La Noi_biblioteca: recensioni di libri letti dalle NoiMamme

Gli svaghi delle Noimamme
Mari1977

la prima volta avevo sei anni

Messaggio da Mari1977 »

di Isabelle Aubry
Newton Compton Editori

ho finito di leggerlo oggi è un libro molto forte visto che tratta un argomento come l'incesto, l'autrice racconta l'inferno in cui il padre la fa sprofondare e da cui non uscirà mai, tuttora in bilico sul filo della vita tenendo l'opzione suicidio accanto... quasi anzi certamente come salvezza
ciò che la fa andare avanti è soltanto l'associazione da lei fondata l'AIVI associazione internazionale vittime dell'incesto
mi ha fatto e mi sta facendo riflettere tanto e forse lo rileggerò
perchè è così difficile parlare di incesto


Avatar utente
Pioggerella
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 389
Iscritto il: dom mar 16, 2008 9:16 pm

Messaggio da Pioggerella »

gwen...
io direi IT e shining...
anche se...ho ricordi forti anche di "misery non deve morire" ma lo lessi almeno 10 anni fa!
Micaela77
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2835
Iscritto il: lun ago 31, 2009 1:19 pm

Messaggio da Micaela77 »

Gwen ha scritto: Ho appena acquistato due libri di Pennac (qualcuno lo conosce?), L'eleganza del riccio e La solitudine dei numeri primi, pareri?
Uh, la solitudine dei numeri primi sta aspettando da parecchio di esser letta da me... non riesco proprio ad iniziare e vorrei un po' di calma per farlo... in qualità di matematica non posso proprio perdermelo!
Avatar utente
Titty
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7884
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:46 am

Messaggio da Titty »

Pioggerella ha scritto:sono io l'unica bestia che ama Stephen King?
non leggo solo lui, ovviamente, mi diletto a leggere, qualsiasi cosa (o quasi)
ultimamente ho molto apprezzato "ti prendo e ti porto via" di Ammaniti, ma ha un suo stile, molto crudo...puo' non piacere.
questo post mi era sfuggito!!! io Adoro King!!! li ho tutti!!!! da Carrie, a IT, al Miglio verde etcc etcc......:beatingheart:
Avatar utente
mammaXL
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2038
Iscritto il: mer ago 26, 2009 3:35 pm

Messaggio da mammaXL »

L'eleganza del riccio, bellissimo nonostante le digressioni filosofiche (la scrittrice insegna filosofia), consigliato

La solitudine dei numeri primi l'ho letto in mezza giornata e non mi è rimasto granchè, scritto bene ma non è uno dei miei libri preferiti.

Io adoro la letteratura sudamericana, non tutta. Mini selezione che mi viene su due piedi

Isabel Allende: La casa degli spiriti, D'amore e d'ombra (ma li ho letti tutti)
Garcia Marquez: Cent'anni di solitudine
Sepulveda: Il vecchio che leggeva romanzi d'amore
Laura Esquivel: Dolce come il cioccolato
Angeles Mastretta: Strappami la vita, Donne dagli occhi grandi

Non mi piace per niente la Serrano, per esempio.


Adoro i tomoni galattici: I Pilastri della Terra, per esempio...

E se sto qui a elencare non finisco più.

La mia tessera della Feltrinelli, fino a quando hanno cambiato sistema dei punti, mi dava 30 euro di sconto ogni volta che andavo :sticazzi:
Avatar utente
mammaXL
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2038
Iscritto il: mer ago 26, 2009 3:35 pm

Messaggio da mammaXL »

Pioggerella ha scritto:ultimamente ho molto apprezzato "ti prendo e ti porto via" di Ammaniti, ma ha un suo stile, molto crudo...puo' non piacere.
Non l'ho ancora letto, ma Come Dio comanda mi è piaciuto molto.
Molto vivo, mi ricordo ancora un sacco di particolari... quindi non potrò vedere il film ancora per un po' :fing:
Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Messaggio da Rie »

Pioggerella ha scritto:sono io l'unica bestia che ama Stephen King?
No, no, ci sono pure io.
Ho letto quasi tutto, tranne il ciclo simil-fantasy che non mi è piaciuto (La Torre Nera, per intenderci).

Ho già postato in passato in questo 3D ma aggiorno con un'autrice che ho scoperto da poco: Joyce Carol Oates. Mi è piaciuta molto, in più d'un libro. Descrive molto bene i rapporti di famiglia. L'ambiente in cui si svolgono le vicende? Gli USA del Novecento, più e meno remoto. La Oates secondo me è sensibile nel rendere i sentimenti delle persone, bravissima nel raccontare storie di "sopravvissuti", la potenza della vita che comunque vale la pena di essere vissuta. Ha uno stile abbastanza "classico", escluse insolite variazioni di narratore: dall'onnisciente, alla prima persona, alla seconda (!) persona. C'è di tutto: dal tomo di saga familiare, ciò che preferisco, al racconto, che amo meno ma probabilmente dipende dal fatto che in genere (King a parte, curiosamente...) i racconti non mi appassionano.
Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Messaggio da Rie »

Siccome ho riguardato l'inizio della discussione e vale anche dire quali libri abbiamo odiato... non me ne voglia mammaXL ma ci metto "l'eleganza del riccio". Il libro che forse mi è risultato più spiacevole nelle letture degli ultimi due-tre anni.
Starnissimo libro perché... o si adora o si detesta, le mezze misure sono difficili :lol:
Rispondi