Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Incontriamoci qui per parlare di tutto
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: RE: Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Trilli »

Lella ha scritto:
Julia ha scritto:Riprendevo il post della vale dove spiegava quando per il corano è lecito uccidere, e c' e' anche quando si ritiene che ci sia corruzione. Vale diceva che poi se si interpreta la corruzione come bere, ascoltare rock....è un' interpretazione sbagliata. Eppure, per la mia esperienza, è ciò che ke famiglie spesso insegnano ai figli. Non insegnano ad accettare la possibilità che si possa vivere finanzierà differente ma che noi comunque corrompiamo il mondo con i nostri usi. E mi dispiace dirlo, ma l ho sentito tante, troppe volte. Pensi che non c' entri niente? Io invece sì

Inviato dal mio LG-E460 utilizzando Tapatalk
Mi sono persa, ammetto. il post di Valeria sulla corruzione e sull'interpretazione errata che si fà e capisco ora meglio il tuo collegamento.
Resta il fatto però che io frequentando Mussulmani non ho ho mai avuto sentore di questo concetto di "corruzione" distorto.
Neppure io.
E qui i ragazzi mussulmani frequentano i loro compagni, anzi nascono amicizie anche profonde.
Le famiglie fanno più fatica invece.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Re: RE: Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Lella »

Julia ha scritto:
Nat ha scritto:
Fede ha scritto: quoto fortemente questo
c'entra nel momento in cui si parla di integrazione
ci si ritrova per forza di cose a vivere ai margini di una società "benestante"
e forse questo genera odio?
E' oltre il benessere, perché quando mi si contesta che faccio giocare maschi e femmine insieme e non è puro, quando a musica ricevo pressioni per evitare certi ascolti, quando mi è stato detto che dovevo smettere di stare tra i bambini perché mi avevano visto bere l' aperitivo. Quando siamo andati in piscina e non hanno mandato le bimbe, quando non parlano cm me ma solo con il mio collega maschio....io sospendo il mio giudizio perché mi devi imporre di non pensare che sia così sempre ma mi chiedo come possono crescere questi bimbi accettando gli altri con le loro usanze, le loro vite, le loro scelte. Accettare di considerarci non impuri, non corrotti, semplicemente di una cultura differente.

Inviato dal mio LG-E460 utilizzando Tapatalk
si ma tu realmente pensi che passare da questo a imbracciare un fucile e ammazzare e farsi ammazzare sia così breve il passo?
Non so, sicuramente anche questo rende terreno fertile, ma la molla è sicuramente molto altro.
Poi leggendo i vari approfondimenti, tra cui quello di Bibi, mi ci perdo davvero e mi scoraggio per questa umanità, tutta.
Avatar utente
Fede
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 8468
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:16 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Fede »

Bibi ha scritto:Se avete voglia, leggete qua: http://rubrica24.altervista.org/lisis-e ... -le-prove/
terrificante Bibi
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Trilli »

Sul parallelo coi preti pedofili, forse c'è un equivoco.
Non è un modo per colpevolizzare i cristiani o giustificare chi fra i mussulmani non sentono il dovere di dissociarsi.
Semplicemente si osserva che la Chiesa ci ha messo anni di negazione e vero e proprio insabbiamento prima di ammettere che accadevano certi orrori. Per questo non ci si può aspettare una presa di coscienza immediata e totale.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Weinà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3014
Iscritto il: lun set 09, 2013 5:41 pm

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Weinà »

Forse mi sono spiegata male, allora ribadisco questo concetto e poi esco da questo post perché non ci sarei neanche dovuta entrare: non VORREI dovermi dissociare perché vorrei che fosse chiaro a tutti che l'Islam non è questo, così come vorrei che ogni napoletano non dovesse dissociarsi dalla camorra perché vorrei fosse chiaro che non tutti i napoletani sono camorristi o potenziali tali.
Non vorrei ma lo devo fare, perché non si può stare in silenzio. Lo devo fare e lo faccio tutti i giorni, pubblicamente e privatamente.
Ho fatto questo esempio e l'esempio del prete pedofilo NON per difendere questi atti di Parigi che sono INDIFENDIBILI attaccando gli altri (lungi da me) ma per dire che dovrebbe essere chiaro a tutti che così come non tutti i preti cattolici sono potenziali pedofili è altrettanto vero che non tutti i musulmani sono potenziali assassini. Questo è. Figuriamoci se voglio giustificare i terroristi tirando fuori i preti pedofili, non era assolutamente mia intenzione.
Per quanto riguarda l'interpretazione del Corano, tutto può essere manipolato. Sta a voi decidere se credere che l'Islam sia la religione dell'odio o meno e s'è questa gente stia servendo Allah o qualcun altro.
Mi dispiace ragazze, vorrei rispondere a ognuna di voi e così dare un maggiore contributo a questo post, ma non ce la faccio perché quando dico che ho la nausea dico davvero. Questa cosa mi colpisce su due fronti: la mia cultura di appartenenza e la mia religione. Per me non è semplice.
Ho ritenuto doveroso intervenire perché stare in silenzio è una colpa, in queste circostanze, ma non riesco fisicamente a stare in questo post. Le poche energie che ho le devo riservare a mia figlia.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Veronica
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 1052
Iscritto il: mer ago 07, 2013 11:26 am

Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Veronica »

Grazie per la tua testimonianza Julia , non deve essere facile ,
Julia
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 936
Iscritto il: gio ago 22, 2013 8:30 pm
Località: Bologna

Re: RE: Re: RE: Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Julia »

Lella ha scritto:
Julia ha scritto:
Nat ha scritto:
c'entra nel momento in cui si parla di integrazione
ci si ritrova per forza di cose a vivere ai margini di una società "benestante"
e forse questo genera odio?
E' oltre il benessere, perché quando mi si contesta che faccio giocare maschi e femmine insieme e non è puro, quando a musica ricevo pressioni per evitare certi ascolti, quando mi è stato detto che dovevo smettere di stare tra i bambini perché mi avevano visto bere l' aperitivo. Quando siamo andati in piscina e non hanno mandato le bimbe, quando non parlano cm me ma solo con il mio collega maschio....io sospendo il mio giudizio perché mi devi imporre di non pensare che sia così sempre ma mi chiedo come possono crescere questi bimbi accettando gli altri con le loro usanze, le loro vite, le loro scelte. Accettare di considerarci non impuri, non corrotti, semplicemente di una cultura differente.

Inviato dal mio LG-E460 utilizzando Tapatalk
si ma tu realmente pensi che passare da questo a imbracciare un fucile e ammazzare e farsi ammazzare sia così breve il passo?
Non so, sicuramente anche questo rende terreno fertile, ma la molla è sicuramente molto altro.
Poi leggendo i vari approfondimenti, tra cui quello di Bibi, mi ci perdo davvero e mi scoraggio per questa umanità, tutta.
Penso che in certi contesti più che in altri possa dare una spinta: a lungo andare, in certi ambienti, con certe pressioni arrivi a considerare l' altro come la cosa, non più l' uomo, da annientare. Poi dietro questo, il terrorismo è una macchina complessa per la quale la religione è la motivazione per chi agisce, non certo per i capi. Penso che per un 15 enne cresciuto in un determinato ambiente che si fa saltare in aria posso influire.

Inviato dal mio LG-E460 utilizzando Tapatalk
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: RE: Re: RE: Re: Parigi, oltre al dolore, proviamo a riflettere insieme su cosa sta succedendo?

Messaggio da Trilli »

Julia ha scritto:
Nat ha scritto:
Fede ha scritto: quoto fortemente questo
c'entra nel momento in cui si parla di integrazione
ci si ritrova per forza di cose a vivere ai margini di una società "benestante"
e forse questo genera odio?
E' oltre il benessere, perché quando mi si contesta che faccio giocare maschi e femmine insieme e non è puro, quando a musica ricevo pressioni per evitare certi ascolti, quando mi è stato detto che dovevo smettere di stare tra i bambini perché mi avevano visto bere l' aperitivo. Quando siamo andati in piscina e non hanno mandato le bimbe, quando non parlano cm me ma solo con il mio collega maschio....io sospendo il mio giudizio perché mi devi imporre di non pensare che sia così sempre ma mi chiedo come possono crescere questi bimbi accettando gli altri con le loro usanze, le loro vite, le loro scelte. Accettare di considerarci non impuri, non corrotti, semplicemente di una cultura differente.

Poi anche io conosco mussulmani che mangiano pure le crescentine piene di strutto e bevono....

Inviato dal mio LG-E460 utilizzando Tapatalk
Da noi mai accaduto nulla del genere.
Certo, non sempre mandano le bimbe a nuoto.
Ma a me sembra assurdo pretenderlo.
Mettiamo che tu ti trasferisca in Finlandia, dove maschi e femmine di ogni età fanno la sauna nudi insieme. Pensi che ti adegueresti immediatamente?


Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Rispondi