strane manifestazioni :-)

...linee, punti, sfere, in essere e in divenire
Avatar utente
Chiara
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2899
Iscritto il: mar set 24, 2013 10:21 am

Re: strane manifestazioni :-)

Messaggio da Chiara »

Trilli ha scritto:Forse è per questo che sono diventata fanatica della bici da corsa? Immagine

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
ecco, la psicologa ha detto che per la maggior parte degli aspetti poi torniamo noi stesse, ma se qualcosa diventa "migliorativo" lo si può, volendo, conservare!

Per non parlare poi di quando sono proprio i nostri figli, fuori dalla pancia, a educarci al loro modo di essere. Ma per quello ho ancora un pochino di tempo io!! :whistle:


Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: strane manifestazioni :-)

Messaggio da Trilli »

Questo secondo aspetto lo confermo. Alice è molto diversa da me e sto imparando pian piano a rapportarmi col suo modo di affrontare la vita.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
tati
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 11634
Iscritto il: ven dic 15, 2006 10:35 pm

Re: strane manifestazioni :-)

Messaggio da tati »

Una volta nati, si.
Nel senso che è verissimo che ognuno ha il proprio carattere e siamo noi a dover capire come "prenderli", e miglioriamo in questo.
E sono veramente tanto diversi tra loro, non basta capire come crescere un bambino per esser certi di aver capito come fare i genitori, perché il bambino successivo magari ha altre richieste, ed altro modo di vivere.

Nella pancia non lo so, non ho mai avvertito di sentirmi diversa da quando non sono incinta, sinceramente. Cioè sono sempre io, e mi basta che già sono matta di mio ahah!

I corsi preparto non li ho mai fatti e continuo ad evitarli , ma tu ne sei contentissima ed è bello leggerti!
Avatar utente
nanà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7359
Iscritto il: dom dic 07, 2008 4:35 pm

Re: strane manifestazioni :-)

Messaggio da nanà »

Bellissima riflessione!
Io ho fatto il primo corso pre parto con la psicologa(più training autogeno), molto utile e interessante.
Non so quanto i miei bimbi in pancia abbiano influito sulla mia persona mentre ero incinta visto che le ho vissute molto male per i problemi di salute.
Sono certa però che loro mi hanno insegnato come dovevo essere appena sono venuti al mondo.
Diciamo che mi sono regolata sui loro bisogni.
Comunque entrambi i miei figli hanno preso il carattere allegro, la determinazione e la vivacità da mio marito , dimostrandolo dal primo attimo di vita.

Inviato dal mio SM-G530FZ utilizzando Tapatalk
Ultima modifica di nanà il gio dic 03, 2015 9:08 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
sweet
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2637
Iscritto il: lun ago 26, 2013 10:19 pm
Località: brescia

Re: strane manifestazioni :-)

Messaggio da sweet »

A me piace leggerti così :D
Avatar utente
Chiara
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2899
Iscritto il: mar set 24, 2013 10:21 am

Re: strane manifestazioni :-)

Messaggio da Chiara »

ahaha e la cosa divertente è che ora parlo tanto, poi con quella robina rossa e piangente e troppo piccola tra le mani non saprò assolutamente come fare, io ho zero senso pratico e meno manualità...
l'altro giorno (scherzando ma mica tanto) ho chiesto a mia mamma se davvero il pannolino va sotto ai vestiti. E lei :angry-banghead:

poi ho anche paurissima a volte, perchè col mio trascorso so bene di avere tutta la predisposizione ad andare in super crisi...
spero davvero che il lavoro di preparazione che sto facendo ora mi aiuti un pochino, anche a non perdere l'entusiasmo!
Ospite

Re: strane manifestazioni :-)

Messaggio da Ospite »

Per non andare in crisi si ha bisogno di:
- aiuto pratico (pranzi, cene, lavaggio cessi etc. per le prime settimane)
- sostegno morale (zero persone del tipo "non hai latte", "lo vizi", "mangia troppo", "dagli il ciuccio così riposi".
- fiducia nel proprio istinto di mamma
- conoscenze di base sull'allattamento e sulla gestione del neonato
- fiducia nelle tue capacità
- sostegno da parte di tuo marito (non l'avevo messo per primo perché lo davo per scontato)
In sostanza, metti in chiaro fin da subito con chi ti circonda quali sono le tue convinzioni riguardo al gestire un neonato (allattamento naturale o artificiale, basso o alto contatto eccetera).

Io, nella sfortuna (partorire in Cina lontano da tutti e proprio mentre la Ayi era in ferie e mio marito aveva il consiglio di amministrazione) sono stata fortunata perché avevo un'amica quasi fissa a casa che mi assisteva alla posizione allattamento (acqua, frutta, beni di conforto, chiacchiere) e altre amiche che facevano i turni a portarmi da mangiare e sistemarmi casa. Mi dicevano anche che magari avevo poco latte e che viziavo la piccola, ma diciamo che per l'aiuto enorme che mi hanno dato ne è valsa la pena, soprattutto perché io di base sapevo il fatto mio e avevo chi mi dava i giusti consigli (qui) e mio marito si fidava di me ciecamente.
Insomma, anch'io, avendo sofferto di depressione in passato, avevo paura di andare in crisi ma nonostante i problemi iniziali con l'allattamento e la crescita di Maryam sono rimasta lucida e grazie a Dio me la sono cavata direi bene sia dal punto di vista pratico che psicologico.
Andrà tutto bene Chiara! La positività, insieme alla consapevolezza, è davvero molto importante per affrontare il tutto nel modo migliore.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Weinà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3014
Iscritto il: lun set 09, 2013 5:41 pm

Re: strane manifestazioni :-)

Messaggio da Weinà »

Per non andare in crisi si ha bisogno di:
- aiuto pratico (pranzi, cene, lavaggio cessi etc. per le prime settimane)
- sostegno morale (zero persone del tipo "non hai latte", "lo vizi", "mangia troppo", "dagli il ciuccio così riposi".
- fiducia nel proprio istinto di mamma
- conoscenze di base sull'allattamento e sulla gestione del neonato
- fiducia nelle tue capacità
- sostegno da parte di tuo marito (non l'avevo messo per primo perché lo davo per scontato)
In sostanza, metti in chiaro fin da subito con chi ti circonda quali sono le tue convinzioni riguardo al gestire un neonato (allattamento naturale o artificiale, basso o alto contatto eccetera).

Io, nella sfortuna (partorire in Cina lontano da tutti e proprio mentre la Ayi era in ferie e mio marito aveva il consiglio di amministrazione) sono stata fortunata perché avevo un'amica quasi fissa a casa che mi assisteva alla posizione allattamento (acqua, frutta, beni di conforto, chiacchiere) e altre amiche che facevano i turni a portarmi da mangiare e sistemarmi casa. Mi dicevano anche che magari avevo poco latte e che viziavo la piccola, ma diciamo che per l'aiuto enorme che mi hanno dato ne è valsa la pena, soprattutto perché io di base sapevo il fatto mio e avevo chi mi dava i giusti consigli (qui) e mio marito si fidava di me ciecamente.
Insomma, anch'io, avendo sofferto di depressione in passato, avevo paura di andare in crisi ma nonostante i problemi iniziali con l'allattamento e la crescita di Maryam sono rimasta lucida e grazie a Dio me la sono cavata direi bene sia dal punto di vista pratico che psicologico.
Andrà tutto bene Chiara! La positività, insieme alla consapevolezza, è davvero molto importante per affrontare il tutto nel modo migliore.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Rispondi