Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Paola »

micmar ha scritto:
Paola ha scritto:
micmar ha scritto: Paola ti ricordi della rivoltà delle banlieu? e' da lì che tutto è iniziato a sfuggire di mano
Però io MIC le rivolte nelle banlieu le leggo e le avevo lette come la naturale predisposizione, che si respira in Francia, nel fare rivolta.
I Francesi sono maestri di rivoluzione, di marce, di focolai, di motti, di diritti ottenuti platealmente.
Qui non so ci leggo altro, non ci leggo disagio, ma sprezzo, odio, non si reclama nulla se non l'odio...
Sì, ma è nell'essere senza speranze che l'odio ha radici
un po' come i ragazzini palestinesi che si fanno esplodere, non hanno nulla da perdere, non hanno nulla
Mic, ora dirò una cosa impopolare ma se anche questi come quelli dell'attentato a Charlie erano già segnalati come terroristi, o addirittura condannati di atti terroristici, la Francia, tutta l'Europa deve RIVEDERE e urgentemente il suo concetto di libertà.

Se non hai nulla da perdere e vuoi morire per una causa che NON RIGUARDA la nazione che ti ospita vai nel tu paese.

Lo dico qui perché so che posso dirlo, pur vomitando sulla pagina del quotidiano LIBERO di oggi, pur non essendo razzista MA è ora di finirla di dare la colpa all'occidente di qualcosa che ha radici lontane e che non siamo in gradi di gestire, evidentemente.


Avatar utente
Nat
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6237
Iscritto il: sab dic 16, 2006 12:38 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Nat »

micmar ha scritto:
Nat ha scritto:
micmar ha scritto:
l'islam non è monocefalo, non esiste qualcosa di simile al nostro papa per intenderci, ma credo che l'immagine del tweet che allego sintetizzi bene la questione.
perchè diciamocelo la religione con questo tipo di violenze non c'entra nulla, non c'entrava con le crociate, non c'entra con il conflitto israelo-palestinese, non c'entra adesso.

ma chi ha dato la colpa all'islam? e i mussulmani tutti?
perchè sempre la corsa alla difesa?
io ho detto che loro possono fare molto contro il terrorismo islamico

la religione forse non c'entra a livello alto di interessi economici ecc..
ma per quei giovani terroristi che si sono fatti saltare in aria era tutto!
veramente io ho solo detto che non può esserci un portavoce unico come nel caso del cattolicesimo
e che la religione, quella vera, non quella che viene ed è stata strumentalizzata, in tutto questo non c'entra nulla

ma non c'è bisogno di un portavoce unico!
tutti si devono schierare contro e collaborare ad individuare soggetti pericolosi
se fossero stati fanatici cattolici non sarebbe certo bastato solo il papà a parlare ma tutta la comunità

la religione è strumentalizzazione in se, da che tempo è tempo
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Paola »

micmar ha scritto:
ma questa è strumentalizzazione, non religione.
Quelli che si fanno esplodere sono dei cretini disperati, che si sono fatti plagiare da gente che sa benissimo cosa sta facendo e non lo fa certo per portare avanti principi religiosi.
Purtroppo non c'è differenza MIC, certo che ce l'hanno un portavoce ed è il califfo, e sono gli integralisti.
Da noi il Papa non se lo caga nessuno se non per le cose belle.
Avatar utente
sweet
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2637
Iscritto il: lun ago 26, 2013 10:19 pm
Località: brescia

Re: RE: Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da sweet »

Gabry ha scritto:chiusura delle frontiere, per un mese. Cosa comporta?
Roma mi sembra un obiettivo così semplice da colpire... Non riusciamo a gestire le normali esigenze di una nazione, andiamo in crisi per neve, pioggia e cazzate varie, dubito che riusciremo a gestire un evento di portata mondiale come il Giubileo, ma non credo verrà sospeso implicherebbe troppe cose e invierebbe troppi messaggi


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Ho pensato alla stessa cosa. Al senso di non protezione. Francamente ho paura. Mio cognato è nell'esercito e appena tornato dall'Afghanistan. Hanno tutti il terrore dell' isis. Fino a ieri tutto sembrava così distante da noi...quasi irreale...e ora...
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Paola »

https://www.youtube.com/watch?v=Y3WamQPEQbM&app=desktop

Come lacrime nella pioggia - Rutger Hauer - Blade Runner
Avatar utente
Martina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2049
Iscritto il: ven gen 13, 2012 4:18 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Martina »

Paola faccio mia una tua frase:

"Occorre rivedere il concetto di libertà"

Se gli hai individuati ma non hai fatto nulla, c'è qualcosa nel sistema che non funziona.
Avatar utente
micmar
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4443
Iscritto il: mer dic 26, 2007 11:42 am

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da micmar »

Paola ha scritto:
micmar ha scritto:
Paola ha scritto:
Però io MIC le rivolte nelle banlieu le leggo e le avevo lette come la naturale predisposizione, che si respira in Francia, nel fare rivolta.
I Francesi sono maestri di rivoluzione, di marce, di focolai, di motti, di diritti ottenuti platealmente.
Qui non so ci leggo altro, non ci leggo disagio, ma sprezzo, odio, non si reclama nulla se non l'odio...
Sì, ma è nell'essere senza speranze che l'odio ha radici
un po' come i ragazzini palestinesi che si fanno esplodere, non hanno nulla da perdere, non hanno nulla
Mic, ora dirò una cosa impopolare ma se anche questi come quelli dell'attentato a Charlie erano già segnalati come terroristi, o addirittura condannati di atti terroristici, la Francia, tutta l'Europa deve RIVEDERE e urgentemente il suo concetto di libertà.

Se non hai nulla da perdere e vuoi morire per una causa che NON RIGUARDA la nazione che ti ospita vai nel tu paese.

Lo dico qui perché so che posso dirlo, pur vomitando sulla pagina del quotidiano LIBERO di oggi, pur non essendo razzista MA è ora di finirla di dare la colpa all'occidente di qualcosa che ha radici lontane e che non siamo in gradi di gestire, evidentemente.
è evidente che non sappiamo gestirlo, ma (e cerco di essere razionale)
1. non siamo più in grado di rimandare indietro, non tutti quelli che compiono attentai sono così evidentemente visibili
2. tornerebbero facilmente, non sono disperati che viaggiano sui barconi, ma sono persone che sono addetsrate da chi di soldi ne ha a palate

e seppure capisca quello che vuoi dire, mi rifiuto di considerare la repressione l'unica via possibile, perchè avrebbero vinto loro cazzo!
Avatar utente
micmar
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4443
Iscritto il: mer dic 26, 2007 11:42 am

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da micmar »

Paola ha scritto:
micmar ha scritto:
ma questa è strumentalizzazione, non religione.
Quelli che si fanno esplodere sono dei cretini disperati, che si sono fatti plagiare da gente che sa benissimo cosa sta facendo e non lo fa certo per portare avanti principi religiosi.
Purtroppo non c'è differenza MIC, certo che ce l'hanno un portavoce ed è il califfo, e sono gli integralisti.
Da noi il Papa non se lo caga nessuno se non per le cose belle.
il califfo è un criminale, che piega la religione a scopi personali che fino a poco tempo fa coincidevano con quelli dell'occidente.
Rispondi