Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Avatar utente
Tropical
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6358
Iscritto il: sab gen 07, 2012 10:31 am
Contatta:

Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Messaggio da Tropical »

La settimna scorsa, su tutti i tg, è risaltata la notizia della richiesta di eutanasia di dj Fabo al Presidente della Repubblica
http://www.ansa.it/canale_saluteebeness ... 88b7a.html

È un argomento che ogni anno torna alle cronache, ma non si trovano reali risposte.
Perché non possiamo decidere della nostra vita?
Chiunque di noi può togliersi la vita in ogni momento, da solo, ma non possiamo farlo quando la stessa vita ci rende invalidi o incapaci di prenderci cura di noi stessi da soli. Non basta dimostrare lucidità?


NeraAzzurra93
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 12
Iscritto il: mar gen 24, 2017 12:14 pm

Re: Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Messaggio da NeraAzzurra93 »

È una situazione un po' complicata... nel suo caso non sarebbe suicidio ma omicidio! E un familiare un domani potrebbe andare x vie legali... questo è quello che penso!
Avatar utente
Mindy
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 30
Iscritto il: lun ott 19, 2015 4:13 pm
Contatta:

Re: R: RE: Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Messaggio da Mindy »

Tropical ha scritto:La settimna scorsa, su tutti i tg, è risaltata la notizia della richiesta di eutanasia di dj Fabo al Presidente della Repubblica
http://www.ansa.it/canale_saluteebeness ... 88b7a.html

È un argomento che ogni anno torna alle cronache, ma non si trovano reali risposte.
Perché non possiamo decidere della nostra vita?
Chiunque di noi può togliersi la vita in ogni momento, da solo, ma non possiamo farlo quando la stessa vita ci rende invalidi o incapaci di prenderci cura di noi stessi da soli. Non basta dimostrare lucidità?
Concordo.
Credo che ognuno di noi possa disporre della propria vita, soprattutto quando questa 'vita' non è più tale. Purtroppo nel nostro Paese siamo troppo indietro come diritti civili..
Talita
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1119
Iscritto il: ven ago 09, 2013 10:05 am

Re: Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Messaggio da Talita »

Non la penso come voi.
Da cristiana penso che non siamo noi i padroni della nostra vita, e che la vita é sempre degna di essere vissuta. Nessuna malattia toglie la dignitá.
Dato che non viviamo in una teocrazia, penso che ci voglia una legge chiara a ben scritta.
Tra le persone che vogliono morire, quanti sono depressi? Quanti si sentono un peso per la famiglia? Quanti sentono dolore fisico? Io credo tanti, e queste sono morti prevenibili. Cioè sarebbe da trattare in primis la causa, come si farebbe con un aspirante suicida.
C'è poi l'enorme problema di chi non può più esprimere la propria volontà (vedi il caso Englaro) e sono i parenti a decidere. Anche qui la legge dovrebbe essere chiara.
E soprattutto ci vuole una legge che definisca per bene i limiti dell'accanimento terapeutico (al quale siamo tutti contrari, compreso il Vaticano, tanto bistrattato e preso a capro espiatorio!)
Insomma c'è da lavorarci parecchio!
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Messaggio da Trilli »

Io credo che nessuno di noi possa arrogarsi il diritto di dire che la vita di un altro è degna di essere vissuta. Nel caso di Fabo, tetraplegico e cieco, sono convinta che se LUI non ce la fa più, si possa fare ben poco per aiutarlo a vivere. Non siamo tutti uguali, ed è meschino confrontare lui con altre persone che magari nella stessa condizione preferiscono vivere. Anche chi si toglie la vita magari è depresso o si sente un peso per la famiglia, eppure nessuno gli vieta di farlo. Un ragazzo della mia età, con moglie e due bimbi, apparentemente sano, si è gettato da un dirupo poco più di un anno fa, lo raccontai anche qui. Nessuno, spero, si sognerebbe di giudicarlo per questo gesto terribile... E quindi perché giudicare chi semplicemente non è in grado di farlo da solo?
Quanto alle convinzioni religiose, mi pare logico che possano essere un faro per chi le possiede, ma è ingiusto imporle anche a chi non le ha. Non siamo una teocrazia, per fortuna, e i cattolici italiani non dovrebbero ambire all'integralismo.
Senza nulla togliere a chi decide di vivere perché Dio vuole così... Però Talita, questo non è il mio Dio. Io non riesco a credere che Dio abbia voluto mettere un ragazzo pieno di vitalità in un letto immerso in una notte perenne. E che se non è morto è perché Dio lo vuole vivo. No, non ce la faccio. Credo che ci sia finito per fatalità, e che solo lui possa decidere se e quando porre fine ai suoi giorni.
Talita
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1119
Iscritto il: ven ago 09, 2013 10:05 am

Re: Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Messaggio da Talita »

Ma non si tratta di giudicare chi vuole morire. Ma si fa di tutto per impedire a una persona di suicidarsi, se il tentativo non va a buon fine lo si cura, se si trova una persona impiccata ancora viva la si salva. Perché si tende a pensare che la morte non sia una soluzione giusta a un disagio psicologico.
La differenza con il ragazzo in questione, oltre al fatto che lui chiede a noi di morire perché materialmente non è in grado di suicidarsi, é che poiché malato si ritiene "socialmente accettabile" il desiderio di morire.

Io credo che la stessa attività di prevenzione vada fatta verso tutti i tipi di suicidio, quello assistito e quello tradizionale, anzi, nel primo c'è il vantaggio di conoscere l'intenzione in anticipo.

Sul discorso dell'ingerenza del credo cristiano sono d'accordo con te, come ho scritto sopra.

Per quanto riguarda la spiegazione del male, io non credo a un Dio malvagio che vuole la sofferenza di alcune persone. Io il male non me lo so spiegare (la scienza mi aiuta in questo, per fortuna, ma anche lei arriva fino ad un certo punto, spesso spiega il "come" ma raramente il "perché") per me questo é ancora ambito di discussione e riflessione. Mi viene in mente la storiella di S. Agostino e del bambino che tentava di mettere il mare intero in un buco sulla sabbia.
Avatar utente
Mindy
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 30
Iscritto il: lun ott 19, 2015 4:13 pm
Contatta:

Re: R: RE: Re: Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Messaggio da Mindy »

Vi
Trilli ha scritto:Io credo che nessuno di noi possa arrogarsi il diritto di dire che la vita di un altro è degna di essere vissuta. Nel caso di Fabo, tetraplegico e cieco, sono convinta che se LUI non ce la fa più, si possa fare ben poco per aiutarlo a vivere. Non siamo tutti uguali, ed è meschino confrontare lui con altre persone che magari nella stessa condizione preferiscono vivere. Anche chi si toglie la vita magari è depresso o si sente un peso per la famiglia, eppure nessuno gli vieta di farlo. Un ragazzo della mia età, con moglie e due bimbi, apparentemente sano, si è gettato da un dirupo poco più di un anno fa, lo raccontai anche qui. Nessuno, spero, si sognerebbe di giudicarlo per questo gesto terribile... E quindi perché giudicare chi semplicemente non è in grado di farlo da solo?
Quanto alle convinzioni religiose, mi pare logico che possano essere un faro per chi le possiede, ma è ingiusto imporle anche a chi non le ha. Non siamo una teocrazia, per fortuna, e i cattolici italiani non dovrebbero ambire all'integralismo.
Senza nulla togliere a chi decide di vivere perché Dio vuole così... Però Talita, questo non è il mio Dio. Io non riesco a credere che Dio abbia voluto mettere un ragazzo pieno di vitalità in un letto immerso in una notte perenne. E che se non è morto è perché Dio lo vuole vivo. No, non ce la faccio. Credo che ci sia finito per fatalità, e che solo lui possa decidere se e quando porre fine ai suoi giorni.
Quoto parola per parola.

Se io (ipoteticamente) decidessi di farla finita per n motivi, non sarei affatto d'accordo ad essere 'salvata' perché un altro decide per me. Ognuno scelga per sé
Avatar utente
Tropical
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6358
Iscritto il: sab gen 07, 2012 10:31 am
Contatta:

Re: RE: Re: Perché non possiamo decidere della nostra vita?

Messaggio da Tropical »

Talita ha scritto:Non la penso come voi.
Da cristiana penso che non siamo noi i padroni della nostra vita
Chi è padrone della nostra vita? Non ci sono altri che possono decidere per noi.

Se avessi bisogno di cure, operazione o chemio ad esempio, solo io posso scegliere di farmi aiutare o meno.
Rispondi