Il momento in cui ci si ritrova

Incontriamoci qui per parlare di tutto
marzia80
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4645
Iscritto il: lun lug 14, 2008 5:38 pm

Re: Il momento in cui ci si ritrova

Messaggio da marzia80 »

Wow,mi piace un sacco leggere queste esperienze,è sorprendente quando la vita sia ricca di colpi di scena e sorprese.
Complimenti!


Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Re: Il momento in cui ci si ritrova

Messaggio da Lella »

Ma che bello!!

Io non ho mai vissuto storie da "lontano" ma immagino quanto l'attesa renda l'incontro speciale quando le distanze siano così grandi, anche se ora virtualmente si può essere sempre più vicini, ma la fisicità è tutta unìaltra cosa :-)
Avatar utente
Tropical
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6358
Iscritto il: sab gen 07, 2012 10:31 am
Contatta:

Re: Il momento in cui ci si ritrova

Messaggio da Tropical »

Che bella storia!

Amore a distanza, celo!!
Io salernitana, lui veronese e attuale marito.

Ci siamo conosciuti nel 1999 ( Oddio, nell'altro millennio!). Ci siamo persi per qualche mese e poi con un semplice sms ci siamo ritrovati e non più lasciati.

Passavano mesi tra un incontro e l'altro, telefonate, sms, chat con ICQ. Avevo 18 anni e andavo ancora a scuola, quindi il più delle volte veniva lui da me. La Meridiana dovrebbe regalarci qualche viaggio gratuito

Nel 2005 ci siamo sposati ed eccoci qua 16 anni dopo quel "Ciao" con un figlio, una casa e tanti progetti.
Weinà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3014
Iscritto il: lun set 09, 2013 5:41 pm

Re: Il momento in cui ci si ritrova

Messaggio da Weinà »

Avevo già raccontato la nostra storia, ma la riscrivo lo stesso.
Io e mio marito ci siamo conosciuti in Inghilterra ad aprile del 2010. A giugno già vivevano insieme. Non c'era tempo da perdere: pensavamo che la nostra fosse una storia con la data di scadenza, visto che a ottobre ognuno sarebbe tornato nel proprio paese (Libia e Italia).
5 mesi vissuti intensamente e poi tragedia! Partenza, pianti disperati, addio in aeroporto.
A dicembre aveva già ottenuto il primo visto per venire a trovarmi. A febbraio mi faceva una sorpresa e lo trovavo davanti alla porta di casa. Toccata e fuga, e una settimana dopo il suo ritorno in Libia scoppiava la rivoluzione.
Giornate intere senza sue notizie, lui che non mi diceva niente perché il regime teneva sotto controllo i telefoni. Alla fine a maggio riesce a scappare e ottiene lo status di rifugiato politico perché in Libia aveva scoperto di essere nella lista nera di Gheddafi, visto che era stato ripreso da una telecamera nei giorni delle manifestazioni nella via di casa sua a proteggere la strada da eventuali sciacalli.
Ottenuto il permesso di soggiorno, Gheddafi viene ammazzato e lui viene richiamato al lavoro dalla sua azienda. Decidiamo che è giusto partire: in Italia non ci sono speranze di poter costruire niente, mentre la sua azienda è una miniera d'oro e ci sono buone probabilità di essere mandato all'estero, con un po' di pazienza. A fine settembre parte, insomma. Passiamo un anno su Skype, con due incontri di pochi giorni ciascuno a febbraio e ad agosto, se ben ricordo, finché il giorno di ferragosto riceviamo la notizia: verrà mandato in Cina per circa 5 anni. A novembre 2012 siamo entrambi qui, lontani da tutti ma finalmente insieme.
E l'ho fatta breve!


Sent from my iPhone using Tapatalk
Avatar utente
Babina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4102
Iscritto il: gio feb 19, 2009 12:21 pm

Re: Il momento in cui ci si ritrova

Messaggio da Babina »

Che bella storia CisePunk, trovo straordinario soprattutto il fatto che tu abbia ritrovato la fiducia in un altro uomo, dopo tutto quello che hai passato.

Weina... anche la tua di storia non scherza eh! roba da scriverci un romanzo :D)
Weinà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3014
Iscritto il: lun set 09, 2013 5:41 pm

Re: Il momento in cui ci si ritrova

Messaggio da Weinà »

Babina ha scritto:Che bella storia CisePunk, trovo straordinario soprattutto il fatto che tu abbia ritrovato la fiducia in un altro uomo, dopo tutto quello che hai passato.

Weina... anche la tua di storia non scherza eh! roba da scriverci un romanzo :D)
Ma sai quanta gente mi dice che dovrei scrivere un libro sulla mia storia? Ahahah! Mio padre è pure convinto che me lo pubblicherebbero. Cuore di babbo!


Sent from my iPhone using Tapatalk
Azur
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5030
Iscritto il: ven dic 15, 2006 8:03 pm

Re: Il momento in cui ci si ritrova

Messaggio da Azur »

Weinà ha scritto:Non c'era tempo da perdere: pensavamo che la nostra fosse una storia con la data di scadenza, visto che a ottobre ognuno sarebbe tornato nel proprio paese (Libia e Italia).
5 mesi vissuti intensamente e poi tragedia! Partenza, pianti disperati, addio in aeroporto.
Cambiata la geografia, il resto uguale!
Ho odiato gli aereoporti per anni!! :G
E i visti e i consolati li odio tutt'ora ;D
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Il momento in cui ci si ritrova

Messaggio da CisePunk »

Weinà ha scritto:Avevo già raccontato la nostra storia, ma la riscrivo lo stesso.
Io e mio marito ci siamo conosciuti in Inghilterra ad aprile del 2010. A giugno già vivevano insieme. Non c'era tempo da perdere: pensavamo che la nostra fosse una storia con la data di scadenza, visto che a ottobre ognuno sarebbe tornato nel proprio paese (Libia e Italia).
5 mesi vissuti intensamente e poi tragedia! Partenza, pianti disperati, addio in aeroporto.
A dicembre aveva già ottenuto il primo visto per venire a trovarmi. A febbraio mi faceva una sorpresa e lo trovavo davanti alla porta di casa. Toccata e fuga, e una settimana dopo il suo ritorno in Libia scoppiava la rivoluzione.
Giornate intere senza sue notizie, lui che non mi diceva niente perché il regime teneva sotto controllo i telefoni. Alla fine a maggio riesce a scappare e ottiene lo status di rifugiato politico perché in Libia aveva scoperto di essere nella lista nera di Gheddafi, visto che era stato ripreso da una telecamera nei giorni delle manifestazioni nella via di casa sua a proteggere la strada da eventuali sciacalli.
Ottenuto il permesso di soggiorno, Gheddafi viene ammazzato e lui viene richiamato al lavoro dalla sua azienda. Decidiamo che è giusto partire: in Italia non ci sono speranze di poter costruire niente, mentre la sua azienda è una miniera d'oro e ci sono buone probabilità di essere mandato all'estero, con un po' di pazienza. A fine settembre parte, insomma. Passiamo un anno su Skype, con due incontri di pochi giorni ciascuno a febbraio e ad agosto, se ben ricordo, finché il giorno di ferragosto riceviamo la notizia: verrà mandato in Cina per circa 5 anni. A novembre 2012 siamo entrambi qui, lontani da tutti ma finalmente insieme.
E l'ho fatta breve!


Sent from my iPhone using Tapatalk
Che bello, bellissimo! Sono felicissima per voi!
Rispondi