Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Avatar utente
Nat
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6237
Iscritto il: sab dic 16, 2006 12:38 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Nat »

micmar ha scritto:
Nat ha scritto:Io spero che a questo punto la comunità islamica si schieri in modo incisivo contro questo attacchi, non solo a parole, che non devono essere ambigue, come nel caso degli attentati a Charlie (dove c'era un sottinteso... Se la sono cercata)
Ma anche con i fatti, loro possono dare un grosso contributo nelle indagini, segnalando i fanatici o soggetti a rischio
Non so se esiste una collaborazione tra la polizia e le associazioni musulmane, ma credo sia d'obbligo ora

Ieri a Londra una donna con il velo è stata spinta sui binari della metropolitana
l'islam non è monocefalo, non esiste qualcosa di simile al nostro papa per intenderci, ma credo che l'immagine del tweet che allego sintetizzi bene la questione.
perchè diciamocelo la religione con questo tipo di violenze non c'entra nulla, non c'entrava con le crociate, non c'entra con il conflitto israelo-palestinese, non c'entra adesso.

ma chi ha dato la colpa all'islam? e i mussulmani tutti?
perchè sempre la corsa alla difesa?
io ho detto che loro possono fare molto contro il terrorismo islamico

la religione forse non c'entra a livello alto di interessi economici ecc..
ma per quei giovani terroristi che si sono fatti saltare in aria era tutto!


Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Paola »

micmar ha scritto:
Paola ha scritto:
renocchia ha scritto:Gabry no, io non credo che sia questo il punto.
Io credo ci sia una premeditazione anche nell'integrazione.
Non penso che gli attacchi siano la conseguenza della mancata integrazione, penso piuttosto che questi individui non si sentiranno mai l'arte integrante perché ci ritengono il nemico, e lo ritengono sin da bambini.


Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Però c'è un però.
Io fin da bambino ti dico che quello è il nemico ma poi tu lo frequenti, vai nelle sue scuole, vivi le sue leggi, la sua libertà, assapori cosa vuol dire poter scegliere e ciò nonostante uccidi e rischi la morte?

Qualcosa davvero sfugge.
Paola ti ricordi della rivoltà delle banlieu? e' da lì che tutto è iniziato a sfuggire di mano
Però io MIC le rivolte nelle banlieu le leggo e le avevo lette come la naturale predisposizione, che si respira in Francia, nel fare rivolta.
I Francesi sono maestri di rivoluzione, di marce, di focolai, di motti, di diritti ottenuti platealmente.
Qui non so ci leggo altro, non ci leggo disagio, ma sprezzo, odio, non si reclama nulla se non l'odio...
Avatar utente
Gabry
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3988
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:50 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Gabry »

micmar ha scritto:
Paola ha scritto:
renocchia ha scritto:Gabry no, io non credo che sia questo il punto.
Io credo ci sia una premeditazione anche nell'integrazione.
Non penso che gli attacchi siano la conseguenza della mancata integrazione, penso piuttosto che questi individui non si sentiranno mai l'arte integrante perché ci ritengono il nemico, e lo ritengono sin da bambini.


Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Però c'è un però.
Io fin da bambino ti dico che quello è il nemico ma poi tu lo frequenti, vai nelle sue scuole, vivi le sue leggi, la sua libertà, assapori cosa vuol dire poter scegliere e ciò nonostante uccidi e rischi la morte?

Qualcosa davvero sfugge.
Paola ti ricordi della rivoltà delle banlieu? e' da lì che tutto è iniziato a sfuggire di mano
Lo ricordo e ho pensato a quello quando dicevo che forse tanto integrati non si sentono


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
micmar
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4443
Iscritto il: mer dic 26, 2007 11:42 am

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da micmar »

Paola ha scritto:
micmar ha scritto:
Paola ha scritto:

Però c'è un però.
Io fin da bambino ti dico che quello è il nemico ma poi tu lo frequenti, vai nelle sue scuole, vivi le sue leggi, la sua libertà, assapori cosa vuol dire poter scegliere e ciò nonostante uccidi e rischi la morte?

Qualcosa davvero sfugge.
Paola ti ricordi della rivoltà delle banlieu? e' da lì che tutto è iniziato a sfuggire di mano
Però io MIC le rivolte nelle banlieu le leggo e le avevo lette come la naturale predisposizione, che si respira in Francia, nel fare rivolta.
I Francesi sono maestri di rivoluzione, di marce, di focolai, di motti, di diritti ottenuti platealmente.
Qui non so ci leggo altro, non ci leggo disagio, ma sprezzo, odio, non si reclama nulla se non l'odio...
Sì, ma è nell'essere senza speranze che l'odio ha radici
un po' come i ragazzini palestinesi che si fanno esplodere, non hanno nulla da perdere, non hanno nulla
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Paola »

micmar ha scritto:
Nat ha scritto:Io spero che a questo punto la comunità islamica si schieri in modo incisivo contro questo attacchi, non solo a parole, che non devono essere ambigue, come nel caso degli attentati a Charlie (dove c'era un sottinteso... Se la sono cercata)
Ma anche con i fatti, loro possono dare un grosso contributo nelle indagini, segnalando i fanatici o soggetti a rischio
Non so se esiste una collaborazione tra la polizia e le associazioni musulmane, ma credo sia d'obbligo ora

Ieri a Londra una donna con il velo è stata spinta sui binari della metropolitana
l'islam non è monocefalo, non esiste qualcosa di simile al nostro papa per intenderci, ma credo che l'immagine del tweet che allego sintetizzi bene la questione.
perchè diciamocelo la religione con questo tipo di violenze non c'entra nulla, non c'entrava con le crociate, non c'entra con il conflitto israelo-palestinese, non c'entra adesso.
No so Mic quanto invece c'entri.
Io credo invece che c'entri come c'entrava il cristianesimo in Irlanda, come c'entra il cristianesimo contro i gay.
Non c'è nessuna altra spiegazione del perché un ragazzo giovane aderisca, se non un ideale falsato da un credo.
Ed un credo con accentratori come il califfo Abu Bak.
Avatar utente
micmar
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4443
Iscritto il: mer dic 26, 2007 11:42 am

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da micmar »

Nat ha scritto:
micmar ha scritto:
Nat ha scritto:Io spero che a questo punto la comunità islamica si schieri in modo incisivo contro questo attacchi, non solo a parole, che non devono essere ambigue, come nel caso degli attentati a Charlie (dove c'era un sottinteso... Se la sono cercata)
Ma anche con i fatti, loro possono dare un grosso contributo nelle indagini, segnalando i fanatici o soggetti a rischio
Non so se esiste una collaborazione tra la polizia e le associazioni musulmane, ma credo sia d'obbligo ora

Ieri a Londra una donna con il velo è stata spinta sui binari della metropolitana
l'islam non è monocefalo, non esiste qualcosa di simile al nostro papa per intenderci, ma credo che l'immagine del tweet che allego sintetizzi bene la questione.
perchè diciamocelo la religione con questo tipo di violenze non c'entra nulla, non c'entrava con le crociate, non c'entra con il conflitto israelo-palestinese, non c'entra adesso.

ma chi ha dato la colpa all'islam? e i mussulmani tutti?
perchè sempre la corsa alla difesa?
io ho detto che loro possono fare molto contro il terrorismo islamico

la religione forse non c'entra a livello alto di interessi economici ecc..
ma per quei giovani terroristi che si sono fatti saltare in aria era tutto!
veramente io ho solo detto che non può esserci un portavoce unico come nel caso del cattolicesimo
e che la religione, quella vera, non quella che viene ed è stata strumentalizzata, in tutto questo non c'entra nulla
Avatar utente
Martina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2049
Iscritto il: ven gen 13, 2012 4:18 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Martina »

Costernata ed impaurita come voi.

La Francia è stata colpita, dicevano prima nei vari Tg, perché blasfema agli occhi dell'Isis (e loro cosa sono?).

Io non capisco. Ma credo che per capire l'intento di questi esseri non ci si può mettere a ragionare come lo facciamo noi.

Il fatto di far crescere bambini manipolandoli (giocare a palla con teste mozzate) a livello cerebrale, capaci di indurli ad integrarsi fingendo pure con chi da anni vive con loro è terrificante.

Gli esecutori sono inarrestabili. Vengono disumanizzati. L'auto distruzione in questi termini non ha valore religioso, questo vogliono far credere, ma credo vada ben oltre. Come si diceva le guerre ideologiche son più spaventose di quelle economiche.

Non risolvi chiudendo le frontiere. Loro son già qui. Vivono qui. Il problema va estirpato alla radice... I mandanti. Ma per farlo credo che come sempre nel mezzo morirà gente che non ci c'entra una mazza. Però a sto punto... E lascio sospesa sta frase, perché mi sento una merda solo a pensarlo.
Ultima modifica di Martina il sab nov 14, 2015 1:19 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
micmar
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4443
Iscritto il: mer dic 26, 2007 11:42 am

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da micmar »

Paola ha scritto:
micmar ha scritto:
Nat ha scritto:Io spero che a questo punto la comunità islamica si schieri in modo incisivo contro questo attacchi, non solo a parole, che non devono essere ambigue, come nel caso degli attentati a Charlie (dove c'era un sottinteso... Se la sono cercata)
Ma anche con i fatti, loro possono dare un grosso contributo nelle indagini, segnalando i fanatici o soggetti a rischio
Non so se esiste una collaborazione tra la polizia e le associazioni musulmane, ma credo sia d'obbligo ora

Ieri a Londra una donna con il velo è stata spinta sui binari della metropolitana
l'islam non è monocefalo, non esiste qualcosa di simile al nostro papa per intenderci, ma credo che l'immagine del tweet che allego sintetizzi bene la questione.
perchè diciamocelo la religione con questo tipo di violenze non c'entra nulla, non c'entrava con le crociate, non c'entra con il conflitto israelo-palestinese, non c'entra adesso.
No so Mic quanto invece c'entri.
Io credo invece che c'entri come c'entrava il cristianesimo in Irlanda, come c'entra il cristianesimo contro i gay.
Non c'è nessuna altra spiegazione del perché un ragazzo giovane aderisca, se non un ideale falsato da un credo.
Ed un credo con accentratori come il califfo Abu Bak.
ma questa è strumentalizzazione, non religione.
Quelli che si fanno esplodere sono dei cretini disperati, che si sono fatti plagiare da gente che sa benissimo cosa sta facendo e non lo fa certo per portare avanti principi religiosi.
Rispondi