Allergia al latte materno: a proposito di titoloni e malainformazione

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Rispondi
Avatar utente
clac
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1584
Iscritto il: mar ago 27, 2013 10:41 pm

Allergia al latte materno: a proposito di titoloni e malainformazione

Messaggio da clac »

Scorrendo il mio quotidiano locale online mi cade l'occhio sul banner di notizie dal mondo a lato e leggo:
http://www.today.it/donna/allergia-latt ... 1447419657

Cazzata, ovvio..penso subito che il banner è fatto per attirare attenzione (e ci riesce) e apro l'articolo nella speranza che il titolo sia rettificato, e che l'articolo faccia luce sulla realtà dei fatti.

Ebbene, c'è un PICCOLISSIMO passaggio in cui si spiega che l'allergia scoperta ai due neonati è al fruttosio, che è anche presente nel latte materno..
MA, il messaggio ribadito è che erano allergici al latte di mamma, la soluzione fieramente pubblicizzata è quella di aver sospeso immediatamente l'allattamento "..da quel momento in poi, Joanna non ha più allattato le bimbe che oggi godono di ottima salute grazie alla tenacia e ai consigli di un medico puntuale".

Questo un caso lampante, argomento particolarmente "sensibile" per un forum di maternage..
ma sono sempre di più i TITOLONI pubblicati per fare clamore, corredati da articoletti smilzi e rachitici che mettono insieme 4 dati in croce, senza approfondire, senza dichiarare fonti, senza dare spunti di approfondimento...
e, ahimè, tanti..TROPPI si fermano lì, magari anche solo al titolo, e oggi tutti si credono informati perchè l'HANNO LETTO... l'hanno sentito in tivvù....
io tremo davanti a tale e tanto pressapochismo.
ma lo vedo sempre più dilagante..lo sento anche tra persone che conosco!

ma come è possibile che permettano di pubblicare notizie ad cazzum?
Evviva la malainformazione! :angry-banghead:


Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Allergia al latte materno: a proposito di titoloni e malainformazione

Messaggio da CisePunk »

Purtroppo è possibile e rende anche bene.
La malinformazione abbraccia ogni campo e non soltanto questo che ci interessa in modo diretto.
Quando trascrivevo le direttissime delle aule dei tribunali, rileggendo gli articoli che parlavano del fatto, mi rendevo conto che i giornalisti non ascoltavano per niente quello che veniva detto. Si limitavano a scrivere quello che già avevano in mente sin dall'inizio, senza far caso a quanto detto da giudici, PM e ovviamente indagato.
E lì è tutto registrato, ci sono i testimoni, c'è il cancelliere.
Figuriamoci quando si tratta di articoli di scienza o pseudotale che non possono essere valutati da persone professioniste. Diventa un bagno di sangue!
Un altro esempio clamoroso mi è stato offerto in occasione di una frase pronunciata dal papa. Non ricordo adesso che cosa avesse detto il papa di preciso, ma ho letto tre articoli e ognuno riportava una frase differente. Il problema è che passava un messaggio errato, come se la chiesa avesse potere politico, a causa della scelta impropria di alcuni vocaboli. Siccome io sono rompipalle per natura, ho deciso di cercare direttamente il video e ascoltare cosa avesse detto realmente il papa senza i filtri dei giornalisti scribaccini. Nemmeno a dirlo, le parole usate avevano connotazioni completamente differenti da quanto era stato effettivamente detto, ma fa più scalpore storpiare le dichiarazioni di qualcuno per un tuo fine preciso e non per dare informazione.
Rispondi