L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Re: L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Messaggio da Lella »

Chiara ha scritto:
Lella ha scritto:
CisePunk ha scritto: La proposta sarebbe pensabile se ti venisse permesso di recuperare quel tempo speso in più

Inviato dal mio SUNSET utilizzando Tapatalk
ecco questo sarebbe fondamentale

Anche se per come sono fatta io che ho bisogno di programmare i tempi e le cose da fare non mi piacerebbe proprio dover affrontare un imprevisto lavorativo.
ah beh calma, io ho una gioiosa partita iva e se consegno dieci progetti prendo x per 10, se ne ho solo uno prendo x e tanti saluti. Se fossi dipendente (il mio sogno proibito ahaha) non so davvero come potrei sentirmi "giustamente pagata", forse non avrebbe nemmeno senso!
ma infatti sono posizioni diverse, e in più tu ami proprio il tuo lavoro, almeno così' sembra :-)

Si va verso una richiesta maggiore di elasticità che a mio avviso , soprattutto per chi ha famiglia, e come sempre soprattutto per le donne, diventa penalizzante.


Avatar utente
Chiara
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2899
Iscritto il: mar set 24, 2013 10:21 am

Re: L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Messaggio da Chiara »

Lella ha scritto:
Chiara ha scritto:
Lella ha scritto: ecco questo sarebbe fondamentale

Anche se per come sono fatta io che ho bisogno di programmare i tempi e le cose da fare non mi piacerebbe proprio dover affrontare un imprevisto lavorativo.
ah beh calma, io ho una gioiosa partita iva e se consegno dieci progetti prendo x per 10, se ne ho solo uno prendo x e tanti saluti. Se fossi dipendente (il mio sogno proibito ahaha) non so davvero come potrei sentirmi "giustamente pagata", forse non avrebbe nemmeno senso!
ma infatti sono posizioni diverse, e in più tu ami proprio il tuo lavoro, almeno così' sembra :-)

Si va verso una richiesta maggiore di elasticità che a mio avviso , soprattutto per chi ha famiglia, e come sempre soprattutto per le donne, diventa penalizzante.
amo il mio lavoro sì, mi piace davvero tanto quello che faccio (anche se vorrei fare qualcosa di più utile ambientalmente, ehehe, l'elettromagnetismo è un po' una paranoia sterile!) e mi dà orgoglio che proprio io possa lavorare per una grande azienda (in sub sub sub appalto eh!)

il lavoro flessibile sarebbe "non penalizzante" se fosse equo, un giorno ci rimetto e un giorno ci guadagno! ok mi fermo un'ora in più ma domani mi serve iniziare un'ora dopo e me la prendo! a livello concreto non so come si potrebbe stabilire questo scambio, i datori di lavoro di solito pretendono e basta! serve tanta tanta intelligenza e attenzione all'ambiente lavorativo, che sia sereno, che sia attento alla persona.
Avatar utente
Chiara
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2899
Iscritto il: mar set 24, 2013 10:21 am

Re: L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Messaggio da Chiara »

poi, lavorare gratis?

successo anche quello! fatto sopralluogo di mezza giornata a centoventi km da casa (con la panza, ma quello per loro non è un problema!), due giornate al pc, il responso mio è stato sfavorevole e il lavoro si è concluso senza presentare nulla.

Ho scoperto che, per quel motivo, non mi riconosceranno neanche un soldino!

Lì mi sono incazzata, perchè la mia professionalità non è "sì sì facciamo a tutti i costi", è una valutazione oggettiva delle cose, tu maledetto mi hai chiesto una valutazione, ci ho perso tempo, gasolio, energie e ti gira che devo fartelo così in amicizia? eh no!

Poi nel bilancio annuale, mi assegnano altri cento lavori e per una volta ok è andata male, mi incavolo e amen... ma la seconda volta che si è ripresentata una situazione simile gli ho detto di no, che gratis di norma io non lavoro. Se devo fare volontariato lo faccio in ben altri ambiti!
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Messaggio da Trilli »

Chiara, tu vedi bene questa flessibilità anche perché il tuo bimbo/a è ancora nella tua pancia.
La mia è fuori da un pezzo, e vedo con il lavoro autonomo e superflessibile di mio marito che è molto difficile che lui possa garantirmi che andrà a prenderla a scuola o in piscina. Per fortuna io ho orari più certi, altrimenti questa figlia la crescerebbe una baby sitter.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Messaggio da Trilli »

Io credo che debba esistere un tempo per il lavoro e un tempo libero dal lavoro.
E che non ci si debba dimenticare che esiste una vita al di fuori del lavoro, per quanto ci possa piacere ciò che facciamo. Ne va della nostra salute, e anche della serenità dei nostri familiari.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Chiara
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2899
Iscritto il: mar set 24, 2013 10:21 am

Re: L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Messaggio da Chiara »

Trilli ha scritto:Chiara, tu vedi bene questa flessibilità anche perché il tuo bimbo/a è ancora nella tua pancia.
La mia è fuori da un pezzo, e vedo con il lavoro autonomo e superflessibile di mio marito che è molto difficile che lui possa garantirmi che andrà a prenderla a scuola o in piscina. Per fortuna io ho orari più certi, altrimenti questa figlia la crescerebbe una baby sitter.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
sì sì mi illudo eh, ma appunto, io vedo migliore l'idea di poterl@ portare all'asilo alle 9 e recuperare quell'oretta persa dopo cena (nel caso ci fosse la necessità, perchè oggi ad esempio ho lavoro per diciamo quattro ore, intanto ho fatto una lavatrice e nel pomeriggio mi coloro i capelli se c'ho palle, dovesse arrivare una mail posso guardarla anche con un sacchetto in testa!)

poi sicuramente ora come ora ho rimosso i periodi in cui lavoravo dalle sei alle dieci di sera... ma in ogni caso sono stati periodi, non la norma! e sto cercando di organizzarmi, con rinunce varie del marito, in modo che perfino lui possa fare una parte del mio lavoro se serve. Non è una figata pazzesca? secondo me sì!
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: RE: Re: L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Messaggio da Trilli »

Chiara ha scritto:
Trilli ha scritto:Chiara, tu vedi bene questa flessibilità anche perché il tuo bimbo/a è ancora nella tua pancia.
La mia è fuori da un pezzo, e vedo con il lavoro autonomo e superflessibile di mio marito che è molto difficile che lui possa garantirmi che andrà a prenderla a scuola o in piscina. Per fortuna io ho orari più certi, altrimenti questa figlia la crescerebbe una baby sitter.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
sì sì mi illudo eh, ma appunto, io vedo migliore l'idea di poterl@ portare all'asilo alle 9 e recuperare quell'oretta persa dopo cena (nel caso ci fosse la necessità, perchè oggi ad esempio ho lavoro per diciamo quattro ore, intanto ho fatto una lavatrice e nel pomeriggio mi coloro i capelli se c'ho palle, dovesse arrivare una mail posso guardarla anche con un sacchetto in testa!)

poi sicuramente ora come ora ho rimosso i periodi in cui lavoravo dalle sei alle dieci di sera... ma in ogni caso sono stati periodi, non la norma! e sto cercando di organizzarmi, con rinunce varie del marito, in modo che perfino lui possa fare una parte del mio lavoro se serve. Non è una figata pazzesca? secondo me sì!
No, decisamente, tu non hai idea!!! Immagine Immagine Immagine
Lavorare dopo cena con un bimbo piccolo?
E lui/lei dove sta? Che fa? Non ti cerca?
Alice ci ha impiegato 4 anni almeno a capire che papà quando disegna al PC con è disponibile perché sta lavorando. Le sembrava innaturale, peggio che quando era fuori casa...

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Chiara
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2899
Iscritto il: mar set 24, 2013 10:21 am

Re: RE: Re: L'orario di lavoro è un parametro vecchio

Messaggio da Chiara »

Trilli ha scritto:
Chiara ha scritto:
Trilli ha scritto:Chiara, tu vedi bene questa flessibilità anche perché il tuo bimbo/a è ancora nella tua pancia.
La mia è fuori da un pezzo, e vedo con il lavoro autonomo e superflessibile di mio marito che è molto difficile che lui possa garantirmi che andrà a prenderla a scuola o in piscina. Per fortuna io ho orari più certi, altrimenti questa figlia la crescerebbe una baby sitter.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
sì sì mi illudo eh, ma appunto, io vedo migliore l'idea di poterl@ portare all'asilo alle 9 e recuperare quell'oretta persa dopo cena (nel caso ci fosse la necessità, perchè oggi ad esempio ho lavoro per diciamo quattro ore, intanto ho fatto una lavatrice e nel pomeriggio mi coloro i capelli se c'ho palle, dovesse arrivare una mail posso guardarla anche con un sacchetto in testa!)

poi sicuramente ora come ora ho rimosso i periodi in cui lavoravo dalle sei alle dieci di sera... ma in ogni caso sono stati periodi, non la norma! e sto cercando di organizzarmi, con rinunce varie del marito, in modo che perfino lui possa fare una parte del mio lavoro se serve. Non è una figata pazzesca? secondo me sì!
No, decisamente, tu non hai idea!!! Immagine Immagine Immagine
Lavorare dopo cena con un bimbo piccolo?
E lui/lei dove sta? Che fa? Non ti cerca?
Alice ci ha impiegato 4 anni almeno a capire che papà quando disegna al PC con è disponibile perché sta lavorando. Le sembrava innaturale, peggio che quando era fuori casa...

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
eh farò meglio che posso! con l'aiuto di Raffaele... ma devo riuscirci, non ci sono grandi alternative... il mio cliente ha detto che a me non vorrebbe rinunciare e io non voglio rinunciare a loro, ho fatto investimenti grossini in strumentazione e software, sarebbe da scemi mollare. E poi ne va del mio equilibrio di persona (credo... sono parole al vento, assolutamente! chi può dire se sarà facile o meno? non ho mai provato! potrebbe arrivare pure un bimbo ammalato, ovvio che ci saranno priorità da valutare).
Poi non progetto astronavi, si tratta di piccole pratiche, sono nove anni che faccio le stesse cose e so che per un lavoro che vorrei piangere ce ne sono venti facili... insomma speriamo bene dai!! :G
Rispondi