la responsabilità degli altri

Parliamo dei nostri bambini dai 6 a 12 anni
Avatar utente
Scilla
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6229
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:55 pm

la responsabilità degli altri

Messaggio da Scilla »

Forse ho un'idea un po' antica della comunità, ma vivo in un piccolo paese dove bene o male ci si conosce tutti e quando qualcuno vede il figlio/la figlia di qualcuno che fa qualcosa di sospetto, di pericoloso per sè e/o per gli altri o comunque di insolito, normalmente si tende a fare da "telecamere di sicurezza" e ad avvisare i genitori
io la trovo una cosa molto utile e positiva, soprattutto quando si hanno figli ormai grandini che cominciano a fare qualche giro con gli amici senza i genitori
sapere che comunque, volenti o nolenti, si è sotto l'occhio di qualcun'altro quando non si è sotto quello dei genitori per me è rassicurante
mi preoccuperebbe di più l'indifferenza delle persone

succede quindi che vengo a sapere da una persona che il figlio di un'amica è stato visto acquistare un pacchetto di sigarette con la tessera sanitaria di una diciottenne, la quale poi l'ha riferito a sua madre che l'ha riferito a questa persona che lo ha detto a me chiedendomi di dirlo alla mamma del ragazzino interessato e adducendo come ragione che probabilmente se glielo avessi detto io l'avrebbe presa meglio

ammetto che la persona che ha riferito a me questa cosa è una pettegola e a volte i suoi intenti sono un po' quelli del pettegolezzo fine a se stesso, ma in una caso come questo io vado oltre perchè ritengo che l'informazione che mi ha dato sia ben più importante del suo pettegolezzo che io tra l'altro ignoro, fermando così la sua inutile corsa

la mamma del ragazzino (11 anni) però non la prende affatto bene, anche se a dirglielo sono io
mi dice che sono loro che mandano il ragazzino a comprare le sigarette (io lo trovo diseducativo, ma sono loro i genitori e non discuto la loro scelta) e che quella persona deve farsi solo i cavoli suoi

chiudo la questione a questo punto, anche se il ragazzino è stato visto anche fumarle ma la madre sostiene che non è possibile, ma rimango sgomenta da questa reazione
io francamente avrei ringraziato e poi avrei verificato con mio figlio
questa mentalità da provinciale mi irrita francamente
sicuramente da oggi mi farò i fatti miei anche io, ma lo trovo pericoloso
molte cose, anche peggiori, accadono sotto gli occhi omertosi e indifferenti delle persone
per me è una responsabilità civile quella di segnalare, intervenire, denunciare se serve situazioni pericolose
se poi si tratta del figlio di un'amica lo trovo quasi doveroso

cosa ne pensate?


Avatar utente
nanny
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1109
Iscritto il: ven giu 25, 2010 12:01 pm

Re: la responsabilità degli altri

Messaggio da nanny »

Fai un discorso che abbiamo affrontato più volte con i genitori nostri amici, abbiamo notato che quando eravamo ragazzini noi e ancor di più nelle generazioni precedenti c'era sempre un adulto che "buttava un occhio". Se eri per strada e facevi qualche bricconata c'era sempre qualcuno a strigliarti e pazienza se era un estraneo, stavi zitto e non ti lamentavi di certo, di contro se avevi bisogno di aiuto bastava che ti rivolgessi al primo che passava. il controllo del branco inteso come comunità più o meno grande è a mio avviso fondamentale ed è ciò che più manca al giorno d'oggi. perchè manca?
secondo me per una serie di ragioni: la prima è che non abbiamo tempo, passiamo di corsa, no le guardiamo neppure le persone intorno a noi troppo presi dai nostri casini e, ahimè, dai nostri smartphone. In più c'è il timore di intervenire, nella migliore delle ipotesi perchè si rischia quello che è successo a te Scilla ma anche perchè si ha paura delle conseguenze...mio marito mi ha confessato che quando passa la sera davanti alla fermata dell'autobus in auto e vede una ragazzina da sola gli verrebbe da fermarsi e chiederle se vuole un passaggio perchè gli fa specie lasciarla lì al buio e magari al freddo d'inverno ma poi si blocca per paura che magari lei possa mal interpretare il gesto. ecco, sarà sbagliato ma per paura di finire nei casini non si interviene più. Io in genere cerco di guardarmi intorno e se c'è qualcuno che ha bisogno intervengo o se proprio non mi fido chiamo chi di dovere, e nelle comunità di ragazzini siano scolastico o come ora al mare se c'è da dire qualcosa la dico, al ragazzino e al genitore se serve...
Fossi in te però continuerei a farlo, magari non con quella persona nello specifico ma in generale sì.
vic
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2624
Iscritto il: mer ago 21, 2013 3:33 pm
Località: tra cielo e terra

Re: la responsabilità degli altri

Messaggio da vic »

la penso esattamente come te.
fossero i miei figli, ed è capitato che abbiano visto Edoardo fare lo scemo con l'auto o la piccola agitarsi eccessivamente ad un compleanno, vorrei saperlo e li metterei in punizione.
purtroppo, lo dico anche da insegnante, i genitori, di più le mamme, non riescono a vedere anche il lato meno "angelico e innocente" dei loro figli. se ci mettono in dubbio come docenti, figuriamoci come conoscenti o vicini di casa!
Avatar utente
Lucia76
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4736
Iscritto il: mar nov 09, 2010 2:33 pm

Re: la responsabilità degli altri

Messaggio da Lucia76 »

penso che hai fatto bene a dirglielo e penso che sia giusto fare così. Quindi secondo me sbaglieresti se davvero cominciassi a "farti i fatti tuoi". La responsabilità è condivisa, c'è un bellissimo detto africano che dice "per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio", ed è una grande verità. questo non significa mettere il naso negli affari degli altri, ma soltanto condividere la responsabilità educativa che tutti abbiamo.
Poi come ha reagito la mamma è un altro discorso (così come i pettegolezzi aggiunti), ma ciò non toglie che tu hai fatto il tuo dovere. Sarà che sono nata e cresciuta in un piccolo paese, dove le cose hanno sempre funzionato così, e dove anche ci si fida(va) di tutti. Ora sembra un pò una società ideale purtroppo, perchè sempre più spesso ci si chiude nell'individualismo di casa propria, ma sono atteggiamenti che andrebbero recuperati.
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: la responsabilità degli altri

Messaggio da Trilli »

No, non farti i fatti tuoi, ti prego.
La reazione di quella mamma, di chiusura a riccio, è irrazionale ma comune.
Trent'anni fa nella compagnia che frequentavo c'era un mio coetaneo figlio di un'amica di mia madre. Una persona, la madre, tutt'altro che provinciale, nata in una famiglia di militari israeliti.
Mi accorsi ben presto che il ragazzino fumava, e non sigarette, ma peggio ancora lo vidi bere gin liscio prima di entrare a scuola. Al liceo era noto col nome di "Canna", quindi le sue abitudini erano ben conosciute.
Era un ragazzo intelligente, arguto, originale, e la china che stava discendendo mi portò a confidare tutto a mia madre, e a chiederle di fare qualcosa. Lei non esitò a parlare con la madre, che reagì più o meno come la signora di cui parli: disse che non era possibile, aggiunse che essendo cresciuta in una famiglia autoritaria preferiva dare fiducia al figlio, pregò di non occuparsene oltre, troncò i rapporti.
Il finale stavolta è triste: venni a sapere negli anni di impasticcamenti, corse al PS, tentativi di disintossicazione. Quando lo incontrai per caso sul tram, il ragazzo non mi riconobbe. Ancora oggi ho in mente i suoi occhi opachi, spenti.
Fu un dolore grande, mi sentii impotente ma mi consolò la consapevolezza di averci almeno provato, ad aiutarlo.
Ovvio, tutto ciò ha senso se si tratta di situazioni pericolose. Non certo per raccontare pettegolezzi (ho visto tuo figlio che baciava X, eccetera)

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Scilla
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6229
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:55 pm

Re: la responsabilità degli altri

Messaggio da Scilla »

purtroppo, in questi casi, sono incapace di farmi i fatti miei
mi dispiace molto vedere persone non andare oltre il proprio naso, anche quando di mezzo c'è il benessere e l'incolumità dei loro figli
Avatar utente
Ilaria
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 919
Iscritto il: lun gen 20, 2014 1:29 pm

Re: la responsabilità degli altri

Messaggio da Ilaria »

la penso come le altre, e non credo tu sia stata una pettegola, ti sei interessata, che è diverso.
Io vorrei che mi dicessero questo genere di cose, anche io vivo in un piccolo paese dove certamente l'arte del pettegolezzo è molto diffusa ma è bello anche vedere che non ci si volta dall'altra parte se qualcuno ha un problema.
Il fatto è che a volte queste "segnalazioni" vengono prese nel modo sbagliato dai genitori.
Avatar utente
Babina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4102
Iscritto il: gio feb 19, 2009 12:21 pm

Re: la responsabilità degli altri

Messaggio da Babina »

Io non vivo in un paese piccolissimo ed non essendo il mio paese di origine non ho molte conoscenze.
Ciononostante trovo che un atteggiamento di questo tipo, di sorveglianza discreta e di segnalazioni ai genitori (e solo a loro!) di qualche comportamento non idoneo da parte di ragazzini, ci sta eccome.
Se mio figlio capitasse in un brutto giro o facesse qualche stupidaggine di cui io non sono a conoscenza lo vorrei sapere eccome.
Per tutelarlo, per aiutarlo e correggerlo, per aprire io stessa gli occhi su una situazione che magari credo tranquilla ed invece non lo è.
tu hai fatto benissimo Scilla, hai avuto un comportamento che credo ogni madre interessata e consapevole debba tenere.
Non ha senso sapere che un figlio si mette nei guai e il genitore fa finta di niente e vive nell'indifferenza.
Anche socialmente è un comportamento profondamente sbagliato.
Rispondi