Smettere di allattare e dormire nel lettino

Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Smettere di allattare e dormire nel lettino

Messaggio da CisePunk »

diciamo che la legge di Murphy mi ha colpita e quindi mi richiamo a questo thread.
Sono le ore 5:05 e sono in compagnia da circa un'ora con Isabella che si è svegliata per paura del buio e mi fa le carezze e continua a fare domande.
Intenzioni di dormire? Pari a zero. O faccio unica tirata e mi preparo al nuovo giorno senza aver dormito e accetto la condizione o non so come uscirne.
Paura? Tristezza? Rammarico?
No. Faccio finta di essere andata a un concerto ed essere appena rientrata dalla nottata facilona da quindicenne e amen. :8:
Ciota, per dire, non tutto va sempre come ti aspetti che vada: prendila semplice, prendila come viene e non fartela pesare. Lascia semplicemente che accada. <3


Ospite

Re: Smettere di allattare e dormire nel lettino

Messaggio da Ospite »

Mi dispiace moltissimo leggere ciò che hai dovuto vivere, Cinzia, e ti lascio un abbraccio.

Per quanto riguarda i toni, sicuramente sono io a essere ipersensibile e a non tollerare toni piccati laddove io cerco sempre di pesare le parole col bilancino di precisione per cercare di non urtare il prossimo. A me non piace che mi si dia dell'avvocato delle cause perse solo perché esprimo la mia opinione che è in linea con il pensiero di nanà e che mi si accusi di avere un pregiudizio nei confronti delle mamme non coslippanti laddove io invece dico che ognuno a casa sua fa come meglio crede e ognuno sa cosa è meglio per la sua famiglia. E prova ne sia il fatto che io non ho mai dormito nel lettone se non in caso di malattia o simili e mia madre ha smesso di allattarmi a 5 mesi eppure io credo che mia mamma mi abbia cresciuta non ad alto, ma ad altissimo contatto.
Comunque non è questo il punto. Io non ho detto che Renée non può usare quel tono, figurarsi. Ho detto che io non tollero che, senza motivo, mi si rivolga con quello che dal mio punto di vista è un tono aggressivo e che devo dunque ricominciare a guardarmi bene dall'intervenire in thread in cui si è a forte rischio di essere trattate così. È evidentemente un problema mio e non di Renée, visto che sono l'unica (o quasi) a non amare i suoi toni.

Approfitto invece della presenza di Paola per fare una domanda, posso?
Premetto che NON mi riferisco a questo thread nello specifico perché, e lo ribadisco, non mi permetterei mai di mettere becco su una situazione su cui non ho la minima esperienza, visto che Cinzia ha 3 figli tutti sopra l'anno di età (auguri Franciiiii!!!) e io solo una di 6 mesi.
Voglio capire invece, in linea generale, cosa si può dire e cosa non si può dire sul nuovo forum di noimamme. Mi spiego: si può ancora dire che non è sempre l'allattamento la causa della stanchezza delle mamme ma che spesso avere il seno a disposizione per gestire i risvegli è una comodità e che le mamme che non hanno un degno sostituto per i risvegli notturni e i cui figli non sono pronti al distacco rischiano di stancarsi ancora di più una volta tolto il seno e messi i figli nel lettino?
Si può ancora dire che almeno sotto l'anno il latte (materno o artificiale) e la suzione (di seno o ciuccio) è talmente importante per la crescita del bambino che non è prudente smettere di allattare se il bimbo non prende biberon né ciuccio?
Si può ancora dire che l'ideale sarebbe allattare i figli fino ai 2 anni e che una mamma che ama allattare e ama dormire con suo figlio non dovrebbe smettere influenzata dal parere/giudizio degli altri?
Si possono ancora dire tutte queste cose o si può dire solo: "sei stanca e quindi prendi la decisione che ti pare e tuo figlio si adatterà perché tutto ciò di cui ha bisogno è una mamma serena"?
Si possono ancora dire tutte queste cose senza essere accusate di talebanesimo o simili? (Posto che ovviamente si possa dire anche il contrario e poi la persona interessata decide che consigli preferisce seguire)
Lo chiedo perché questi discorsi, che io ho letto e riletto sul forum anche andando a vedere thread vecchi e non soltanto da parte delle varie lenine, per intenderci, sono stati il motivo per cui io mi son fermata su noimamme.it e non su mammaserena.net o dormipercontotuo.it.
Lo chiedo perché vista la nuova aria che tira mi sono finora più volte autocensurata per non intervenire in diversi thread e lo chiedo solo ed esclusivamente per sapere come regolarmi in futuro.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Weinà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3014
Iscritto il: lun set 09, 2013 5:41 pm

Re: Smettere di allattare e dormire nel lettino

Messaggio da Weinà »

Mi dispiace moltissimo leggere ciò che hai dovuto vivere, Cinzia, e ti lascio un abbraccio.

Per quanto riguarda i toni, sicuramente sono io a essere ipersensibile e a non tollerare toni piccati laddove io cerco sempre di pesare le parole col bilancino di precisione per cercare di non urtare il prossimo. A me non piace che mi si dia dell'avvocato delle cause perse solo perché esprimo la mia opinione che è in linea con il pensiero di nanà e che mi si accusi di avere un pregiudizio nei confronti delle mamme non coslippanti laddove io invece dico che ognuno a casa sua fa come meglio crede e ognuno sa cosa è meglio per la sua famiglia. E prova ne sia il fatto che io non ho mai dormito nel lettone se non in caso di malattia o simili e mia madre ha smesso di allattarmi a 5 mesi eppure io credo che mia mamma mi abbia cresciuta non ad alto, ma ad altissimo contatto.
Comunque non è questo il punto. Io non ho detto che Renée non può usare quel tono, figurarsi. Ho detto che io non tollero che, senza motivo, mi si rivolga con quello che dal mio punto di vista è un tono aggressivo e che devo dunque ricominciare a guardarmi bene dall'intervenire in thread in cui si è a forte rischio di essere trattate così. È evidentemente un problema mio e non di Renée, visto che sono l'unica (o quasi) a non amare i suoi toni.

Approfitto invece della presenza di Paola per fare una domanda, posso?
Premetto che NON mi riferisco a questo thread nello specifico perché, e lo ribadisco, non mi permetterei mai di mettere becco su una situazione su cui non ho la minima esperienza, visto che Cinzia ha 3 figli tutti sopra l'anno di età (auguri Franciiiii!!!) e io solo una di 6 mesi.
Voglio capire invece, in linea generale, cosa si può dire e cosa non si può dire sul nuovo forum di noimamme. Mi spiego: si può ancora dire che non è sempre l'allattamento la causa della stanchezza delle mamme ma che spesso avere il seno a disposizione per gestire i risvegli è una comodità e che le mamme che non hanno un degno sostituto per i risvegli notturni e i cui figli non sono pronti al distacco rischiano di stancarsi ancora di più una volta tolto il seno e messi i figli nel lettino?
Si può ancora dire che almeno sotto l'anno il latte (materno o artificiale) e la suzione (di seno o ciuccio) è talmente importante per la crescita del bambino che non è prudente smettere di allattare se il bimbo non prende biberon né ciuccio?
Si può ancora dire che l'ideale sarebbe allattare i figli fino ai 2 anni e che una mamma che ama allattare e ama dormire con suo figlio non dovrebbe smettere influenzata dal parere/giudizio degli altri?
Si possono ancora dire tutte queste cose o si può dire solo: "sei stanca e quindi prendi la decisione che ti pare e tuo figlio si adatterà perché tutto ciò di cui ha bisogno è una mamma serena"?
Si possono ancora dire tutte queste cose senza essere accusate di talebanesimo o simili? (Posto che ovviamente si possa dire anche il contrario e poi la persona interessata decide che consigli preferisce seguire)
Lo chiedo perché questi discorsi, che io ho letto e riletto sul forum anche andando a vedere thread vecchi e non soltanto da parte delle varie lenine, per intenderci, sono stati il motivo per cui io mi son fermata su noimamme.it e non su mammaserena.net o dormipercontotuo.it.
Lo chiedo perché vista la nuova aria che tira mi sono finora più volte autocensurata per non intervenire in diversi thread e lo chiedo solo ed esclusivamente per sapere come regolarmi in futuro.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Avatar utente
Patty73
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1046
Iscritto il: sab gen 17, 2009 6:03 pm

Re: RE: Re: Smettere di allattare e dormire nel lettino

Messaggio da Patty73 »

Weinà ha scritto:Mi dispiace moltissimo leggere ciò che hai dovuto vivere, Cinzia, e ti lascio un abbraccio.

Per quanto riguarda i toni, sicuramente sono io a essere ipersensibile e a non tollerare toni piccati laddove io cerco sempre di pesare le parole col bilancino di precisione per cercare di non urtare il prossimo. A me non piace che mi si dia dell'avvocato delle cause perse solo perché esprimo la mia opinione che è in linea con il pensiero di nanà e che mi si accusi di avere un pregiudizio nei confronti delle mamme non coslippanti laddove io invece dico che ognuno a casa sua fa come meglio crede e ognuno sa cosa è meglio per la sua famiglia. E prova ne sia il fatto che io non ho mai dormito nel lettone se non in caso di malattia o simili e mia madre ha smesso di allattarmi a 5 mesi eppure io credo che mia mamma mi abbia cresciuta non ad alto, ma ad altissimo contatto.
Comunque non è questo il punto. Io non ho detto che Renée non può usare quel tono, figurarsi. Ho detto che io non tollero che, senza motivo, mi si rivolga con quello che dal mio punto di vista è un tono aggressivo e che devo dunque ricominciare a guardarmi bene dall'intervenire in thread in cui si è a forte rischio di essere trattate così. È evidentemente un problema mio e non di Renée, visto che sono l'unica (o quasi) a non amare i suoi toni.

Approfitto invece della presenza di Paola per fare una domanda, posso?
Premetto che NON mi riferisco a questo thread nello specifico perché, e lo ribadisco, non mi permetterei mai di mettere becco su una situazione su cui non ho la minima esperienza, visto che Cinzia ha 3 figli tutti sopra l'anno di età (auguri Franciiiii!!!) e io solo una di 6 mesi.
Voglio capire invece, in linea generale, cosa si può dire e cosa non si può dire sul nuovo forum di noimamme. Mi spiego: si può ancora dire che non è sempre l'allattamento la causa della stanchezza delle mamme ma che spesso avere il seno a disposizione per gestire i risvegli è una comodità e che le mamme che non hanno un degno sostituto per i risvegli notturni e i cui figli non sono pronti al distacco rischiano di stancarsi ancora di più una volta tolto il seno e messi i figli nel lettino?
Si può ancora dire che almeno sotto l'anno il latte (materno o artificiale) e la suzione (di seno o ciuccio) è talmente importante per la crescita del bambino che non è prudente smettere di allattare se il bimbo non prende biberon né ciuccio?
Si può ancora dire che l'ideale sarebbe allattare i figli fino ai 2 anni e che una mamma che ama allattare e ama dormire con suo figlio non dovrebbe smettere influenzata dal parere/giudizio degli altri?
Si possono ancora dire tutte queste cose o si può dire solo: "sei stanca e quindi prendi la decisione che ti pare e tuo figlio si adatterà perché tutto ciò di cui ha bisogno è una mamma serena"?
Si possono ancora dire tutte queste cose senza essere accusate di talebanesimo o simili? (Posto che ovviamente si possa dire anche il contrario e poi la persona interessata decide che consigli preferisce seguire)
Lo chiedo perché questi discorsi, che io ho letto e riletto sul forum anche andando a vedere thread vecchi e non soltanto da parte delle varie lenine, per intenderci, sono stati il motivo per cui io mi son fermata su noimamme.it e non su mammaserena.net o dormipercontotuo.it.
Lo chiedo perché vista la nuova aria che tira mi sono finora più volte autocensurata per non intervenire in diversi thread e lo chiedo solo ed esclusivamente per sapere come regolarmi in futuro.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Leggo ma fatico ad intervenire. Io ho detto la mia, io ho smesso a 2 anni di dare la tetta perché da quel momento in poi per me risultava faticoso. Dopo poco è andato a dormire nel suo lettino, ma è attaccato al nostro perché viviamo in un bilocale. Se ci fosse stata la cameretta avrei provato a metterlo di là. Il nostro letto però è sempre "disponibile", nei risvegli, nelle notti in cui stanno poco bene, quando fanno un brutto sogno. Non è mai, mai vietato venirci. Poi a proposito dei toni ho l'impressione (forse sbaglio) che tutte ci conteniamo come per paura che si possa nuovamente "esplodere". Io sono per la spontaneità, il fervore, anche per il tono piccato...che non mi è mai sembrato però maleducazione o cattiveria. Detto questo ognuno può coslippare quanto vuole. Mia nipote 19enne quando torna dall'Università (manca settimane perché fuori sede) dorme spesso in mezzo ai suoi genitori o con il fratello. La trovo di una tenerezza disarmante. Eppure si è diplomata con 100, studia ingegneria ed è anche fidanzata.

Inviato dal mio RAINBOW utilizzando Tapatalk
Avatar utente
nanà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7359
Iscritto il: dom dic 07, 2008 4:35 pm

Re: RE: Re: Smettere di allattare e dormire nel lettino

Messaggio da nanà »

Paola ha scritto:Io non trovo in questa discussione toni offensivi, mi piace il fervore di Nanà, di cui condivido il pensiero su sonno condiviso, e mi piace la maniera di discutere di Renocchia perché anche laddove usa un termine importante come "patologico" poi lo circostanzia, dimostrando che non era un'offesa.

Io ho ormai bambini grandi 12 e 8 anni. Jacopo ha coslippato finché ha voluto, sui 6/7 anni mi pare, manco ricordo.
A fasi alterne perché a 4 anni, quando è nata la sorella ebbe un guizzo di autonomia.
Maddalena coslippa ancora, con chiunque capiti a tiro, basta avvinghiarsi a qualcosa di caldo e morbido nella fase dell'addormentamento, poi si stacca dorme tutta notte, anche in giardino.

Jacopo ha smesso di prendere latte sull'anno, e beveva litri di bevande terribili zuccherate di notte, ha tolto il pannolino tardissimo, vi rassicuro che non ha nessuna patologia, è jndipendente è una media del 9 e mezzo a scuola.
A Maddy ho tolto io la tetta, dato che la snobbava, verso i 10 mesi, anche lei sta bene anche se coslippa.

Quel che mi preme dirvi è che i bambini patologici, comportamentali per questioni affettive (non per patologie di altro tipo) lo sono perché non hanno ricevuto amore e basta.

Che averli svezzati col piermarini o averli lasciati nel letto fino a 10 anni non fa di loro dei serial killer (altrimenti poveri bambini africani, indiani, cinesi, sudamericani ecc costretti al sonno condiviso dai pochi spazi e dalla grande povertà).

Che tra 10 anni manco vi ricorderete quel che è stato a meno che patologiche siate voi.

E che ad una mamma stanca che dice nel primo post: io sono stanca, non resta che da dire, fai quello che rende felice te, e nient'altro, perché la sua felicità vale più di qualsiasi altra teoria o disciplina.

Una mamma stanca ha sempre ragione.
Grazie Paola.
Mi fa piacere sentire queste tue parole e le condivido pienamente.
Sono stata io a innescare questo OT ma non era riferito alla situazione di Cinzia, a cui rispondevo che solo lei può decidere se è pronto o no e di farsi aiutare dal marito.
Scusate ma a me non è piaciuto dovermi giustificare ne dover giustificare chi pratica alto contatto, allattamento a termine e cosleeping.
Senza rancore..dico che la parola patologica non è Mi è piaciuta.
Ma perché mi è sembrato di trovarmi in una stanza con delle amiche e parlando, mi si dice che chi rimane nel lettone oltre una certa età é patologico.
In quella stanza ci sono io e ho un bambino di 6 anni che nel lettone ci ha dormito fino a pochi mesi fa.
Come devo sentirmi?
Scusami renocchia .
Ti stimo e ti leggo con piacere sempre.
Vorrei averlo il tuo carattere.
Inoltre 6 anni di forum mi hanno insegnato che quando si scrive qui, bisogna scegliere bene le parole e argomentare bene le proprie idee.
Avete creato un mostro(io) ed è colpa vostra! (Ahaha)
Comunque anche io mi sono fermata qui perché noimamme rispecchia le mie idee e modi educativi.
Se è cambiato qualcosa....concordo con weina, ditelo.
Se dire che essere ad Alto contatto...significa essere messa al rogo o passare per patologiche,
Voglio saperlo e cercherò altri posti.
Mi auguro che lo spirito di noimamme sia rimasto quello che ha permesso in tutti questi anni di ospitare e far convivere idee diverse nel rispetto reciproco.


Inviato dal mio SM-G530FZ utilizzando Tapatalk
Avatar utente
marika
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5165
Iscritto il: ven dic 15, 2006 10:35 pm

Re: R: RE: Re: Smettere di allattare e dormire nel lettino

Messaggio da marika »

Weinà ha scritto:Mi dispiace moltissimo leggere ciò che hai dovuto vivere, Cinzia, e ti lascio un abbraccio.

Per quanto riguarda i toni, sicuramente sono io a essere ipersensibile e a non tollerare toni piccati laddove io cerco sempre di pesare le parole col bilancino di precisione per cercare di non urtare il prossimo. A me non piace che mi si dia dell'avvocato delle cause perse solo perché esprimo la mia opinione che è in linea con il pensiero di nanà e che mi si accusi di avere un pregiudizio nei confronti delle mamme non coslippanti laddove io invece dico che ognuno a casa sua fa come meglio crede e ognuno sa cosa è meglio per la sua famiglia. E prova ne sia il fatto che io non ho mai dormito nel lettone se non in caso di malattia o simili e mia madre ha smesso di allattarmi a 5 mesi eppure io credo che mia mamma mi abbia cresciuta non ad alto, ma ad altissimo contatto.
Comunque non è questo il punto. Io non ho detto che Renée non può usare quel tono, figurarsi. Ho detto che io non tollero che, senza motivo, mi si rivolga con quello che dal mio punto di vista è un tono aggressivo e che devo dunque ricominciare a guardarmi bene dall'intervenire in thread in cui si è a forte rischio di essere trattate così. È evidentemente un problema mio e non di Renée, visto che sono l'unica (o quasi) a non amare i suoi toni.

Approfitto invece della presenza di Paola per fare una domanda, posso?
Premetto che NON mi riferisco a questo thread nello specifico perché, e lo ribadisco, non mi permetterei mai di mettere becco su una situazione su cui non ho la minima esperienza, visto che Cinzia ha 3 figli tutti sopra l'anno di età (auguri Franciiiii!!!) e io solo una di 6 mesi.
Voglio capire invece, in linea generale, cosa si può dire e cosa non si può dire sul nuovo forum di noimamme. Mi spiego: si può ancora dire che non è sempre l'allattamento la causa della stanchezza delle mamme ma che spesso avere il seno a disposizione per gestire i risvegli è una comodità e che le mamme che non hanno un degno sostituto per i risvegli notturni e i cui figli non sono pronti al distacco rischiano di stancarsi ancora di più una volta tolto il seno e messi i figli nel lettino?
Si può ancora dire che almeno sotto l'anno il latte (materno o artificiale) e la suzione (di seno o ciuccio) è talmente importante per la crescita del bambino che non è prudente smettere di allattare se il bimbo non prende biberon né ciuccio?
Si può ancora dire che l'ideale sarebbe allattare i figli fino ai 2 anni e che una mamma che ama allattare e ama dormire con suo figlio non dovrebbe smettere influenzata dal parere/giudizio degli altri?
Si possono ancora dire tutte queste cose o si può dire solo: "sei stanca e quindi prendi la decisione che ti pare e tuo figlio si adatterà perché tutto ciò di cui ha bisogno è una mamma serena"?
Si possono ancora dire tutte queste cose senza essere accusate di talebanesimo o simili? (Posto che ovviamente si possa dire anche il contrario e poi la persona interessata decide che consigli preferisce seguire)
Lo chiedo perché questi discorsi, che io ho letto e riletto sul forum anche andando a vedere thread vecchi e non soltanto da parte delle varie lenine, per intenderci, sono stati il motivo per cui io mi son fermata su noimamme.it e non su mammaserena.net o dormipercontotuo.it.
Lo chiedo perché vista la nuova aria che tira mi sono finora più volte autocensurata per non intervenire in diversi thread e lo chiedo solo ed esclusivamente per sapere come regolarmi in futuro.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Carissima, dagli albori di Noimamme si è sempre potuto dire tutto e il contrario di tutto. Quando eravamo solo noi vecchie a cantarcela e suonarcela ci siamo date baci e mazzate in uguale quantità. Qualcuna è rimasta della sua idea, qualcun'altra ha fatto abiure pazzesche, ma non è mai venuto meno il rispetto.
Personalmente, io continuerò ad affermare quello che hai scritto nella prima parte del tuo intervento perché lo sento mio, perché lo vivo, perché so che è supportato da studi scientifici, e accetterò con un mezzo sorriso chi, una volta ascoltata la mia opinione, andrà per una strada diversa.

Per rispondere a Ciota, mi sento di consigliarti di affrontare un passo alla volta e non.insieme (seno e lettino). In più, se fossi nella tua situazione, sentirei magari una consulente, affinché possa mostrarti la via più facile in questo percorso. Io ho tolto il seno di notte in queste settimane, ma il mio ha 27 mesi, capisce il discorso "quando si fa la nanna niente tetta", non sempre lo accetta di buon grado ma tutto sommato ora dorme tutta la notte. Essendo il tuo bimbo molto più piccolo metterei in campo una "strategia" fatta di piccoli passi e tanta pazienza,.oltre che l'aiuto fondamentale di tuo marito.
Inviato dal mio GT-S6802 con Tapatalk 2
Avatar utente
kri
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 1292
Iscritto il: ven gen 01, 2010 1:00 am

Re: RE: Re: Smettere di allattare e dormire nel lettino

Messaggio da kri »

Trilli ha scritto:
Weinà ha scritto:Renée non c'è alcun bisogno di alterarsi, sai? Ho messo il verbo litigare tra virgolette proprio perché non credo che sia il verbo appropriato ma è quello che ha usato lei.
Puoi dire tutto quello che vuoi, è ovvio, così come posso dirlo io, ti pare? Ci si sta confrontando e io non sto facendo l'avvocato di nessuno, visto che nanà è stata capacissima di esprimere da sola la sua opinione supportandola adeguatamente, bensì sto dicendo che la penso come lei e sto dicendo che secondo me bisogna stare attenti ad etichettare certi atteggiamenti come patologici quando invece sono semplicemente cose che non ci piacciono e che non condividiamo. Diciamo "non sono d'accordo" e non "è patologico", a meno che non abbiamo studi medici che dicano che è patologico. Altrimenti sì che parliamo di aria fritta.
Se per te dire questo è fare l'avvocato, ok.

Io parlo di seno e neonati perché parlo della mia situazione e di come vivo io l'alto contatto. Non so niente di bimbi di 5 anni e per questo non metto becco su queste situazioni. Parlavo di questo perché si parlava anche di bambini piccoli che dormono nella loro cameretta, se non sbaglio. Se non qui in qualche altro post.
Io non ho MAI detto che una mamma che non coslippa sia automaticamente una mamma a basso contatto, stavo facendo degli esempi e non certo generalizzando. Mi riferivo a Trilli che ha sempre detto lei stessa di non essere una mamma ad alto contatto e che io ritengo essere una bravissima mamma e una persona degna di grande stima e lei lo sa.
Comunque mi ero quasi dimenticata perché non intervenivo mai in thread simili e coi tuoi toni me l'hai appena ricordato. Mi guarderò bene dal ripetere l'errore.
Torno a parlare di svezzamento e gattonamenti.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Vale, ci sono molti psicologi e psicopedagogisti che sostengono l'importanza (anche dai 3 anni di età) della distinzione fra spazi condivisi e spazi destinati all'intimità. Penso a Daniele Novara (che ho ascoltato anche di recente) o ad Alberto Pellai (che di figli ne ha quattro, dai 9 anni in giù).

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Grazie, i nomi che hai indicato me li segno.
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Re: Smettere di allattare e dormire nel lettino

Messaggio da Paola »

Prima di tutto un abbraccio speciale a Cinzia e poi rispondo a te Valeria.
Weinà ha scritto: Per quanto riguarda i toni, sicuramente sono io a essere ipersensibile e a non tollerare toni piccati laddove io cerco sempre di pesare le parole col bilancino di precisione per cercare di non urtare il prossimo.
Parto da qui.
Io credo che vi sia margine, tra donne adulte e che hanno voglia di confrontarsi, di migliorare tutte insieme.
Se tu mi dicessi: i tuoi toni mi infastidiscono, io mi metterei in discussione cercando magari di spiegarti che è la scrittura che mi frega, o l'uso della punteggiatura o semplicemente il fervore con cui digito, detto ciò quello di saper "bilanciare" le parole è un dono, io per quanto mi sforzi ho sempre un atteggiamento perentorio, anche quando inizio la frase con credo, penso ecc...
Pertanto tu fallo notare se i toni ti infastidiscono, non è detto che dall'altra parte magari si faccia uno sforzo in più...
Weinà ha scritto: Approfitto invece della presenza di Paola per fare una domanda, posso?

Voglio capire invece, in linea generale, cosa si può dire e cosa non si può dire sul nuovo forum di noimamme.
Lo chiedo perché questi discorsi, che io ho letto e riletto sul forum anche andando a vedere thread vecchi e non soltanto da parte delle varie lenine, per intenderci, sono stati il motivo per cui io mi son fermata su noimamme.it e non su mammaserena.net o dormipercontotuo.it.
Lo chiedo perché vista la nuova aria che tira mi sono finora più volte autocensurata per non intervenire in diversi thread e lo chiedo solo ed esclusivamente per sapere come regolarmi in futuro.
E' superfluo dirti che si può dire tutto? E che tutto sarà messo in discussione alla stessa maniera SENZA un'unica linea di pensiero dominante che serva a creare gruppi, minoranze, sfottò, prese per il culo, assolutismi?
E' superfluo aggiungere che noi mamme della seconda generazione, quelle fuori dai loop sonno condiviso, pannolino, passeggino, svezzamento et similia col tempo ci siamo "ammorbidite" e guardiamo sorridendo certe prese di posizione che erano di alcune di noi (NON DI TUTTE) e ci sentiamo in sintonia, soprattutto, con le mamme meno sicure delle loro azioni e delle loro idee?

Probabilmente sei arrivata su noimamme tardi, non certo quando noi fondatrici eravamo tutte presenti, altrimenti sapresti che qui era il regno del sonno condiviso ma anche del lettino uguale indipendenza, della mammaserena.net e della mammaagitata.com. Venisse Teresa P, un 'istituzione di noimamme, ci direbbe che allattare dopo l'anno è fuori luogo ma anche mettere i bambini nel passeggino fuori l'anno è un torto a loro, Marika qui presente ha sostenuto per un po' che il sonno condiviso fosse un'assurdità, salvo poi ricredersi, io ero per nessuna regola mai e mi è andata un gran di culo, ho figli educatissimi.

Se si pretende che di fronte ad un'affermazione, che una di noi ritiene "sbagliata", parta la corazzata in difesa del Piermarini, di Gonzales o della Montessori, allora sì, questo non è il posto giusto. Io un cactus nel culo lo metterei ancora ad Estevill, esattamente come 10 anni fa ma questo non vuol dire che se una mamma stanca ed esasperata mi dice che ne ha comprato il libro io sia autorizzata a linciarla o fare la gogna pubblica.

Le dirò fino alla morte che quel libro è una merda e che Estevill è cretino, ma sarò sempre dalla sua se mi dice che non ce la fa più.

Per questo sono intervenuta in questo post, non in difesa di renocchia o Nanà, non per dire che sia giusta una strada o un'altra, ma perché Ciota ha detto "sono esausta" e allora alzo le mani e le insegno anche a
imbrogliare suo figlio, purché lui dorma e lei sorrida.
Rispondi