Alice, la dislessia, la disortografia.

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Alice, la dislessia, la disortografia.

Messaggio da Trilli »

Per la serie: a volte ritornano.
Ho raccolto molti indizi e consultato la responsabile di istituto per i disturbi dell'apprendimento.
I fatti.
Alice legge in modo mooolto espressivo ma a una prima lettura inventa sempre (con criterio) qualche parola. Se rilegge non fa errori.
Nei dettati ortografici zero errori o al più uno o due errori non fonologici (maiuscole dopo il punto, ecc)
Nei testi liberi, apriti cielo. Scrive tantissimo, con frasi molto complesse, lessico ricco, contenuti approfonditi. Ma commette UNA MAREA di errori anche fonologici: doppie, uso dell'H, della i, scambio b/d ecc.
Il carattere Times New Roman la manda in confusione, Arial un po' meglio.
È brava nel calcolo mentale e grazie a ciò colma le difficoltà sulle tabelline.
La responsabile mi ha detto che:
- con tutta probabilità ha una leggera dislessia e disortografia, ma
- essendo ad alto funzionamento riesce a compensare sull'obiettivo specifico (non quando deve "sorvegliare" la sintassi, il lessico, il contenuto)
- poiché compensa, tentare la via della certificazione sarebbe un buco nell'acqua (dettato ortografico somministrato di solito da npi lei non ha commesso neppure un errore)
- l'eventuale certificazione non farebbe altro che abbassare la sua autostima.

Resta il fatto che Alice è avvilita, e mercoledì sera si è messa a piangere davanti a tutti gli errori commessi nel testo in classe, chiedendomi esplicitamente che cos'ha che non va.
Perciò giovedì sono andata a parlare alla maestra per chiedere un aiuto. Mi farà sapere dopo aver consultato la psicopedagogista.
Le ho anche chiesto di non stigmatizzare il fatto che Alice per storia, geografia e scienze usi l'audiolibro. A me preme che lei non perda la passione per la conoscenza. I mezzi ci sono, perché non usarli?
Vi farò sapere, donne, grazie a chi sarà arrivata in fondo a questo pippone


Avatar utente
Seem83
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3499
Iscritto il: mar gen 24, 2012 11:23 am
Località: Torino

Re: Alice, la dislessia, la disortografia.

Messaggio da Seem83 »

Ti ho letta tutta.
Potresti tentare, come noi, una riabilitazione logopedica.
Non sei tenuta a farle fare necessariamente una certificazione , ma potresti inserirla tra i BES, che hanno diritto a tutti gli ausili come un bimbo certificato.
Avatar utente
Pol&son
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 4583
Iscritto il: mer ago 21, 2013 4:02 pm

Re: Alice, la dislessia, la disortografia.

Messaggio da Pol&son »

Trilli quoto Seem
E direi anche di spiegarle, perché a volte sapere che è una difficoltà oggettiva ti faccia stare il problema e non non abbassa l'autostima. Sai di avere quel limite è che non sei tu che non sai fare
Avatar utente
Tropical
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6358
Iscritto il: sab gen 07, 2012 10:31 am
Contatta:

Re: Alice, la dislessia, la disortografia.

Messaggio da Tropical »

Hanno detto tutto le altre.

La psicoopedagogista vi saprà aiutare maggiormente. Ti avrei detto di fare un cobsulto presso questa figura, ma siete già a buon punto.
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: RE: Re: Alice, la dislessia, la disortografia.

Messaggio da Trilli »

Seem83 ha scritto:Ti ho letta tutta.
Potresti tentare, come noi, una riabilitazione logopedica.
Non sei tenuta a farle fare necessariamente una certificazione , ma potresti inserirla tra i BES, che hanno diritto a tutti gli ausili come un bimbo certificato.
Conosco bene la normativa sui BES. Ma è la referente di istituto (che ha un master in DSA) a sostenere che non è il caso, in quanto il disturbo è lieve e non intacca la comprensione del testo. Del resto lei su obiettivo specifico (ortografia) ha un 9 e un 9,5. Comprensione 10. Produzione 9, a dispetto degli errori ortografici. Geo e scienze 10, storia 9,5. Mate 9,5.
Fra l'altro il bes deliberato dal consiglio di classe (senza certificazione) non può essere dato per disturbi specifici o aspecifici dell'apprendimento, perché la normativa in questo caso vuole una diagnosi. Noi elaboriamo infatti pdp per i BES quando si tratta di svantaggio socio culturale, difficoltà linguistiche, problemi familiari, funzionamento cognitivo limite (previo percorso dj diagnosi in quest'ultimo caso)
A casa gli strumenti li abbiamo (audiolibri) e li useremo. Alice ne è entusiasta e dopo un solo ascolto è in grado di riferire con precisione. La maestra ha storto il naso ma io sono stata categorica e andrò anche dal capo a ribadire la cosa (lui ha una figlia dsa quindi è molto sensibile all'argomento).
Resta da trovare una strategia per consentire ad Alice di diminuire il numero degli errori. Qualcosa le ho suggerito, qualcosa le ha detto anche mio marito (dislessico pure lui).
Aspetto migliori indicazioni dalla psicopedagogista!
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: RE: Re: Alice, la dislessia, la disortografia.

Messaggio da Trilli »

Pol&son ha scritto:Trilli quoto Seem
E direi anche di spiegarle, perché a volte sapere che è una difficoltà oggettiva ti faccia stare il problema e non non abbassa l'autostima. Sai di avere quel limite è che non sei tu che non sai fare
Sì, ho intenzione di parlargliene con calma...
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: RE: Re: Alice, la dislessia, la disortografia.

Messaggio da Trilli »

Tropical ha scritto:Hanno detto tutto le altre.

La psicoopedagogista vi saprà aiutare maggiormente. Ti avrei detto di fare un cobsulto presso questa figura, ma siete già a buon punto.
Sì, pensavo di andarci io ma la maestra aveva già un appuntamento per altri motivi e gliene parlerà lei.
Avatar utente
nanny
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1109
Iscritto il: ven giu 25, 2010 12:01 pm

Re: Alice, la dislessia, la disortografia.

Messaggio da nanny »

ma perchè pensano che certificare il problema abbasserebbe la sua autostima? se proprio lei ti chiede che cos'ha che non va darle una risposta certa non potrebbe portarla a rilassarsi piuttosto? chiedo eh, tu conosci tua figlia e sai quale potrebbe essere la sua reazione ma secondo me, però forse ragiono da adulta, conoscere il problema è il primo passo per risolverlo a maggior ragione poi che essendo anche suo papà dislessico non lo vivrebbe così male, che dici?
Rispondi