un aiuto: circolare materna

Parliamo dei nostri bambini dai 6 a 12 anni
Azur
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5030
Iscritto il: ven dic 15, 2006 8:03 pm

Messaggio da Azur »

Fede,
io sul tuo discorso sugli "spostamenti" di età/percezione sono d'accordissimo, è una cosa che trovo assurda....

su questa parte invece
la scuola materna che no è + tale la stanno inquadrando a scuola elementare
non mi sembra, davvero...
forse cambia davvero molto da scuola a scuola,
ma nella mia esperienza non è stato così
(tant'è che Sara ha avuto e sta tutt'ora avendo un periodo di "assestamento" un po' difficoltoso con il passaggio alle elementari, pur essendo avanti dal punto di vista "accademico")

non so... qui alla materna avevano:
gioco libero durante l'accoglienza (8-9)
accoglienza vera e propria ("chi c'è?", canzoncina, raccontarsi un po')
poi un'alternanza di gioco libero/disegno/giochi a gruppetti e "laboratori"
(pittura, manipolazioni, ascoltare storie, e "schede" - colori, forme, percezione dello schema corporeo e simili - per secondo e terzo anno)
e pisolino post-pranzo per il primo anno

Le "regole" erano essenzialmente il rispetto degli altri (condivisione dei giochi/aspettare il proprio turno e simili), e man mano che passava il tempo prendersi alcune responsabilità (i grandi che aiutano i piccoli, cura del materiale - pennarelli e gomme- che veniva loro affidato, e simili)

io questo lo trovo del tutto appropriato,
anche alla fine del terzo anno quello che loro chiamavano "prescrittura" era colorare sopra le righe (una riga dritta, una curva, una a zig-zag), e colorare forme varie....
(questo poi lo stanno continuando a fare tutt'ora in 1°)

Teresa....
Carla è qualcosa di indescrivibile!!!



nene70
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7426
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:54 pm

Messaggio da nene70 »

non so... qui alla materna avevano:
gioco libero durante l'accoglienza (8-9)
accoglienza vera e propria ("chi c'è?", canzoncina, raccontarsi un po')
poi un'alternanza di gioco libero/disegno/giochi a gruppetti e "laboratori"
(pittura, manipolazioni, ascoltare storie, e "schede" - colori, forme, percezione dello schema corporeo e simili - per secondo e terzo anno)
e pisolino post-pranzo per il primo anno

Le "regole" erano essenzialmente il rispetto degli altri (condivisione dei giochi/aspettare il proprio turno e simili), e man mano che passava il tempo prendersi alcune responsabilità (i grandi che aiutano i piccoli, cura del materiale - pennarelli e gomme- che veniva loro affidato, e simili)

io questo lo trovo del tutto appropriato,
anche alla fine del terzo anno quello che loro chiamavano "prescrittura" era colorare sopra le righe (una riga dritta, una curva, una a zig-zag), e colorare forme varie....
(questo poi lo stanno continuando a fare tutt'ora in 1°)
paro paro lela....

Teresa
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 2533
Iscritto il: ven dic 15, 2006 8:25 pm

Messaggio da Teresa »

i cmq i libri sono proprio di testo compreso l'insegnamento dei segnali stradali, sicuramente imparano giocando e a me questo non dispiace.
Cioe' credo che iniziando gradualmente l'approcio con i libri poi sia meno traumatico che passare da un tempo ludico ad uno completamente didattico, non credo che iniziare due anni prima collabori ad un atteggiamento di nausea dopo.

sembra contradditorio, ma non lo e'.

Cioe' approvo i libri a scuola, pero' allo stesso tempo, un atteggiamento un po' piu' rilassato da parte delle insegnanti non sarebbe male.
chiaro, mi riferisco alla scuola di carla e non metto in discussione che sicuramente e' un caso particolare e non ne sto facendo un ragionamento valido per tutte le scuole tout court.

zizzia
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5858
Iscritto il: sab dic 16, 2006 1:35 pm

Messaggio da zizzia »

Cos73 ha scritto:LIBRI DI TESTOOOOOO???
Mai sentita!!!
:D Beh se si tratta di figura da colorare come ad Irene danno le fotocopie, non cambia molto.
Colorare nei margini mi sembra comunque un'attività da scuola materna, sempre se inquadrata in una giornata che comprende una mezz'ora di quello (poi non è di più) gioco e altre attività!
per favore cos non parlarmi del colorare nei margini!!!
ho trascorso tutto sabato pomeriggio a colorare con lei nei margini....a me quest'attività fa venire il nervoso, mi mette l'ansia mi agita...per luca è distensiva si è comprato un album con le figure di walt disney tutto per sè e trascorre i pomeriggi quando è solo con beatrice a colorare

Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Messaggio da Lella »

Io la penso e vedo come Cosetta, nella scuola dell'infanzia dove è andato Andrea e che frequenta ora Jacopo c'è ancora molto spazio per il gioco, anzi a volte Andrea dà del beato a Jacopo perchè va a giocare mentre lui a scuola deve "lavorare" molto.

Teresa comunque quella donnina che hai nelle foto potrebbe già passare al liceo! E' splendida, più di quanto avevo immaginato nella descrizione!

Rispondi