il mio dolore dell'attesa (lunghissimo!!!)

...linee, punti, sfere, in essere e in divenire
Avatar utente
Speranza
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3143
Iscritto il: mer dic 12, 2007 12:09 pm

Messaggio da Speranza »

veronica.74 ha scritto:forse in una coppia a volte ci sono dei "tempi " diversi .. per arrivare alla stessa destinazione .. ma questo rispecchia il fatto che donne e uomini sono diversi . La donna spesso è più istintiva e guarda al futuro con ansia mentre l uomo è più riflessivo pacato .
io ad esempio ero pronta ad andare a fare esami dopo 7 mesi dall inizio della caccia e Roberto mi guardava scettico.. e poi Giulio è arrivato prima della mia "scadenza" ..
in questo percorso siete l uno la roccia dell altro , e spero di non essere stata inopportuna
Veronica non sei inopportuna affatto, tranquilla. Il mio dolore, come ho scritto, non arriva dal non giungere dalla gravidanza, ma proprio dal non sentire la mia roccia accanto a me, è questo il mio grande dolore, la solitudine che sento nel cuore!


Avatar utente
Speranza
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3143
Iscritto il: mer dic 12, 2007 12:09 pm

Messaggio da Speranza »

Grazie degli abbracci ragazze, ne ho davvero bisogno!
Avatar utente
franceschina
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1678
Iscritto il: lun apr 20, 2009 1:22 pm

Messaggio da franceschina »

Speranza, io credo che il desiderio di un bimbo percorre strade diverse e non è per tutti entusiastico istinto.
Io sono una razionale pura, figurati un po'.
E anche la scelta di aprirmi alla maternità è passata per la testa ancor prima che dal cuore.
Forse per il tuo Riccardo è così, ma questo non rende il suo desiderio meno vero.
E' solo un modo diverso, meno "di pancia" di sentirlo.
E, sai, in una ricerca non è che guasti.
Il distacco, anche se apparente, aiuta a gestire le aspettative, le attese, le eventuali delusioni. Ma quando questo fiore spunterà, lui ne sarà rapito, te lo assicuro.
E forse neanche lo riconoscerai!
Ti abbraccio!
Avatar utente
Speranza
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3143
Iscritto il: mer dic 12, 2007 12:09 pm

Messaggio da Speranza »

franceschina ha scritto:Speranza, io credo che il desiderio di un bimbo percorre strade diverse e non è per tutti entusiastico istinto.
Io sono una razionale pura, figurati un po'.
E anche la scelta di aprirmi alla maternità è passata per la testa ancor prima che dal cuore.
Forse per il tuo Riccardo è così, ma questo non rende il suo desiderio meno vero.
E' solo un modo diverso, meno "di pancia" di sentirlo.
E, sai, in una ricerca non è che guasti.
Il distacco, anche se apparente, aiuta a gestire le aspettative, le attese, le eventuali delusioni. Ma quando questo fiore spunterà, lui ne sarà rapito, te lo assicuro.
E forse neanche lo riconoscerai!
Ti abbraccio!
Grazie France, fa bene davvero leggere punti di vista diversi. Io non l'avevo mai letta sotto questo punto di vista, chissà, forse hai ragione te.
Avatar utente
Scrj
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4347
Iscritto il: lun set 22, 2008 10:16 am

Messaggio da Scrj »

Ci torno Spe, non ho letto tutto bene e quindi ci torno con la calma che merita questo 3d.
Intanto un abbraccio.
Luna

Messaggio da Luna »

ti abbraccio anche io speranza, forte forte forte dal profondo del cuore
Avatar utente
Roxy78
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 1996
Iscritto il: dom nov 22, 2009 10:02 pm

Messaggio da Roxy78 »

Tesoro, non ho molto da aggiungere a quanto hanno già detto le altre NM, non è facile trovare parole...ma sono d'accordo anche io che i tempi non sempre coincidono, ma piano piano si trova l'equilibrio, anche solo dopo la nascita del bimbo...

Comunque ti abbraccio davvero forte forte!! :abbraccio:
Vero79
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2864
Iscritto il: gio gen 01, 1970 1:00 am

Messaggio da Vero79 »

Speranza cara, io penso che per una donna sia più immediato il meccanismo di "accettazione"(scusa il brutto termine ma non me ne viene un altro)di un figlio, anzi, già prima che il figlio sia nella pancia è già nella testa. Per un uomo credo proprio non sia così. Forse perchè anch'io al mio fianco ne ho uno razionale in modo esagerato posso dire che ti capisco.
Giambi non è mai riuscito, ne sono certissima, a capire quanto stessi male perchè il secondo non arrivava, quanto forte fosse il desiderio poi di una terza gravidanza. Lui se ne è reso conto solo quando ha avuto i bambini tra le braccia, allora lì è diventato papà. Io, come ti ho già detto, ero mamma già da molto nella mia testa.

Ti abbraccio forte!
Rispondi