Cosa succede al giornalismo?

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Avatar utente
sweet
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2637
Iscritto il: lun ago 26, 2013 10:19 pm
Località: brescia

Re: RE: Re: Cosa succede al giornalismo?

Messaggio da sweet »

Martina ha scritto:Si legge, però, tra le righe - a parer mio - che se per far notizia utilizzano queste bassezze, non è che il lettore "compra e legge" solo se i titoli sono così coloriti? È tutta colpa del giornalismo o i giornalisti si sono adattati ad un pubblico basso?

Un po' a me il dubbio viene.

Sugli errori di grammatica a volte ho pensato a refusi, ora mi accorgo che non possono essere refusi i tempi verbali, accenti e apostrofi in più soprattuto. Oggi c'era un "pultroppo" in una notizia.

Eppoi il discorso non riesco a non abbinarlo alle notizie in genere... Ovvero a quante cose vengono omesse in favore di altre. Un discorso che facemmo già tempo fa
Non so cosa passa nella testa della gente che abbocca e apprezza queste cose. Ma anche i programmi d'ursiani fanno picchi di ascolti Immagine

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
sweet
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2637
Iscritto il: lun ago 26, 2013 10:19 pm
Località: brescia

Re: RE: Re: Cosa succede al giornalismo?

Messaggio da sweet »

Tropical ha scritto:Faccio una riflessione: e se i protagonisti degli articoli fossero diversi?
Mettiamo che i pedofili fossero stati etero, il titolo avrebbe detto "Etero violentano 17 enne?"
Per il titolo sportivo: "Il trio dei ciccioni sfiora il miracolo olimpico"

Penso che il rispetto che insegniamo (o che dovremmo) ai ragazzi passa soprattutto dai media e da queste piccolezze.
Verissimo Anto.

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Milena
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1070
Iscritto il: sab dic 16, 2006 3:52 pm

Re: Cosa succede al giornalismo?

Messaggio da Milena »

Forse dipende dalle testate, quelle prese ad esempio mi ricordano Cronaca nera.
Non che la Repubblica on line sia meglio visto che è piena di articoletti, come quelli citati, sui fisici degli atleti.
La versione cartacea è migliore, così come Il corriere della sera.

In generale comunque noto meno professionalità e più improvvisazione e enfatizzazione di certi fatti di cronaca.
È cambiata anche la dinamica del giornalismo, con le tecnologie siamo continuamente aggiornati su tutti gli avvenimenti possibili e a mio parere abbiamo maggiori possibilità di cogliere la veridicità di certi fatti.

Compro le versioni cartacee solo per gli editoriali o gli approfondimenti dei giornalisti che apprezzo di più.
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: Cosa succede al giornalismo?

Messaggio da Trilli »

Spesso i titoloni dei giornali locali sono esposti a caratteri cubitali fuori dalle edicole. Il sensazionalismo fa vendere eccome.
Però se si gioca mancando di rispetto alle persone (e come si vede, sempre a categorie sensibili come donne o omosessuali) la deontologia professionale se ne va a farsi benedire.
Che tristezza anche Cosmopolitan eh.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Rispondi