Ciao ciao tetta!

Avatar utente
Lucia76
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4736
Iscritto il: mar nov 09, 2010 2:33 pm

Re: R: Ciao ciao tetta!

Messaggio da Lucia76 »

Sei una mamma dolce e paziente jenny.
(Il contrario di me :-D :'( :O )


Talita
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1119
Iscritto il: ven ago 09, 2013 10:05 am

Re: Ciao ciao tetta!

Messaggio da Talita »

Stamattina ho letto questa poesia su fb:

Svezzami con dolcezza
So che ti sembro tanto grande,
forse sembro troppo grande per questo mio bisogno,
ma per quanto cresciuti siamo,
ci sono bisogni che sono importanti per noi.
So che la nostra relazione sta crescendo e cambiando,
ma io ho ancora bisogno di te.
Ho bisogno del tuo calore e della tua vicinanza,
specie a fine giornata
quando ci accoccoliamo nel letto.
Ti prego, non diventare troppo impegnata per le nostre poppate.
So che pensi che io possa essere paziente,
o trovare qualcosa che prenda il posto delle poppate –
un libro, un bicchiere di qualcosa,-
ma nulla può prendere il tuo posto quando ho bisogno di te.
 A volte solo farsi le coccole, averti vicino e’ abbastanza per me.
So che sto crescendo e diventando indipendente,
ma tu rimani li per me.
Questo nostro legame è così intenso e importante,
non spezzarlo bruscamente, per favore.
Svezzami con dolcezza,
perché sono la tua mamma
ed ho un cuore tenero.

Cathy Cardall


Direi che voi vi siete "svezzati con dolcezza" ;)
Avatar utente
matiti
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2752
Iscritto il: gio mar 10, 2011 11:43 am

Re: Ciao ciao tetta!

Messaggio da matiti »

Weinà ha scritto:Non è che siano più aperti, semplicemente (per la mia esperienza) meno ignoranti sulla questione latte: sanno che il latte non sparisce e sanno che l'ideale è allattare a lungo i propri figli. Nelle zone rurali è la norma allattare almeno due anni, mentre purtroppo in città spesso il latte artificiale la fa da padrone perché le donne tornano a lavorare subito e affidano i figli ai nonni (che spesso abitano nelle campagne).
Poi io ho tanti amici arabi e anche per loro allattare almeno due anni è la norma da sempre. Insomma, ora che sono in Italia mi rendo conto che, rintanata in noimamme e con le persone che frequento, non mi rendevo davvero conto di come gira il mondo.


Sent from my iPhone using Tapatalk
No qui siamo ancora molto lontani da quest'idea.
I pediatri poi non sanno un tubo di latte e rovinano spesso molti allattamenti che avrebbero potuto durare.
Una mia amica mi ha chiamata l'altro giorno, la pediatra ha consigliato a 40 giorni di dare la camomilla durante la giornata perche'lo vede disidratato.
Avatar utente
matiti
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2752
Iscritto il: gio mar 10, 2011 11:43 am

Re: Ciao ciao tetta!

Messaggio da matiti »

Talita ha scritto:Stamattina ho letto questa poesia su fb:

Svezzami con dolcezza
So che ti sembro tanto grande,
forse sembro troppo grande per questo mio bisogno,
ma per quanto cresciuti siamo,
ci sono bisogni che sono importanti per noi.
So che la nostra relazione sta crescendo e cambiando,
ma io ho ancora bisogno di te.
Ho bisogno del tuo calore e della tua vicinanza,
specie a fine giornata
quando ci accoccoliamo nel letto.
Ti prego, non diventare troppo impegnata per le nostre poppate.
So che pensi che io possa essere paziente,
o trovare qualcosa che prenda il posto delle poppate –
un libro, un bicchiere di qualcosa,-
ma nulla può prendere il tuo posto quando ho bisogno di te.
 A volte solo farsi le coccole, averti vicino e’ abbastanza per me.
So che sto crescendo e diventando indipendente,
ma tu rimani li per me.
Questo nostro legame è così intenso e importante,
non spezzarlo bruscamente, per favore.
Svezzami con dolcezza,
perché sono la tua mamma
ed ho un cuore tenero.

Cathy Cardall


Direi che voi vi siete "svezzati con dolcezza" ;)
Che bella!
Avatar utente
Tropical
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6358
Iscritto il: sab gen 07, 2012 10:31 am
Contatta:

Re: RE: Re: Ciao ciao tetta!

Messaggio da Tropical »

matiti ha scritto:
Weinà ha scritto:Non è che siano più aperti, semplicemente (per la mia esperienza) meno ignoranti sulla questione latte: sanno che il latte non sparisce e sanno che l'ideale è allattare a lungo i propri figli. Nelle zone rurali è la norma allattare almeno due anni, mentre purtroppo in città spesso il latte artificiale la fa da padrone perché le donne tornano a lavorare subito e affidano i figli ai nonni (che spesso abitano nelle campagne).
Poi io ho tanti amici arabi e anche per loro allattare almeno due anni è la norma da sempre. Insomma, ora che sono in Italia mi rendo conto che, rintanata in noimamme e con le persone che frequento, non mi rendevo davvero conto di come gira il mondo.


Sent from my iPhone using Tapatalk
No qui siamo ancora molto lontani da quest'idea.
I pediatri poi non sanno un tubo di latte e rovinano spesso molti allattamenti che avrebbero potuto durare.
Una mia amica mi ha chiamata l'altro giorno, la pediatra ha consigliato a 40 giorni di dare la camomilla durante la giornata perche'lo vede disidratato.
Era già stato detto che il tema allattamento è molto lungo e complesso affinché i pediatri possano fare un corso intensivo sull'argomento, ma mi sembra che ad alcuni manchino proprio le basi.

In un attimo di cambiare latte e passare all'artificiale oppure iniziare con le pappe.
Weinà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3014
Iscritto il: lun set 09, 2013 5:41 pm

Re: Ciao ciao tetta!

Messaggio da Weinà »

matiti ha scritto:
Weinà ha scritto:Non è che siano più aperti, semplicemente (per la mia esperienza) meno ignoranti sulla questione latte: sanno che il latte non sparisce e sanno che l'ideale è allattare a lungo i propri figli. Nelle zone rurali è la norma allattare almeno due anni, mentre purtroppo in città spesso il latte artificiale la fa da padrone perché le donne tornano a lavorare subito e affidano i figli ai nonni (che spesso abitano nelle campagne).
Poi io ho tanti amici arabi e anche per loro allattare almeno due anni è la norma da sempre. Insomma, ora che sono in Italia mi rendo conto che, rintanata in noimamme e con le persone che frequento, non mi rendevo davvero conto di come gira il mondo.


Sent from my iPhone using Tapatalk
No qui siamo ancora molto lontani da quest'idea.
I pediatri poi non sanno un tubo di latte e rovinano spesso molti allattamenti che avrebbero potuto durare.
Una mia amica mi ha chiamata l'altro giorno, la pediatra ha consigliato a 40 giorni di dare la camomilla durante la giornata perche'lo vede disidratato.
Infatti, come abbiamo detto tante volte, gran parte della colpa è da attribuire ai pediatri. Se tutti loro cominciassero a fare la giusta informazione con le neomamme, solo così le cose cambierebbero in modo considerevole. Invece purtroppo, almeno nella mia realtà, l'allattamento al seno è una cosa da marziani. Tutte senza latte, con latte poco nutriente o con figli che non si saziavano mai.
Bellissima la poesia, Talita. Mi sembra di averla già letta da qualche parte ma non ricordo se su Facebook o dove.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Weinà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3014
Iscritto il: lun set 09, 2013 5:41 pm

Re: Ciao ciao tetta!

Messaggio da Weinà »

Tropical ha scritto:
matiti ha scritto:
Weinà ha scritto:Non è che siano più aperti, semplicemente (per la mia esperienza) meno ignoranti sulla questione latte: sanno che il latte non sparisce e sanno che l'ideale è allattare a lungo i propri figli. Nelle zone rurali è la norma allattare almeno due anni, mentre purtroppo in città spesso il latte artificiale la fa da padrone perché le donne tornano a lavorare subito e affidano i figli ai nonni (che spesso abitano nelle campagne).
Poi io ho tanti amici arabi e anche per loro allattare almeno due anni è la norma da sempre. Insomma, ora che sono in Italia mi rendo conto che, rintanata in noimamme e con le persone che frequento, non mi rendevo davvero conto di come gira il mondo.


Sent from my iPhone using Tapatalk
No qui siamo ancora molto lontani da quest'idea.
I pediatri poi non sanno un tubo di latte e rovinano spesso molti allattamenti che avrebbero potuto durare.
Una mia amica mi ha chiamata l'altro giorno, la pediatra ha consigliato a 40 giorni di dare la camomilla durante la giornata perche'lo vede disidratato.
Era già stato detto che il tema allattamento è molto lungo e complesso affinché i pediatri possano fare un corso intensivo sull'argomento, ma mi sembra che ad alcuni manchino proprio le basi.

In un attimo di cambiare latte e passare all'artificiale oppure iniziare con le pappe.
Torniamo sempre lì: davvero a loro mancano le basi? Io stento a credere che un medico ne sappia meno di me sulla fisiologia del corpo umano. Davvero è una cosa che mi risulta inconcepibile.
D'altra parte non voglio credere nemmeno che lo facciano tutti per interesse personale, dai...
Boh, so solo che siamo messi malissimo. Qui in Sardegna, poi, mi pare quasi peggio che altrove. Non c'è nemmeno un ospedale amico del bambino.
Scusa sweet, stiamo uscendo troppo dal seminato del tuo post, vero?


Sent from my iPhone using Tapatalk
Avatar utente
Tropical
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6358
Iscritto il: sab gen 07, 2012 10:31 am
Contatta:

Re: RE: Re: Ciao ciao tetta!

Messaggio da Tropical »

Weinà ha scritto:

Sent from my iPhone using Tapatalk
Infatti, come abbiamo detto tante volte, gran parte della colpa è da attribuire ai pediatri. Se tutti loro cominciassero a fare la giusta informazione con le neomamme, solo così le cose cambierebbero in modo considerevole. Invece purtroppo, almeno nella mia realtà, l'allattamento al seno è una cosa da marziani. Tutte senza latte, con latte poco nutriente o con figli che non si saziavano mai.
Bellissima la poesia, Talita. Mi sembra di averla già letta da qualche parte ma non ricordo se su Facebook o dove.


Sent from my iPhone using Tapatalk[/quote]

Qui uguale. E' tutto un "Spero di avere la fortuna di avere latte".

Un'amica mi ha detto che ha la bambina che continua ad attaccarsi e staccarsi da seno (1 mese). Le ho spiegato del riflesso di emissione troppo forte o, comunque, che dovrebbe sentire una consulente. La sua soluzione è dare l'artificiale.

Credo che non ci sia ancora informazione sull'allattamento al seno. Troppi falsi miti.
Rispondi