' qualche spunto per le mie di questioni personali!!!!

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

Giulia sai perche' certi uomini sono cosi??? per me non e' debolezza ma comodita', vorrebbero sposarsi, vorrebbero la sicurezza della famiglia della moglie dei figli ecc. ecc. ma al tempo stesso temono di perdere la liberta' e hanno paura delle responsabilita'..vorrebbero semplicemente che gli altri decidessero per loro, che il caso, la loro donna facesse tutto.......troppo comoda !!!

Farlo capire alla tua amica, se e' veramente innamorata sara' dura, quando si ama si diventa veramente ciechi, qualsiasi cosa venga dall'esterno e' vsita come intrusione, pero' se le parli almeno in futuro potrai sentirti a posto con te stessa e con lei...


per il fatto mio e di mio marito non ti dico che ora sono FELICEMENTE RASSEGNTA, sono solo rassegnata e basta, se litigavamo io cercavo sempre la discussione, il contronto, lui si chiudeva a riccio e io davanti a questo ergevo un muro, si andava avanti cosi anche settimane, e la piccola questione diventava un problema enorme, ora ho capito che quando c'e' qualcosa che non fa devo semplicemente cercare di parlare subito e non pretendere che venga lui da me cercando il dialogo, e non ergere piu' quel muro

Ospite

Messaggio da Ospite »

Ok, Daria, allora, tralasciando il discorso sulla comodita' degli uomini, possiamo dire che in un rapporto c'e' un momento per capire o cercare di capire, ma anche quello per accettare, felicemente accettare come scrivevi tu?
Un po' quello che diceva Maia73, che in fondo non si puo' solo fare una cosa o l'altra, ma trovare l'equilibrio o il momento per assumere uno dei due atteggiamenti ... sai, in quel FELICEMENTE RASSEGNATA ci vedo quell'amore di cui parlava lei ...

Avatar utente
Fede
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 8468
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:16 pm

Messaggio da Fede »

stare con una persona vuol dire accettarne anche i difetti e non tentare di farglieli cambiare
se vedi e ti pesano i difetti del tuo uomo, a mio avviso, vuol dire che non sei più disposta a sopportarli e che quindi non c'è più tutto questo amore

però la parola RASSEGNAZIONE a me fa troppa tristezza

Rispondi