droga a scuola, denunciati, sospesi e perderanno l'anno

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: droga a scuola, denunciati, sospesi e perderanno l'anno

Messaggio da CisePunk »

tati ha scritto: E a dei genitori presenti, perché è la prima cosa che manca spesso. tanti hanno davvero troppa libertà e zero regole eh.
io ripartirei da questo, perché qui sta la chiave di tutto.
Io ho frequentato per anni tossicodipendenti e ne ho visti morire molti (non per forza di overdose, ma anche di altre patologie associate al consumo delle droghe).
Il presupposto è: se usano la droga, non è per le amicizie, eh? Se le usi, in genere, sei una persona insicura che avrebbe bisogno di molte più attenzioni degli altri.
D'altro canto, però, dare troppa importanza al tossicodipendente è un'arma a doppio taglio. Mantengono la loro personalità, quindi bisogna comportarsi di conseguenza.
Il caso di questi ragazzi... non voglio fare la psicologa degli sfigati, però... anche qui potremmo vedere la necessità di farsi scoprire ovvero di far sapere "sto male, aiutami".
Apparentemente, si potrebbe pensare che è una trasgressione anche questa: osare in classe per sfidare la società.
Sì, il tossicodipendente è anche egocentrico, ma in classe, più che una sfida, è proprio un "facciamoci scoprire". Avrebbero potuto benissimo farlo in bagno o nel cortile della scuola o prima di entrare in classe.

Non hanno bisogno di punizioni: hanno bisogno di attenzioni. La punizione li porterà a osare ancora di più e dallo spinello passare ad altro (il passo è breve e, se sai dove procurarti una cosa, saprai anche come procurarti il resto).


Avatar utente
tati
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 11634
Iscritto il: ven dic 15, 2006 10:35 pm

Re: droga a scuola, denunciati, sospesi e perderanno l'anno

Messaggio da tati »

CisePunk ha scritto:
tati ha scritto: E a dei genitori presenti, perché è la prima cosa che manca spesso. tanti hanno davvero troppa libertà e zero regole eh.
io ripartirei da questo, perché qui sta la chiave di tutto.
Io ho frequentato per anni tossicodipendenti e ne ho visti morire molti (non per forza di overdose, ma anche di altre patologie associate al consumo delle droghe).
Il presupposto è: se usano la droga, non è per le amicizie, eh? Se le usi, in genere, sei una persona insicura che avrebbe bisogno di molte più attenzioni degli altri.
D'altro canto, però, dare troppa importanza al tossicodipendente è un'arma a doppio taglio. Mantengono la loro personalità, quindi bisogna comportarsi di conseguenza.
Il caso di questi ragazzi... non voglio fare la psicologa degli sfigati, però... anche qui potremmo vedere la necessità di farsi scoprire ovvero di far sapere "sto male, aiutami".
Apparentemente, si potrebbe pensare che è una trasgressione anche questa: osare in classe per sfidare la società.
Sì, il tossicodipendente è anche egocentrico, ma in classe, più che una sfida, è proprio un "facciamoci scoprire". Avrebbero potuto benissimo farlo in bagno o nel cortile della scuola o prima di entrare in classe.

Non hanno bisogno di punizioni: hanno bisogno di attenzioni. La punizione li porterà a osare ancora di più e dallo spinello passare ad altro (il passo è breve e, se sai dove procurarti una cosa, saprai anche come procurarti il resto).
No beh io non credo che poverini Hanno bisogno di aiuto.
Cioè, sicuramente Hanno bisogno di aiuto, ma Hanno sbagliato. E qualcosa x fargli capire che non si deve fare va fatto non bisogna lasciar correre una cosa del genere.
Più che altro credo che una punizione Come quella Hanno deciso ai ragazzi freghi zero e non sia utile. ma delle ore di lavoro extra, magari in una comunità perché no, gliele farei fare.
L errore c è stato, e può anche essere un modo per far capire agli altri che non si sua bene non dico di no, ma non accetto che lo si fa il una classe con molti altri adolescenti. Questo devono capirlo.
Rispondi