LO SVEZZAMENTO

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Silvietta
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3806
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:51 pm
Contatta:

LO SVEZZAMENTO

Messaggio da Silvietta »

Lo svezzamento rappresenta il passaggio dal latte ai cibi solidi. Viene iniziato a 5-6 mesi circa : a questa et? il bambino necessita di sostanze nutritive non presenti nel latte.


Prima di quest'epoca il bambino non ? in grado di mantenere la posizione seduta senza essere sorretto n? di mangiare da un cucchiaino.L'apparato digerente ,inoltre, non ? ancora in grado di assimilare molti alimenti.

Non e' assolutamente conveniente anticipare lo svezzamento;nei bambini allattati al seno pu? tranquillamente essere iniziato a 6 mesi.

Lasciatevi guidare dal bimbo nel decidere qual'? il momento pi? adatto ad iniziare: saranno pronti quando sembreranno ancora affamati dopo un pasto di latte o quando la vista o l'odore di cibi diversi dal latte sembreranno scatenare il loro entusiasmo.

Scegliete un momento tranquillo della giornata per iniziare lo svezzamento, non forzate mai il bambino a mangiare controvoglia ; se la quantit? di pappa assunta risulta essere troppo scarsa integrate con piccole quantit? di latte.


Preparazione del brodo vegetale

Il brodo vegetale si prepara con verdure fresche di stagione adatte al bambino: patate, carote, fagiolini, piselli, spinaci, sedano, carciofi, coste, bietole, zucchine, zucca e tutte le variet? di insalate.
Inizialmente utilizzarne solo alcuni tipi (patata, carota e zucchina), poi progressivamente aggiungere una verdura nuova tutte le settimane. Cos? facendo si abitua pian piano il bambino a nuovi sapori e si valuta se le novit? sono ben tollerate (reazioni allergiche, peggioramento delle scariche, ecc.).
Sono da evitare cavoli, cavolfiori, verze, cipolle che hanno aromi troppo forti, spesso sgraditi al bambino e il pomodoro, che pu? essere potenzialmente allergizzante.
Le verdure disponibili devono essere ben pulite, lavate e bollite per un'ora circa in un litro di acqua non salata. Il brodo cos? preparato pu? essere conservato in frigorifero, ben tappato, per 1-2 giorni.
Per le prime pappe si utilizza solo il brodo filtrato, scartando le verdure bollite. Nelle settimane successive le verdure utilizzate si passano (o si frullano) e se ne aggiungono 1-2 cucchiai al brodo vegetale
Non aggiungere sale, n? dado.



Schema dei pasti a 5-6 mesi

Circa 4-5 pasti nella giornata, cos? suddivisi:
3-4 pasti di latte (materno o di proseguimento);
1 pasto (di solito al mezzogiorno, ma senza che ci? costituisca un obbligo) con pappa in brodo vegetale.

Per la preparazione della prima pappa, utilizzare il seguente schema:

150 - 180 grammi di BRODO VEGETALE (versione base);
3-4 cucchiai da cucina rasi di CREMA di RISO , MAIS-TAPIOCA , SOIA ,MULTICEREALI,SEMOLINO.
5 grammi (1/2 vasetto) di LIOFILIZZATO di CARNE (agnello, coniglio, tacchino);
cucchiaino da caff? di PARMIGIANO ben stagionato;
1 cucchiaino da caff? di OLIO D'OLIVA extra-vergine.

In caso di stipsi, non utilizzare la crema di riso e aumentare la quantit? di zucchina; in caso di diarrea, utilizzare la crema di riso e aumentare la quantit? di patata e carota.

Verso i 6 mesi, aumentare la quantit? di liofilizzato (10 grammi = 1 vasetto) e provare carni diverse: pollo, vitello, manzo.

Note: nei bambini allattati esclusivamente al seno, ? preferibile rinviare l'introduzione della prima pappa al sesto mese o oltre.



Schema dei pasti a 6-8 mesi

Circa 4-5 pasti nella giornata, cos? suddivisi:

2 pasti di latte (materno o di proseguimento);
2 pasti con pappa in brodo vegetale.
Per la preparazione della pappa, utilizzare il seguente schema:
150 - 180 grammi di BRODO/PASSATO DI VERDURE (versione base o intermedia);
3-4 cucchiai da cucina rasi di CEREALI
carne (liofilizzato 10 g, omogeneizzato 50 g) o formaggio (30-40 g) o prosciutto (30-40 g);
1-2 cucchiaini da caff? di PARMIGIANO ben stagionato;
1-2 cucchiaini da caff? di OLIO D'OLIVA extra-vergine.

Pappa serale
Dai 6-7 mesi, alla sera il bambino pu? provare una seconda pappa, identica a quella del mezzogiorno, ma con il formaggio (formaggino, ricotta, emmenthal, asiago, formaggi freschi senza conservati) o il prosciutto cotto (liofilizzato o magro al naturale frullato oppure omogeneizzato) al posto della carne

Brodo/passato di verdure
In una seconda fase, ? opportuno che nella preparazione della pappa si incominci ad utilizzare verdure diverse. Oltre a patata, carota e zucchina, si pu? aggiungere: sedano, spinaci, bietole/coste, zucca, cipolla, finocchio, lattuga. ? per? buona regola effettuare sempre un cambiamento per volta, provando una nuova verdura alla settimana: cos? facendo si individuer? pi? facilmente la o le verdure non bene tollerate.

Preparazione: fare bollire le verdure in un litro di acqua a fuoco lento per circa 2 ore (fino a far dimezzare la quantit? di acqua) e poi filtrare; passare le verdure filtrate e aggiungerne qualche cucchiaio al brodo.
Conservare in frigorifero in recipiente chiuso e rifare ogni due giorni; possibile la conservazione in freezer, surgelando il quantitativo occorrente per un pasto in contenitori diversi e scongelando giorno per giorno.
Non aggiungere altri tipi di verdura fino ai 9 mesi compiuti. Non aggiungere sale, n? dado.

Brodo di carne
Dopo i 7 mesi (non prima!) si potr? alternare il brodo di carne a quello di verdure nella preparazione della minestrina. Utilizzare per il brodo un pezzo di carne di pollo, coniglio o manzo, insieme a sedano e carota; sgrassare il brodo dopo la bollitura; cuocere nel brodo la pastina, il semolino o il pane grattugiato; aggiungere l'olio, il formaggio e la carne frullata.



Schema dei pasti alla fine del primo anno

Normalmente 4 pasti nella giornata. Due pasti sono a base di latte o latticini, con latte materno (ove disponibile) oppure latte adattato di proseguimento (circa 250 ml a pasto) o latte vaccino diluito; yogurt (1 vasetto di yogurt intero + frutta e/o biscotto); ricotta (80 g + miele o biscotto); farine lattee (alla frutta, ai cereali o al biscotto).

Due pasti sono a base di minestrina, con il seguente schema:

200 grammi di BRODO/PASSATO DI VERDURE (versione intermedia o completa) o BRODO DI CARNE;
30 g di CEREALI (pastina, pane, semolino, creme multicereali, fiocchi);
CARNE (omogeneizzato 80 g, carne fresca 50 g) o FORMAGGIO (30-40 g) o PROSCIUTTO (30-40 g) o PESCE (50 g) o un TUORLO D'UOVO;
2 cucchiaini di OLIO D'OLIVA;
2 cucchiaini rasi di PARMIGIANO.

In alternativa, per bambini particolarmente precoci, si pu? frazionare un pasto in: PRIMO PIATTO di pastina o riso asciutti con olio e parmigiano (e pomodoro) e SECONDO PIATTO di carne o pesce o prosciutto cotto, con passato di verdure. Tale schema comporta normalmente la difficolt? a completare tutto il pasto proposto e quindi non c'? fretta di adottarlo.



Introduzione del pesce
Il pesce pu? essere introdotto nella dieta del lattante a partire dagli 8 mesi e non prima, per evitare sensibilizzazioni allergiche. Normalmente lo si aggiunge alla minestrina vegetale, al posto della carne, oppure lo si propone a parte, condito con olio e passato di verdure; se gradito, lo si prepara anche 2-3 volte alla settimana.
Esistono in commercio sia il liofilizzato che l'omogeneizzato, ma ? possibile utilizzare il pesce fresco (o quello surgelato) cotto a vapore o bollito.
? preferibile iniziare con i pesci pi? magri (cio? trota, sogliola, nasello, merluzzo, dentice, cernia, luccio, branzino, orata, rombo e palombo), ma dopo l'anno di et? si pu? proporre al bambino praticamente qualsiasi variet? di pesce. Non ? invece consigliabile neanche l'assaggio di crostacei (gamberi, granchi, aragoste) o di molluschi (seppie, calamari, vongole, cozze).

Note: in caso di familiarit? per allergia (uno o entrambi i genitori allergici, anche se con sintomi non gastrointestinali), l'introduzione del pesce va rinviata a dopo l'anno di et?.



Introduzione dell'uovo
L'uovo ? alimento ricco di ferro, di colesterolo e di proteine ed ? quindi utilissimo nella dieta; d'altra parte, insieme al latte di mucca ? fra i principali responsabili di allergia alimentare nel bambino. Per questo si ritiene giusto provarlo gradualmente: dopo i 9 mesi di et? si fa assaggiare il tuorlo (prima qualche cucchiaino aggiunto alla minestrina e poi un tuorlo intero al posto della carne, una volta alla settimana); dopo l'anno di et?, si pu? dare l'uovo intero (alla coque, sodo, strapazzato con il formaggio o cotto nella salsa di pomodoro; ? permessa la frittata, purch? cotta al forno o in padella antiaderente senza grassi).

Note: in caso di familiarit? per allergia (uno o entrambi i genitori allergici, anche se con sintomi non gastrointestinali), l'introduzione dell'uovo va rinviata a dopo l'anno di et?.



Brodo/passato di verdure - versione completa
Dopo i 9-10 mesi, nella preparazione della pappa si possono utilizzare i legumi e il pomodoro. Oltre a patata, carota, zucchina, sedano, spinaci, bietole/coste, zucca, cipolla, finocchio e lattuga, si possono aggiungere: fagioli, fagiolini, piselli, lenticchie, ceci e pomodoro. ? per? buona regola effettuare sempre un cambiamento per volta, provando una nuova verdura alla settimana: cos? facendo si individuer? pi? facilmente la o le verdure non bene tollerate.

Preparazione: fare bollire le verdure in un litro di acqua a fuoco lento per circa 2 ore (fino a far dimezzare la quantit? di acqua) e poi filtrare; passare le verdure filtrate e aggiungerne qualche cucchiaio al brodo.
Conservare in frigorifero in recipiente chiuso e rifare ogni due giorni; possibile la conservazione in freezer, surgelando il quantitativo occorrente per un pasto in contenitori diversi e scongelando giorno per giorno.
Non aggiungere sale, n? dado.



nene70
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7426
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:54 pm

Messaggio da nene70 »

ah ah ah,noi siamo BEN oltre,grazie a dio!! :filufilu: :filufilu: :filufilu:

Avatar utente
Fede
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 8468
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:16 pm

Messaggio da Fede »

sindrome da Ghiga? :ahahaha:

Luvetta

Messaggio da Luvetta »

Maia73 ha scritto:sindrome da Ghiga? :ahahaha:
:yikes: :ahahaha: :ahahaha:

alemia
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7117
Iscritto il: ven dic 15, 2006 5:08 pm

Messaggio da alemia »

ahahahah anche io ho pensato subito a ghiga, per? devo dire che mi fa comodo trovarmelo messo qui in un post,grazie silvia ;)

Silvietta
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3806
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:51 pm
Contatta:

Messaggio da Silvietta »

Che sceme!
E' che pensavo fosse comodo!

Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

non e' comodo , di piu' !!! io sono della c..visto che la pediatra mi ha detto di usare gli appunti di damiano che io ho giustamente buttato .....mi sono stampata queste regole e ieri le ho lette...avrei alcune domandine

il brodo massimo due giorni o lo fate resistere anche 3 ???
le verdure avanzate come le impiegate?
i liofilizzati quando posso sostituirli all'omo????? costano una pacca di soldi ..e perche' sono preferibili a omogeneizzato? se decido per carne fresca non e' troppo presto 6/7 mesi? e come faccio a fargliela omogeneizzare senza baby pappa?

per la frutta ..io sono ancora a mele e pere..cosa posso introdurre?

Silvietta
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3806
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:51 pm
Contatta:

Messaggio da Silvietta »

Simona, io il brodo lo faccio durare 2 giorni ma di fatto ci faccio 3 pappe,
l'ho fatto ieri per pranzo e ci ha fatto la pappa di ieri, di oggi e di domani.
Poi quel che avanza lo congelo.
A me ne viene sempre molto.

Io il passato gliel'ho messo al terzo giorno per cui le verdure le uso tutte.

La mia pediatra mi ha detto che i lio vanno usati per i primi 20 giorni, poi posso passare alla carne fresca, gli omo non li uso.

Tu non hai il bimby?
Usa quello per farli! Non si pu??
Io li faccio con il baby pappa!

Per la frutta, la prugna sicuramente e poi anche la banana forse.

Io con Matteo andavo arilento...un alimento nuovo a settimana...con Niccol? vado di 3 in 3! Aahahah!

Bloccato