TOMMASO NATO IL GIORNO DI SAN TOMMASO

Rispondi
Avatar utente
Fede
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 8468
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:16 pm

TOMMASO NATO IL GIORNO DI SAN TOMMASO

Messaggio da Fede »

E come promessovi, eccovi il racconto del mio parto:
come gi? sapete mi hanno ricoverato marted? 29 giugno al Borgo Roma a Verona per ipertensione inizio di gestosi;
fino a gioved? sono riusciti bene o male, a tenermi la pressione sotto controllo, ma gioved? notte la situazione ? precipitata, la pressione mi ? salita alle stelle (non hanno voluto dirmi a quanto era), hanno provato a farmi anche una puntura di Valium per vedere se era solo agitazione, ma niente, la pressione non scendeva. E? stato chiamato il medico di guardia il quale mi ha detto che l?unica cosa da fare era una flebo di magnesio, ma che entro 48 ore bisognava tirare fuori il bambino perch? poteva nuocergli. Io ero gi? alla 36? settimana dall?ultima mestruazione, ma la datazione ecografia era 35? e, cosa da non poco, Tommaso aveva una circonferenza addominale da 34? settimana ed era sottopeso. Dall?ecografia che mi avevano fatto nei giorni precedenti mi avevano assicurato che il bambino stava bene e che non avrebbe avuto problemi a nascere a quel punto, per? sarebbe stata avvisata la pediatria neonatale ed avrebbero tenuto a disposizione una culla termica per ogni evenienza.
Potete immaginarvi il mio stato d?animo di quella notte, stavo male perch? la pressione alta non mi faceva respirare bene, sapevo che mi avrebbero fatto un cesareo nei prossimi giorni, ed ero sola!
Non appena fatta la flebo di magnesio ho sentito un calore smisurato in tutto il corpo, sono stata sorvegliata per tutta la notte e la mattina seguente mi hanno fatto una seconda flebo di magnesio perch? per farmi entrare in sala operatoria dovevo per forza avere la pressione minima non oltre i 90.
Sono stata a digiuno tutta la giornata di venerd? in attesa che dessero l?ok dal reparto neonatale, e poi sabato mattina, mi hanno portato il camice, mi hanno dato il tempo di cambiarmi e mi hanno portato in sala operatoria.
Io ero agitatissima, tremavo come una foglia, non riuscivo a calmarmi, infatti non mi hanno nemmeno chiesto che anestesia volevo, ma hanno provveduto a farmi l?anestesia generale cos? almeno dormivo.
L?intervento ? iniziato alle 10.20, alle 10.22 Tommaso era gi? nato, il suo pap? mi ha detto che gliel?hanno fatto vedere un attimo prima di portarlo al reparto neonatale, io sono tornata in camera alle 11.20, mezza addormentata con tutti che mi dicevano che Tommaso stava bene e che era bellissimo.
Per i successivi 3 lunghissimi giorni non ho potuto vedere mio figlio perch? avevo la flebo al braccio, il catetere inserito e poi non riuscivo a camminare.
Finalmente luned? sera mi hanno permesso di andare a vedere il mio piccolino; l?impressione non ? stata delle migliori, un po? per l?ambiente (pieno di incubatrici, con bambini piccolissimi), un po? perch? Tommaso era nudo sotto la lampada per la fototerapia perch? gli avevano trovato un po? di ittero. L?ho visto magrissimo, dato che quando ? nato pesava kg 1,9 per? era lungo 46 centimetri, mi ha fatto tanta tenerezza e nello stesso tempo mi faceva molta pena perch? lo vedevo piccolissimo e molto fragile.
Adesso che ha una settimana mi sembra addirittura cresciuto (invece ? calato per effetto del calo fisiologico), ? bello sveglio, e mi sono resa conto che sono stata tanto fortunata al confronto di tante mamme che l? hanno bambini nati in 20 24 settimane, in incubatrice da non si sa quanto e non si sa per quanto tempo ancora.



Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

....e adesso ? bellissimo!!!! :wub:

Avatar utente
Fede
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 8468
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:16 pm

Messaggio da Fede »

:bacio:

ale07

Messaggio da ale07 »

anche il mio matteo e' nato il giorno di s,matteo il 21 settembre

Rispondi