Genitori troppo presenti...

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Genitori troppo presenti...

Messaggio da Trilli »

Avete letto che è successo all'Open Day del Politecnico di Milano?
http://milano.repubblica.it/cronaca/201 ... =135341634

Che ne pensate? Io concordo con il rettore. Ma penso anche che a 19 anni siano i figli a dire ai genitori di fare un passo indietro...

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk


Talita
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1119
Iscritto il: ven ago 09, 2013 10:05 am

Re: Genitori troppo presenti...

Messaggio da Talita »

I rettori e i professori però i loro figli li piazzano benissimo ovunque!

Sarcasmo a parte, sono d'accordo con questo articolo.
Avatar utente
Seem83
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3499
Iscritto il: mar gen 24, 2012 11:23 am
Località: Torino

Genitori troppo presenti...

Messaggio da Seem83 »

Sono assolutamente d'accordo con l'articolo.
Penso anche che i figli vadano accompagnati pian piano in questo percorso di indipendenza e maturità. E questa crescita deve iniziare fin dalle elementari. Non si può pretendere che scoccati i 19 anni di colpo si diventa maturi.
vic
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2624
Iscritto il: mer ago 21, 2013 3:33 pm
Località: tra cielo e terra

Re: Genitori troppo presenti...

Messaggio da vic »

Mio figlio si sta guardando intorno per capire cosa fare dopo la maturità, ha partecipato a presentazioni ma è andato con alcuni compagni di classe. L'unica cosa che faccio e chiedere le sue impressioni.
Ho una collega che chiede giorni per accompagnare la figlia alle presentazioni, lo trovo esagerato
Milena
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1070
Iscritto il: sab dic 16, 2006 3:52 pm

Re: Genitori troppo presenti...

Messaggio da Milena »

La domanda epocale che mi faccio da anni, da quando sono genitore, è: se i nostri genitori non erano così onnipresenti nelle nostre vite, se abbiamo affrontato scuole, lavori, esperienze diverse da soli, magari inciampando, magari cadendo, perché questa generazione di adulti padri e madri è così?
L'analisi del rettore secondo il quale le famiglie temono per il futuro dei figli può essere una spiegazione, ma non credo sia la sola.
Tante volte anche qui sul forum si è parlato di come organizziamo la vita dei nostri figli anche soltanto martellando i gruppi di whatsapp con la richiesta dei compiti arrivando alla conclusione che "però ai nostri tempi....."
Ho un collega di 32 anni che critica quelli poco più giovani di lui di essere senza valori (generalizzo), quando ai miei occhi lui è della stessa risma.
È una questione di percezione?
Avatar utente
Seem83
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3499
Iscritto il: mar gen 24, 2012 11:23 am
Località: Torino

Re: Genitori troppo presenti...

Messaggio da Seem83 »

Milena ha scritto:La domanda epocale che mi faccio da anni, da quando sono genitore, è: se i nostri genitori non erano così onnipresenti nelle nostre vite, se abbiamo affrontato scuole, lavori, esperienze diverse da soli, magari inciampando, magari cadendo, perché questa generazione di adulti padri e madri è così?
L'analisi del rettore secondo il quale le famiglie temono per il futuro dei figli può essere una spiegazione, ma non credo sia la sola.
Tante volte anche qui sul forum si è parlato di come organizziamo la vita dei nostri figli anche soltanto martellando i gruppi di whatsapp con la richiesta dei compiti arrivando alla conclusione che "però ai nostri tempi....."
Ho un collega di 32 anni che critica quelli poco più giovani di lui di essere senza valori (generalizzo), quando ai miei occhi lui è della stessa risma.
È una questione di percezione?
Credo che sia la paura del fallimento. Ovviamente posso solo parlare del mio piccolo, ma notò che tantissimi genitori non accettano che il figlio possa sbagliare e "rovinarsi" l'impeccabile media scolastica.
E non si tratta solo di media scolastica, ma di tutto quello che circonda la vita dei nostri figli.
A volte mi pare chela vita sia diventata una competizione unica.
Milena
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1070
Iscritto il: sab dic 16, 2006 3:52 pm

Re: Genitori troppo presenti...

Messaggio da Milena »

Seem83 ha scritto:
Milena ha scritto:La domanda epocale che mi faccio da anni, da quando sono genitore, è: se i nostri genitori non erano così onnipresenti nelle nostre vite, se abbiamo affrontato scuole, lavori, esperienze diverse da soli, magari inciampando, magari cadendo, perché questa generazione di adulti padri e madri è così?
L'analisi del rettore secondo il quale le famiglie temono per il futuro dei figli può essere una spiegazione, ma non credo sia la sola.
Tante volte anche qui sul forum si è parlato di come organizziamo la vita dei nostri figli anche soltanto martellando i gruppi di whatsapp con la richiesta dei compiti arrivando alla conclusione che "però ai nostri tempi....."
Ho un collega di 32 anni che critica quelli poco più giovani di lui di essere senza valori (generalizzo), quando ai miei occhi lui è della stessa risma.
È una questione di percezione?
Credo che sia la paura del fallimento. Ovviamente posso solo parlare del mio piccolo, ma notò che tantissimi genitori non accettano che il figlio possa sbagliare e "rovinarsi" l'impeccabile media scolastica.
E non si tratta solo di media scolastica, ma di tutto quello che circonda la vita dei nostri figli.
A volte mi pare chela vita sia diventata una competizione unica.
Sono d'accordo. Ho due colleghi con figli in prima media che si lamentano se non prendono almeno un nove, specie nelle materie scientifiche.
Io mi arrabbio di più se il mio prende cinque, in qualsiasi materia.
Avatar utente
Luna
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1047
Iscritto il: lun gen 05, 2009 4:23 pm

Re: Genitori troppo presenti...

Messaggio da Luna »

io ho un'amica che insegna all'università.
con lei avevamo già parlato di questa cosa....lei è allucinata dal fatto che molti genitori chiamano o vanno in segreteria ad iscrivere i figli, prendono l'orario delle lezioni e le date degli esami, addirittura chiedono colloqui con i prof!!!!!
e sono anche molti di più di quanto si possa immaginare.
Tra l'altro stiamo parlando di un' Università dell'Emilia di dimensioni medio piccole!!!!!

Concordo con chi dice che i genitori non accettano un fallimento ( o fosse anche un'accidentale caduta!!) dei loro figli quindi con la presenza perenne credono di poter ovviare ma poi cosa possiamo poi aspettarci da questi adulti che adulti non saranno mai????
Rispondi