LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Re: LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Messaggio da MatifraSo »

Matilde finora il flauto non l'ha preso.
Hanno studiato le note, come si scrivono, cosa significano i simboli, il ritmo, le pause.
Tra un po' farà loro comprare il flauto. Con buona pace dei miei timpani (e dei miei vicini, hahahahahahaha).


Avatar utente
Laura
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1640
Iscritto il: dom set 28, 2008 5:45 pm

Re: LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Messaggio da Laura »

Paola, di solito gli istituti comprensivi scrivono un curricolo in cui indicano tutte le competenze
che un alunno deve aver raggiunto alla fine di un ciclo (infanzia, elementari, medie).
Noi abbiamo deciso per le elementari di aggiungere la divisione biennio-triennio e per le medie di definire le competenze da raggiungere anno per anno.
Questo curricolo dovrebbe essere sul sito d'istituto e dovrebbe essere consultabile da tutti.
Alla scuola media poi facciamo anche una programmazione per materia, in cui ogni prof. dichiara il programma che svolgerà durante l'anno.
Avatar utente
Fede
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 8468
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:16 pm

Re: LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Messaggio da Fede »

MatifraSo ha scritto:Matilde finora il flauto non l'ha preso.
Hanno studiato le note, come si scrivono, cosa significano i simboli, il ritmo, le pause.
Tra un po' farà loro comprare il flauto. Con buona pace dei miei timpani (e dei miei vicini, hahahahahahaha).
ma alle elementari non faceva musica?
Tommy ha suonato la melodica in prima e seconda e poi dalla terza il flauto
nene70
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7426
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:54 pm

Re: LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Messaggio da nene70 »

grazie trilli, molto esaustivo :D
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: RE: Re: LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Messaggio da Trilli »

Paola ha scritto:Grazie Trilly, ora mi è tutto più chiaro.
Quel che ancora invece mi è nebuloso è se un insegnante deve "dichiarare" come arriverà a quelle competenze, tramite quali argomenti e con quali strumenti.

Questo è di dominio pubblico?
Il singolo insegnante scrive una programmazione, che i genitori possono consultare. Questa però non è fatta a priori ma dopo aver conosciuto la classe, sulla quale sarà tarata.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Trilli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: lun ago 05, 2013 12:28 pm

Re: RE: Re: RE: Re: LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Messaggio da Trilli »

Flavia ha scritto:
Trilli ha scritto:Valutando solo le conoscenze magari avresti più persone con una valutazione alta (9/10), perché magari conoscono a menadito vita e opere di Mozart Beethoven Monteverdi. Senza aver capito una mazza di musica.
Grazie.

Non volevo sindacare sulla decisione di lavorare per competenze invece che conoscenze, eh.
Io però, essendo più vecchietta, ho difficoltà a seguire questo metodo (e non ritengo assolutamente che lo studio nozionistico sia la cura di tutti i mali).
La mia soluzione è, visto che IO con le maestre mi sono trovata bene, ritengo che abbiano lavorato con un occhio fortemente rivolto ai tempi ed alle sensibilità dei bambini, di FIDARMI di loro.
LORO hanno studiato e vivono questa realtà, IO no.
Quindi loro sanno di cosa stanno parlando, io no.

Sulla questione della musica io non intendevo conoscenza di nomi di musicisti etc. Lo "spoiler" che ho messo io è riferito ad una visione generale della situazione: se un canale come Rai Storia, che si pregia di essere un canale "intellettuale" non si prende neanche la briga di fare un qualcosa di professionale, dimostra chiaramente quanto la musica possa esser tenuta in considerazione.

E' che quel programma che hai postato prevede alla fine della terza elementare delle competenze che io non vedo. Qui la musica si subisce. Non vedo una grande consapevolezza musicale in generale, senza riferirmi nello specifico alle conoscenze di musicisti.

Per farti un esempio, ancora spesso e volentieri vedo persone di qualsiasi età che, messe davanti ad un brano in cui la musica si ripete ma le parole cambiano, ti dice che la musica è diversa. vuol dire ascolto musicale=0.
La stragrande maggioranza delle persone parla le canzoni piuttosto che cantarle perchè dando tanta importanza al testo, si tralascia l'aspetto musicale.

A me sembra di base un pò tanto quello che ci si aspetta le maestre aiutino ad acquisire.
Per fare realmente e bene quello che vogliono loro dovrebbero formare le maestre in modo adeguato, così devi sperare di trovare una maestra che sia più musicale (che magari abbia anche un background di qualche tipo, la nostra, per esempio canta in un coro) e che quindi abbia la possibilità di farlo.
In generale mi sembra che a volte (per cose un pò più specializzate) si carichino le maestre di responsabilità che non sempre sono in grado di affrontare in modo adeguato.
Non alle fine della terza elementare... ma della terza media!!!
Alle medie il prof di musica è uno specialista, diplomato in conservatorio, quindi ha ben altre competenze musicali rispetto alla maggior parte delle maestre.
Non di tutte: la maestra di musica di mia figlia ad esempio ha ben due diplomi (tromba e canto), da sempre porta avanti progetti in ambito musicale per i bimbi, lavora in un teatro come soprano... Stiamo in una botte di ferro insomma!
In quanto alle persone adulte che vedi in giro... Beh quelle non sono figlie della didattica per competenze. Io in tre anni di scuola media ho fatto solfeggio storia della musica e canto corale (con tanto di saggio di fine anno su arie d'opera lirica) senza che nessuno mi spiegasse una beneamata fava di ciò che mandavo a memoria. E non credo di essere la sola! Perché le cosiddette "educazioni" una volta non avevano importanza pari alle altre materie (italiano, storia, geografia, matematica, scienze e inglese). Tanto che il voto spesso veniva dato "per estensione"...

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Re: LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Messaggio da Paola »

Ma voi insegnanti trovate che i ragazzi siano più formati? Avete visto un miglioramento?

Io devo essere sincera, mi fa un po' paura, che di fatto è una paura irrazionale dato che ho due bambini alla scuola e trovo stiano facendo un ottimo lavoro.

Forse mi fa paura alle superiori dove credo che le competenze debbano essere acquisite e si debbano riversare nozioni nei cervellini, altrimenti il tutto mi sembra figlio di una cultura che non ci rispecchi.

Per capirci le competenze si risolvono poi in quelle qualità ricercate dal mondo del lavoro: problem solving, capacità di analisi, gestione delle emozioni nel parlare in pubblico ecc... Ma i contenuti? Non perdono di valore?
Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Re: LA FAMOSA AUTONOMIA SCOLASTICA (DIDATTICA)

Messaggio da MatifraSo »

Fede ha scritto:
MatifraSo ha scritto:Matilde finora il flauto non l'ha preso.
Hanno studiato le note, come si scrivono, cosa significano i simboli, il ritmo, le pause.
Tra un po' farà loro comprare il flauto. Con buona pace dei miei timpani (e dei miei vicini, hahahahahahaha).
ma alle elementari non faceva musica?
Tommy ha suonato la melodica in prima e seconda e poi dalla terza il flauto
No, mai suonato nulla.
Ca tavano qualche canzone, ma poca roba. Se conti che una delle canzoni è maramao perché sei morto....
Rispondi