SONNO e COLPO DI SONNO

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Messaggio da Rie »

Ti faccio il bigino.
Tracy dice che il bimbo si deve addormentare senza l'aiuto dell'adulto, ma, a differenza di estevill, nel tentativo di "insegnarlo" ritiene che l'adulto non debba far mancare la propria presenza e la risposta al messaggio "se chiamo, chi mi vuol bene è qui per me".
Perciò, il genitore prova a mettere il cucciolo nel lettino.
Il suddetto cucciolo strilla come un aquilotto.
Il genitore arriva, lo conforta, se serve lo abbraccia e lo coccola.
Ma quando è calmo, E sveglio, lo rimette giù.
(aquilotto bis... ter... quater...).
Finchè IN TEORIA il bimbo si rende conto che la mamma c'è ma si può dormire senza di lei.

Ora... ciò implica una grande fatica ma a volte serve. E manca l'idea che il pianto non consolato sia inevitabile. Qui il pianto c'è. Ma c'è anche la consolazione.
Il problema è che si confida in un passaggio mentale ed emotivo del piccolo che, a mio parere, non è così inevitabile come la Hogg vuol far credere...
Vero è che vale la pena di fare un tentativo.

La magia dei tre giorni significa semplicemente: se ho dato una "cattiva" abitudine posso correggerla.
Solo quella gran fortunella della hogg ci è riuscita in tre giorni, si intende :ahahaha:


Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

io da piccola lo facevo di routine, e rimane comunque unico magico e bellissimo come ricordo, tant'è che ancora adesso mi piace talvolta, infilarmi nel letto di mia madre e starle abbracciata.

spero che anche i miei figli traggano le stesse mie sensazioni.

anche se son tre anni che non faccio una notte intera di sonno.
Avatar utente
Patrizia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6591
Iscritto il: lun dic 18, 2006 8:31 am
Contatta:

Messaggio da Patrizia »

Simona, leggo solo ora. Ma ti capisco.

Quando ho ripreso a lavorare, anche a me sono successi episodi simili ... e così quando la pediatra ci ha proposto il Nopron (ero quasi in lacrime alla visita dei 12 mesi di Leonardo) abbiamo accettato, perchè sia io che mio marito dobbiamo fare strada in auto, io 60 km al giorno, mio marito spesso ben di più.

Insomma, abbiamo scelto il meno peggio per noi in quel momento e non ne sono pentita. Leonardo adesso sta imparando a dormire, di giorno dorme benissimo senza storie per circa 2 orette .. di notte fa un risveglio, poi dorme con noi ma DORME! Questa è la novità. Se leggi nel Real Time, stiamo calando la dose per smettere.
Avatar utente
Patrizia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6591
Iscritto il: lun dic 18, 2006 8:31 am
Contatta:

Messaggio da Patrizia »

daria ha scritto:Per il discorso lettone , e qui si va oltre, dico solo due parole : non sono molto favorevole, e di libri , anche della LLL ne ho letti parecchi con tutte le motivazioni, sono convinta che il contatto sia fondamentale ma se avviene TUTTE LE NOTTI TUTTI I GIORNI da quando hanno zero mesi a 4, 5 anni si perde qualcosa
non sono d'accordo ... nel senso che ogni bimbo è una storia a sè

per te il lettone era una festa, una magia .. ma forse tu da bambina non ne avevi bisogno!

pensa ai miei figli: Sofia non ha mai passato più di 2/3 notti di fila nel lettone e solo quando stava male, non ce n'era bisogno; tutt'ora dorme più volentieri nel suo letto, al mattino a volte vuole venire da noi, altre no ... libertà più assoluta ...

Leonardo tutto diverso! Leo ha BISOGNO DI SENTRIMI VICINO, appiccicata, sentire il mio calore e il mio contatto ... è ospite fisso del lettone e se ne andrà quando non servirà più
Rispondi